NEL PAE­SE DEL­LE FAI­DE IN­FI­NI­TE Dal­la fi­ne del re­gi­me, a nord di Ti­ra­na si applica il Ka­nun, co­di­ce del XV se­co­lo ba­sa­to sul­la ven­det­ta: il san­gue de­gli uo­mi­ni de­ve scor­re­re per sa­na­re le of­fe­se. Un in­fer­no dal qua­le un grup­po di mo­gli e ma­dri cerca di usc

Corriere della Sera - Io Donna - - Dietro Le Apparenze - Albania - Di Ema­nue­la Zuc­ca­là, foto di Simona Ghiz­zo­ni

Una ve­du­ta di Scu­ta­ri, nel nord tra­di­zio­na­li­sta dell’Albania. A de­stra, Xhix­ha, 54 an­ni, mi­nac­cia­ta di mor­te dal ma­ri­to.

Mi dis­se­ro che ma­ri­je era sta­ta fe­ri­ta a un pie­de, e mi uscì d’istin­to: “Me­glio mor­ta che zop­pa! Nes­su­no la spo­se­rà”. Non me lo per­do­nai quando mio ma­ri­to chia­mò dall’ospe­da­le: “Co­me vuoi ve­stir­la per il fu­ne­ra­le?”». Sha­qe Qu­kaj ver­sa caf­fè tur­co e del ra­ki trop­po for­te al­le die­ci del mat­ti­no. Dal­la sua ca­sa nel­le cam­pa­gne at­tor­no a Scu­ta­ri, il lago tra Albania e Montenegro sem­bra un abis­so scu­ro co­me la vo­ce di que­sta don­na men­tre rie­vo­ca il 14 giu­gno 2012: Ma­ri­je era dal non­no sulle al­tu­re del Du­ka­g­jin, a estir­pa­re er­bac­ce dal mais. Due uo­mi­ni le han­no spa­ra­to al­le spal­le, uc­ci­den­do­la sul col­po. «Ave­va solo 17 an­ni» si­bi­la la ma­dre. «Lo Sta­to de­ve fa­re giu­sti­zia: nes­su­no è sta­to pu­ni­to».

Sha­qe sa chi ha spa­ra­to. Lo san­no tut­ti. Nel 2010 un suo cu­gi­no ha uc­ci­so un uo­mo: si con­ten­de­va­no un ca­na­le d’ir­ri­ga­zio­ne, sui monti do­ve le leg­gi di uno Sta­to

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.