GLI ANI­MA­LI­STI

Corriere della Sera - Io Donna - - Il Dibattito È Servito - Se nien­te im­por­ta

Ci so­no per­so­ne che, pri­ma di di­ven­ta­re ve­ge­ta­ria­ne, pas­sa­no dal­la fa­se in­ter­me­dia del Vi­sto che in ognu­no di noi c’è un bam­bi­no cre­sciu­to a suon di ani­ma­li uma­niz­za­ti dei car­to­ni Disney, può stra­ziar­ci pen­sa­re al sa­cri­fi­cio di un ma­ia­li­no o di un agnel­lo da lat­te. In­ve­ce, per qual­che stra­no mo­ti­vo, pen­sia­mo che i pe­sci ab­bia­no un’ine­si­sten­te so­glia del do­lo­re. Ma, pri­ma o poi, il pe­sce­ta­ria­no di­vie­ne smet­te an­che il pe­sce, ma con­ti­nua a nu­trir­si di uo­va e lat­ti­ci­ni. Tut­ta­via, per i il ve­ge­ta­ria­ne­si­mo è una for­ma ipo­cri­ta e blan­da di ri­spet­to dei di­rit­ti de­gli ani­ma­li: ven­go­no sfrut­ta­ti per pro­dur­re uo­va e lat­te, e in par­ti­co­la­re la vi­ta del­le muc­che da lat­te è ri­te­nu­ta la peg­gio­re for­ma di esi­sten­za al mon­do. Par­to­ri­sco­no nel do­lo­re, sot­trag­go­no lo­ro i fi­gli, pas­sa­no il tem­po a ve­ni­re mun­te. La gior­na­ta dei ve­ga­ni, che non fan­no en­tra­re nel pro­prio cor­po “nul­la che ab­bia una ma­dre”, ri­chie­de in­fi­ni­te ore de­di­ca­te al­la cu­ci­na e al bi­lan­cia­men­to di pro­tei­ne ve­ge­ta­li. La bib­bia di ve­ge­ta­ria­ni e ve­ga­ni è il li­bro di Jo­na­than Sa­fran Foer.

pe­sce­ta­ria­ne­si­mo. ve­ge­ta­ria­no, ve­ga­ni,

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.