Stran­ger Things:

Corriere della Sera - Io Donna - - Risalite -

poi di­ven­ta­ta fa­mo­sa ad An­dro­pov, il se­gre­ta­rio del par­ti­to co­mu­ni­sta so­vie­ti­co, per in­vo­ca­re la pa­ce. Lei era il mio ido­lo, te­ne­vo la sua fo­to ap­pe­sa in ca­me­ra, ma un gior­no mo­rì in un in­ci­den­te ae­reo. La not­te pri­ma io so­gnai che ero in vo­lo con lei, se­du­ta al suo fian­co, e una sen­sa­zio­ne or­ri­bi­le mi sve­gliò di so­pras­sal­to; sce­si di cor­sa in cu­ci­na a rac­con­ta­re tut­to a mia ma­dre. La taz­za di caf­fè che te­ne­va in ma­no cad­de a ter­ra: ave­va ap­pe­na sen­ti­to al­la ra­dio la no­ti­zia del­la tra­ge­dia. Do­po quell’espe­rien­za mi con­vin­si di ave­re dei po­te­ri pa­ra­nor­ma­li, poi pe­rò non mi suc­ces­se più nul­la. An­co­ra og­gi non ho una spie­ga­zio­ne. Di nuo­vo sot­to i ri­flet­to­ri: co­me ve­de ades­so la sua car­rie­ra? Ra­di­cal­men­te cam­bia­ta. Ave­vo bi­so­gno di tem­po, do­po aver re­ci­ta­to per an­ni do­ve­vo pren­de­re le di­stan­ze, se­gui­re al­tri in­te­res­si. So­no sta­ta

Wi­no­na Ry­der e, a de­stra, Finn Wol­fhard con Mil­lie Bob­by Bro­wn.

Due sce­ne di

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.