“MI HA IN­SE­GNA­TO TUT­TO LA BA­BY SIT­TER” Era stu­fa di can­ta­re nei bar per 50 eu­ro a se­ra­ta. Poi due gran­di pro­dut­to­ri han­no scom­mes­so su di lei e ora Joan Thie­le, ita­lia­na con ra­di­ci sviz­ze­re e ar­gen­ti­ne, per il suo pri­mo mini al­bum pun­ta su un pop chic. Is

Corriere della Sera - Io Donna - - La Cantautrice Della Porta Accanto - Di An­drea Laf­fran­chi, foto di Fer­nan­do Lom­bar­di

Ci so­no og­get­ti che ci rap­pre­sen­ta­no. Una pie­tra rac­col­ta sul­la spiag­gia di Brighton, il “ma­re” dei lon­di­ne­si, ci rac­con­ta di Joan Thie­le, can­tau­tri­ce esor­dien­te clas­se 1991, più di tan­te pa­ro­le. «È la pre­fe­ri­ta del­la mia col­le­zio­ne. Le rac­col­go sin da bam­bi­na su sug­ge­ri­men­to di uno zio omeo­pa­ta che mi di­ce­va di as­so­cia­re a un ele­men­to na­tu­ra­le un pen­sie­ro po­si­ti­vo».

No­me com­ple­to Ales­san­dra Joan Thie­le, na­ta sul la­go di Gar­da, al­be­ro ge­nea­lo­gi­co sen­za con­fi­ni. A po­chi me­si si è tra­sfe­ri­ta in Co­lom­bia per­ché pa­pà, che lì vi­ve an­co­ra, vo­le­va rag­giun­ge­re un fra­tel­lo. Ma in fa­mi­glia c’era­no già ra­di­ci su­da­me­ri­ca­ne, con una non­na sviz­ze­ra che era emi­gra­ta e un non­no con ori­gi­ni la­ti­ne. Le scuo­le le ha fat­te in Ita­lia, quin­di do­po il li­ceo lin­gui­sti­co de­ci­de di an­da­re in In­ghil­ter­ra. «Per amore di un mu­si­ci­sta co­no­sciu­to du­ran­te una va­can­za. Ci so­no ri­ma­sta un pa­io d’an­ni e la vo­glia di fa­re musica è na­ta in quel pe­rio­do». Tor­na in Ita­lia e si met­te al­la pro­va. «Tam­pi­na­vo i pro­prie­ta­ri dei lo­ca­li via Fa­ce­book. Se­ra­te vo­ce e chi­tar­ra, scrivo i pez­zi, l’acu­sti­co è la mia di­men­sio­ne pre­fe­ri­ta. La pri­ma vol­ta che ho suo­na­to dal vi­vo, a Sa­lò, il pro­prie­ta­rio a fi­ne se­ra­ta mi ha det­to “non suo­ni be­ne, la­scia sta­re”. Mi so­no im­pe­gna­ta e un an­no do­po, nel 2013, mi so­no esi­bi­ta al Acou­stic Gui­tar Mee­ting di Sar­za­na » rac­con­ta. Il di­sco ha una pro­du­zio­ne più so­fi­sti­ca­ta, fra le at­mo­sfe­re dark di La­na Del Rey, il soul-dub di Se­lah Sue, il can­tau­to­ra­to di Re­gi­na Spek­tor. In­som­ma un pop chic e con­tem­po­ra­neo fi­glio di una pas­sio­ne on­ni­vo­ra. «Da bam­bi­na ascol­ta­vo

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.