LA­SCIA­TE IN PA­CE LA VECCHIETTA

Corriere della Sera - Io Donna - - Colonne D’autore/ 3 - Cl­sa­bel­li@tin.it

ponete il ca­so di ave­re una mam­ma di 96 an­ni che, ov­via­men­te, non è pro­prio ar­zil­la. Di­cia­mo che non ha mol­ta vo­glia di cam­mi­na­re, an­zi non ce l’ha per nien­te, e non ha mol­ta me­mo­ria, an­zi non ce l’ha per nien­te tan­to che, quando vi in­con­tra, non vi ri­co­no­sce qua­si mai. Ponete il ca­so che que­sta vo­stra mam­ma, an­ni fa, sia sta­ta pre­sen­te al com­pi­men­to di un rea­to, una pic­co­la vio­len­za a cau­sa del­la qua­le è par­ti­to un pro­ces­so. Ponete il ca­so che la vo­stra mam­ma sia sta­ta ci­ta­ta co­me te­sti­mo­ne e che già un pa­io di volte ab­bia man­da­to un cer­ti­fi­ca­to del suo medico per as­si­cu­ra­re i giu­di­ci che non avreb­be mai po­tu­to pre­sen­zia­re al pro­ces­so a cau­sa del­le sue con­di­zio­ni fi­si­che e che, an­che fos­se, non ri­cor­da nem­me­no co­me si chia­ma, chi sia­no i suoi fi­gli e do­ve abi­ta. Ponete il ca­so che vo­stra mam­ma viag­gi fra ospe­da­li, ca­se di cu­ra e ca­se dei fi­gli. E che quin­di il po­ve­ro vi­gi­le ur­ba­no, in­ca­ri­ca­to di con­se­gnar­le la ci­ta­zio­ne, non sap­pia che pesci pren­de­re per in­con­trar­la per l’en­ne­si­ma vol­ta. Ponete il ca­so che il vi­gi­le ur­ba­no co­mu­ni­chi di es­se­re co­stret­to a fa­re il ver­ba­le di “va­ne ri­cer­che” al­la fi­ne del qua­le vo­stra mam­ma sa­rà de­pen­na­ta dall’ana­gra­fe co­mu­na­le. Il tut­to per­ché è vec­chia e il vi­gi­le ur­ba­no non rie­sce a tro­var­la. Ponete il ca­so che sta­te as­si­sten­do a uno dei tan­ti ca­si di spre­co del da­na­ro pub­bli­co per un pro­ces­so che non sa­rà mai ce­le­bra­to, co­me qua­si tut­ti quel­li che ve­do­no im­pu­ta­to un ex­tra­co­mu­ni­ta­rio. Ec­co, ponete il ca­so. Ave­te ap­pe­na im­pa­ra­to un si­ste­ma eco­no­mi­co per di­ven­ta­re apo­li­de o per­lo­me­no sen­za fis­sa di­mo­ra.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.