PER­MES­SO PRE­MIO... PER EVADERE

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore/ 3 - Cl­sa­bel­li@tin.it

tan­ti an­ni fa un gio­va­ne sca­pe­stra­to, in­sie­me con una sua fi­dan­za­ta al­tret­tan­to sca­pe­stra­ta, è pro­ta­go­ni­sta di una tre­men­da av­ven­tu­ra. Af­fit­ta un ca­ta­ma­ra­no, uc­ci­de la pro­prie­ta­ria a col­pi di ma­che­te e scap­pa, con la ra­gaz­za, un ami­co al­bi­no e un ca­ne pa­sto­re te­de­sco, nel Me­di­ter­ra­neo, nel ten­ta­ti­vo di rag­giun­ge­re la Po­li­ne­sia. Vie­ne chia­ma­to “il de­lit­to del ca­ta­ma­ra­no”. La po­li­zia li in­se­gue di por­to in por­to, fi­no in Tu­ni­sia do­ve i tre più il ca­ne mol­la­no il ca­ta­ma­ra­no e scap­pa­no a ca­val­lo. Fi­ni­sce con una con­dan­na esem­pla­re: er­ga­sto­lo. Di­cian­no­ve an­ni do­po l’uo­mo, chiu­so nel car­ce­re di Ope­ra, chie­de e ot­tie­ne un per­mes­so pre­mio. Il gior­no stes­so scap­pa. Lo riac­chiap­pa­no ad Utre­cht un me­se do­po. Fin qui tut­to nor­ma­le. È giu­sto, se il car­ce­re co­me rie­du­ca­zio­ne ha un sen­so, che an­che i con­dan­na­ti all’er­ga­sto­lo pos­sa­no go­de­re di per­mes­si pre­mio quan­do, per ven­ti an­ni, si so­no com­por­ta­ti be­ne. Nel 2014, chiu­so nel car­ce­re di Por­to Az­zur­ro, sull’iso­la d’El­ba, chie­de un nuo­vo per­mes­so pre­mio. Gli vie­ne con­ces­so. E il gior­no do­po è già uc­cel di bosco. Lo cat­tu­ra­no due an­ni do­po, cir­ca un me­se fa, a Sin­tra, in Por­to­gal­lo, trenta chi­lo­me­tri da Li­sbo­na. Va tut­to be­ne, il car­ce­re non de­ve es­se­re un’os­ses­sio­ne dei ma­net­ta­ri e io so­ster­rò per sem­pre che è me­glio un so­spet­to col­pe­vo­le li­be­ro piut­to­sto di un so­spet­to in­no­cen­te in pri­gio­ne. Ma ha un sen­so da­re un per­mes­so pre­mio a un si­cu­ro col­pe­vo­le che ha già di­mo­stra­to che per lui i per­mes­si pre­mi ser­vo­no so­lo per evadere?

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.