IO BAL­LO DA SO­LO

Corriere della Sera - Io Donna - - Compleanno! - Ivan Co­tro­neo

Io ho vent’an­ni quan­do sen­to la mu­si­ca. E poi (sen­za pe­rò aver­lo de­ci­so pri­ma) bal­lo. Che in quel mo­men­to lì ho vent’an­ni, in­ve­ce che i miei qua­ran­tot­to e un me­se, non lo san­no le mie gam­be, non lo sa la mia fac­cia, non lo sa la mia schie­na, non lo san­no i miei pol­mo­ni, non lo san­no le mie ca­mi­cie un po’ tut­te ugua­li, né le mie scar­pe che non sa­reb­be­ro per nien­te adat­te, e nem­me­no la mia fron­te con un po’ di ca­pel­li in me­no. Che ho vent’an­ni quan­do mi agi­to co­sì, non lo sa la mia la­bra­dor Mar­tha, la qua­le ulu­la e mi sal­ta ad­dos­so ob­be­den­do all’istin­to pro­tet­ti­vo di fer­mar­mi su­bi­to in qual­che mo­do. Non lo sa il si­gno­re del­la pa­laz­zi­na di fron­te che una vol­ta mi ha vi­sto die­tro la fi­ne­stra men­tre spaz­za­va il ter­raz­zi­no. Non lo sa il mio com­pa­gno che quan­do mi in­cro­cia nel cor­ri­do­io si im­ba­raz­za e mi guar­da con un sor­ri­so un po’ ti­ra­to che di­ce: pro­prio si­cu­ro di vo­ler­ti ren­de­re co­sì ri­di­co­lo da­van­ti a me? Non lo sa mio pa­dre che pen­sa di ave­re un fi­glio tut­to som­ma­to re­la­ti­va­men­te ma­tu­ro. Non lo sa la mia ami­ca Mo­ni­ca che a vol­te mi te­le­fo­na sul più bel­lo e mi sen­te con il fia­to­ne e mi chie­de se stia sa­len­do le sca­le di cor­sa o in al­ter­na­ti­va mi stia sen­ten­do mol­to ma­le. Ma io in­ve­ce sto be­nis­si­mo, e ho vent’an­ni, e bal­lo. Che ho vent’an­ni quan­do sen­to la mu­si­ca e poi (sen­za pe­rò aver­lo de­ci­so pri­ma) bal­lo, lo sa­pe­vo so­lo io, al­me­no fi­no­ra. E ades­so chi ha let­to que­ste ri­ghe. Pra­ti­ca­men­te, an­che que­sto è un co­ming out.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.