The La­st Ra­ce,

Corriere della Sera - Io Donna - - Dna D’artista -

e concretezza, non in un’at­mo­sfe­ra bo­hé­mien­ne. L’Ita­lia oc­cu­pa un po­sto nel suo cuo­re fin da quan­do era gio­va­nis­si­mo. Nel 1987, a 17 an­ni, mi so­no tra­sfe­ri­to per sei me­si a Ba­gni di Luc­ca. Lì la­vo­ra­vo co­me mu­ra­to­re: è sta­to un pe­rio­do di for­ma­zio­ne in­cre­di­bi­le, co­min­cia­vo a gua­da­gna­re e cer­ca­vo di studiare la lin­gua, che poi pur­trop­po, co­me può sen­ti­re, non so­no riu­sci­to a im­pa­ra­re co­sì be­ne. Ho chie­sto a Ma­ria Do­lo­res di di­ven­ta­re mia mo­glie men­tre era­va­mo in Si­ci­lia, il no­stro ma­tri­mo­nio è sta­to poi celebrato nel Duo­mo di Bar­ga, sem­pre in To­sca­na, an­che se avrei pre­fe­ri­to av­ve­nis­se in una pic­co­la cap­pel­la che an­ni pri­ma ave­vo con­tri­bui­to a re­stau­ra­re. Ap­pe­na pos­sia­mo, tor­nia­mo nel vo­stro Pae­se, ci so­no trop­pi ri­cor­di qui, per noi. Sua mo­glie sem­bra aver­la cam­bia­ta pro­fon­da­men­te? Lei e le mie fi­glie so­no il pen­sie­ro co­stan­te. Quan­do so­no diventato pa­dre, ho ca­pi­to che non sa­rei più sta­to lo stes­so, mi so­no sen­ti­to in­va­so da una di­spo­ni­bi­li­tà e, al tem­po stes­so, da una re­spon­sa­bi­li­tà gran­dis­si­ma che, a fi­ne gior­na­ta, mi ri­por­ta con i pie­di per ter­ra. An­che se fac­cio del mio meglio, non sem­pre rie­sco in quel­lo che vor­rei, mi sen­to fal­li­bi­le, pie­no di con­trad­di­zio­ni. Mah! For­se ho so­lo bi­so­gno di ras­si­cu­ra­zio­ni.

Jo­se­ph Fien­nes nel suo ul­ti­mo film, pre­sen­ta­to al Fe­sti­val di Can­nes.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.