Le noz­ze di Fi­ga­ro.

Corriere della Sera - Io Donna - - (Prime) Donne Coraggio - Tra­via­ta ndr). ndr). La ndr).

ero una bra­va ca­val­le­riz­za. Sa­rei po­tu­ta di­ven­ta­re un’am­bien­ta­li­sta o ma­ga­ri una ricercatrice in Amaz­zo­nia, se a 12 an­ni non aves­si vi­sto

di Fran­co Zef­fi­rel­li (il film del 1983 con Te­re­sa Stra­tas e Pla­ci­do Do­min­go, Una fol­go­ra­zio­ne: la li­ri­ca era la stra­da! I miei si sor­pre­se­ro del­la pas­sio­ne per l’ope­ra, ero una pe­co­ra ne­ra... Via, una pe­co­ra co­lo­ra­ta (al­lu­de al suo es­se­re un “so­pra­no di co­lo­ra­tu­ra”, Non è co­mu­ne, in ef­fet­ti, a 12 an­ni. Tan­to più con­si­de­ran­do che ho uno spi­ri­to “leg­ge­ro”, ado­ro le com­me­die, l’azio­ne, di­ver­ti­re. Pe­rò can­ta­re è sem­pre pu­ra gio­ia. Per­si­no nel­le sce­ne in cui muo­io so­no fe­li­ce! Co­me si ar­ri­va da un pae­se te­de­sco ai pal­chi mon­dia­li: ba­sta il ta­len­to? Ci vuo­le for­tu­na e vo­lon­tà di su­pe­rar­si, di cre­sce­re. Per­so­na­li­tà e pu­re fles­si­bi­li­tà. E ner­vi sal­di: de­vi tro­va­re il mo­do di ri­las­sar­ti per scon­fig­ge­re il ter­ro­re del pal­co­sce­ni­co. Lei co­me la­vo­ra su se stes­sa per man­te­ner­si in equi­li­brio? E per man­te­ner­si in for­ma? In­nan­zi­tut­to mi con­si­de­ro uno stru­men­to, non una star: so­no gra­ta per i do­ni che ho ri­ce­vu­to. Non vo­glio che il pub­bli­co ve­da la diva, vo­glio che ve­da i per­so­nag­gi. Per il re­sto... cor­ro die­tro ai bam­bi­ni (Ale­xan­der e Co­lyn, 5 e 3 an­ni, avu­ti dal bas­so-ba­ri­to­no fran­ce­se Ni­co­las Te­sté, Pri­ma - se ave­vo tem­po li­be­ro - an­da­vo a fa­re trek­king a ca­val­lo in Ma­roc­co op­pu­re bal­la­vo fla­men­co: ora la fa­mi­glia ha la prio­ri­tà. Mag­gio­ri i van­tag­gi o gli svan­tag­gi a vi­ve­re con chi fa lo stes­so me­stie­re? La fa­ti­ca mag­gio­re è ar­mo­niz­za­re gli im­pe­gni. Dob­bia­mo dav­ve­ro es­se­re un team: ci di­vi­dia­mo i com­pi­ti e ci sup­por­tia­mo. Ai fi­gli in che lin­gua par­la­te? Io in te­de­sco, Ni­co­las in fran­ce­se, la nan­ny in in­gle­se... La sua vo­ce è cam­bia­ta do­po la na­sci­ta dei bam­bi­ni? In ot­to­bre al­la Sca­la sa­rà per la pri­ma vol­ta la Con­tes­sa in Le Noz­ze di Fi­ga­ro, non più Su­san­na. In ve­ri­tà non mol­to: è di­ven­ta­ta più cal­da e ro­ton­da, pe­rò non ha per­so bril­lan­tez­za nel­le no­te al­te, gra­zie a Dio! Ha ap­pe­na fe­steg­gia­to i ven­ti an­ni di car­rie­ra. Un so­gno che le re­sta? Can­ta­re al Tea­tro Co­lón, a Bue­nos Ai­res. Un po­sto ma­gi­co.

Dia­na co­me Lu­cia: il 22 mag­gio sa­rà a To­ri­no; il 9 giu­gno a Fi­ren­ze e il 12 a Ge­no­va in re­ci­tal; al­la Sca­la il 5 set­tem­bre con Ki­rill Pe­tren­ko e dal 26 ot­to­bre in

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.