Ci­ne­ma

Corriere della Sera - Io Donna - - Cinema - Di Pao­lo Me­re­ghet­ti

com­me­dia To­más vo­la a Ma­drid per pas­sa­re qual­che gior­no con l’ami­co Ju­lián, che ha de­ci­so di ac­cet­ta­re il suo de­sti­no di ma­la­to, smet­ten­do le cu­re ri­ve­la­te­si inef­fi­ca­ci. Quat­tro gior­ni in­sie­me (To­más si è spo­sa­to e tra­sfe­ri­to in Ca­na­da) a sco­pri­re la rab­bia, il do­lo­re, ma an­che la de­ter­mi­na­zio­ne e, se pos­si­bi­le, la leg­ge­rez­za con cui il vec­chio ami­co di gio­ven­tù af­fron­ta la sua ma­lat­tia, men­tre cer­ca di tro­va­re un nuo­vo pa­dro­ne per il suo ama­to ca­ne Tru­man. Un film tri­ste, ma an­che sor­pren­den­te­men­te iro­ni­co (la sce­na alle pom­pe fu­ne­bri è di una sur­rea­le ila­ri­tà), che met­te lo spet­ta­to­re di fron­te ai mo­di, tan­ti e di­ver­si, con cui ci si con­fron­ta con qual­cu­no che sta mo­ren­do: chi fug­gen­do, chi sof­fren­do, chi pen­san­do so­lo al pro­prio tor­na­con­to, chi spe­ran­do in un col­po di sce­na. Su tut­ti, il di­spe­ra­to do­lo­re di una cu­gi­na e il par­te­ci­pe si­len­zio del fi­glio. In­tan­to, la vi­ta impone le sue leg­gi e il mi­te Tru­man os­ser­va ma­lin­co­ni­co. Sen­za pre­di­che, sen­za mo­ra­li­smo, so­prat­tut­to sen­za lacrime o ri­cat­ti me­lo­dram­ma­ti­ci, ben­sì con la ca­pa­ci­tà di mo­stra­re il vol­to na­sco­sto del­le per­so­ne. E le lo­ro reazioni di fron­te ai col­pi bas­si del de­sti­no.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.