VIE­TA­TO VIE­TA­RE IL BI­KI­NI

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore - Sot­to­mis­sio­ne. acaz­zul­lo@rcs.it

la de­ci­sio­ne del sin­da­co di Lon­dra Sa­diq Khan di cen­su­ra­re la pub­bli­ci­tà di una don­na in bi­ki­ni è gra­ve e sba­glia­ta. E pa­zien­za se 400 mu­sul­ma­ni, una goc­cia nell’ocea­no del­la Lon­dra mul­tiet­ni­ca, ave­va­no pro­te­sta­to per­ché ri­te­ne­va­no le­so il lo­ro sen­so del pu­do­re. Trop­po fa­ci­le re­pli­ca­re: tor­ni­no a ca­sa lo­ro. La ri­spo­sta giu­sta era: da noi si fa co­sì, e do­ve­te es­se­re voi ad adat­tar­vi, non noi. Quel­la pub­bli­ci­tà era già sta­ta con­te­sta­ta in pas­sa­to, con rac­col­te di fir­me mol­to più nu­me­ro­se. Ma fi­no­ra non era sta­ta ri­mos­sa. Per­ché non c’è nul­la di im­pu­di­co o di vol­ga­re nell’im­ma­gi­ne di una don­na in bi­ki­ni. Si può cri­ti­ca­re l’uso del cor­po fem­mi­ni­le; non lo si può vie­ta­re. Si può an­che ve­de­re die­tro le mo­del­le e le pub­bli­ci­tà un’im­ma­gi­ne ste­reo­ti­pa­ta del­la bel­lez­za, un uso di­sin­vol­to del­la fem­mi­ni­li­tà, un’in­si­sten­za ec­ces­si­va sul­la ma­grez­za; non si può oscu­ra­re un’im­ma­gi­ne per­ché un mu­sul­ma­no si sen­te tur­ba­to. A mag­gior ra­gio­ne se il sin­da­co che pren­de la scia­gu­ra­ta de­ci­sio­ne è a sua vol­ta mu­sul­ma­no, che all’evi­den­za fa pre­va­le­re le ub­bìe del­la sua co­mu­ni­tà sul­la sen­si­bi­li­tà ge­ne­ra­le. Ab­bia­mo giu­sta­men­te con­dan­na­to Gril­lo, quan­do ha iro­niz­za­to sul sin­da­co di Lon­dra pron­to a far­si esplo­de­re. Ab­bia­mo cri­ti­ca­to Houel­le­becq quan­do ha fat­to let­te­ra­tu­ra del­le no­stre pau­re. Khan non è il pre­si­den­te in­te­gra­li­sta di Pe­rò, co­me tut­ti, può sba­glia­re. E, se lo fa, noi dob­bia­mo dir­lo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.