“Ho ri­crea­to a ca­sa la so­li­tu­di­ne di Ju­lie­ta: mia fi­glia in cam­peg­gio,mio fi­glio a Ibi­za con il pa­dre. Al­tri­men­ti non ce l’avrei fat­ta”

Corriere della Sera - Io Donna - - Doppia Coppia/ 1 - (Em­ma Suá­rez) ndr)

sia mol­to di lui: un ri­fles­so del­la sua in­ten­si­tà, di co­me ama, co­me vi­ve, del­la sua re­la­zio­ne ap­pas­sio­na­ta con la vita. Ha det­to che pian­ge­va­te trop­po sul set. E. Sì, ero mol­to coin­vol­ta. È sta­to un viag­gio nel do­lo­re. Ave­vo an­che cer­ca­to di ri­crea­re a ca­sa una si­tua­zio­ne so­li­ta­ria si­mi­le a quel­la di Ju­lie­ta: mia fi­glia al cam­peg­gio esti­vo, mio fi­glio a Ibi­za con il pa­dre. Se aves­si do­vu­to oc­cu­par­mi dell’or­ga­niz­za­zio­ne quo­ti­dia­na, non ce l’avrei fat­ta. A. Ha do­vu­to ta­glia­re una quan­ti­tà di la­cri­me nel mon­tag­gio. La sto­ria è dram­ma­ti­ca, Ju­lie­ta è di­strut­ta dal sen­so di col­pa. La sen­te vi­ci­na in que­sto? A. Sì, per ca­rat­te­re ten­do a bat­ter­mi con­tro le in­giu­sti­zie e il do­lo­re de­gli al­tri, e quan­do non lo fac­cio mi sen­to re­spon­sa­bi­le. Ma sto im­pa­ran­do a con­trol­lar­mi. Pe­dro di­ce che le don­ne so­no le più for­ti. Che vin­co­no su tut­to, tran­ne che sul ca­so. Vi sen­ti­te co­sì? E. Di­pen­de. Sia­mo una me­sco­lan­za di for­za e fra­gi­li­tà dif­fi­ci­li da se­pa­ra­re. A. Non co­sì tan­to. Ma con il tem­po, sem­pre di più. Sto con­qui­stan­do se­re­ni­tà. E la con­sa­pe­vo­lez­za che po­che co­se con­ta­no: ami­ci, fa­mi­glia, i miei so­gni, l’ar­mo­nia. Da­to che in­ter­pre­ta­te la stes­sa per­so­na, ave­te la­vo­ra­to in­sie­me per co­strui­re un so­lo per­so­nag­gio? A. e E. Ne ab­bia­mo par­la­to, poi ab­bia­mo ca­pi­to che sa­reb­be sta­to Pe­dro l’ar­te­fi­ce dell’uni­tà. E del­la frattura, del pri­ma e do­po di una per­so­na tra­sfor­ma­ta dal­la vita. In­sie­me ci ha por­ta­to so­lo mezz’ora al par­co qui vi­ci­no al De­seo (la ca­sa di pro­du­zio­ne dei fra­tel­li Almodóvar, per­ché im­pa­ras­si­mo a cam­mi­na­re nel­lo stes­so mo­do: Ju­lie­ta pas­seg­gia mol­to, por­ta a spas­so il suo do­lo­re per le stra­de di Ma­drid. Spes­so pro­ta­go­ni­sta, nei film di Almodóvar. E. È gi­ra­to nel mio quar­tie­re. E quan­do pas­so da­van­ti a “ca­sa” di Ju­lie­ta non rie­sco a non pen­sa­re che sia un po’ la mia.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.