LA RE­GI­NA AL­TRUI

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore/ 1 - Out, Una not­te con la re­gi­na, A Royal Night

con­fes­so di non aver mai ca­pi­to l’ido­la­tria che pu­re in Ita­lia cir­con­da la re­gi­na d’In­ghil­ter­ra. Sa­rà che nel mon­do con­tem­po­ra­neo l’idea che una ca­ri­ca e uno sta­tus si ac­qui­si­sca per di­rit­to di na­sci­ta mi sem­bra un po’ da­ta­ta. Non c’è dub­bio che Eli­sa­bet­ta II pas­se­rà al­la sto­ria. Ma è il cul­to del­la per­so­na­li­tà a la­scia­re per­ples­si: ad esem­pio l’ul­ti­mo film che le è de­di­ca­to,

in ita­lia­no è un fo­gliet­to­ne un po’ stuc­che­vo­le che tra­sfor­ma la gio­va­ne prin­ci­pes­sa in una san­ta e la so­rel­la Mar­ga­re­th in una svam­pi­ta (eu­fe­mi­smo). La­scia per­ples­si an­che l’idea di un fi­glio che va per i 68 an­ni e an­co­ra non è sa­li­to sul tro­no. Ma quel­li so­no fat­ti lo­ro. Sul re­fe­ren­dum eu­ro­peo, che ri­guar­da an­che noi, la re­gi­na è ri­ma­sta in silenzio. Non po­te­va fa­re al­tro, as­si­cu­ra­no nel Re­gno Uni­to. Ma sul re­fe­ren­dum scoz­ze­se la re­gi­na si era espres­sa: un in­vi­to a pen­sar­ci be­ne, un com­men­to a mez­za boc­ca, in real­tà elo­quen­tis­si­mo. Sta­vol­ta l’in­vi­to non è ve­nu­to; e qual­cu­no ha fat­to no­ta­re che all’evi­den­za la cau­sa eu­ro­pea era per la re­gi­na me­no im­por­tan­te di quel­la bri­tan­ni­ca. Tut­to le­git­ti­mo, per ca­ri­tà. Ma per­ché noi ita­lia­ni dob­bia­mo spa­si­ma­re an­che per la re­gi­na di al­tri?

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.