PER­CHé È ME­GLIO USCI­RE DA CA­SA

Corriere della Sera - Io Donna - - Cervelli Sexy - Tran­spa­rent La gran­de bel­lez­za blog.io­don­na.it/ma­ria- lau­ra- ro­do­ta

nel­la pri­ma pun­ta­ta del­la se­con­da sta­gio­ne di - una se­rie che, in Ita­lia, do­ve omo­fo­bi pre­si se­ria­men­te ma­ni­fe­sta­no con car­tel­li “Sba­glia­to è sba­glia­to”, sem­bra lu­na­re - due don­ne si spo­sa­no. È un ma­tri­mo­nio in gran­de, sce­no­gra­fi­co, con spo­se, fa­mi­glie e ospi­ti ob­bli­ga­to­ria­men­te ve­sti­ti di bian­co. E rac­con­ta pa­rec­chio del­la vi­ta del­le don­ne di mez­za età, le­sbi­che, ete­ro e bi­ses­sua­li co­me Sa­rah. Il pa­dre di Sa­rah chie­de per­ché sia sta­ta in­vi­ta­ta una zia che tut­ti odia­no. La so­rel­la Ali spie­ga che han­no ra­strel­la­to gen­te per fa­re nu­me­ro: «Sa­rah non ha ami­ci. Co­sì ab­bia­mo in­vi­ta­to chiun­que, an­che i suoi ami­ci di Fa­ce­book». Ca­pi­te­reb­be a mol­te di noi, con gli an­ni, a pen­sar­ci. Per­ché, pas­sa­ti i qua­ran­ta-x, mol­ti rap­por­ti si al­len­ta­no, la vo­glia di usci­re e far­si vi­ve ca­la, avan­za una ver­sio­ne de­pres­si­va del­la sin­dro­me di Jep Gam­bar­del­la. Il pro­ta­go­ni­sta de di Pao­lo Sor­ren­ti­no di­ce: «Al­la mia età non pos­so più per­de­re tem­po a fa­re co­se che non mi va di fa­re»; la sua fra­se è di­ven­ta­ta un man­tra per neo­tar­do­ne e neo­tar­do­ni abu­li­ci. O de­lu­si. O scon­fit­ti o pre­sun­ti ta­li, quin­di in ri­ti­ra­ta. An­che se non è sem­pre ve­ro, non del tut­to. Per­ché mol­te co­se suc­ce­do­no, in quel­la che, al­ter­na­ti­va­men­te, per­ce­pia­mo co­me se­ne­scen­za o ado­le­scen­za im­pe­ri­tu­ra. Per far­le suc­ce­de­re, bi­so­gna met­te­re il na­so fuo­ri da ca­sa o dal­la ba­che­ca di Fa­ce­book, pe­rò (quan­do Sa­rah esce dav­ve­ro, le suc­ce­de tan­tis­si­mo; al net­to di un pa­dre che cam­bia ses­so, co­me da ti­to­lo del­la se­rie, vab­bè).

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.