Non fa­rei un lif­ting fac­cia­le, non vo­glio can­cel­la­re la sto­ria dal mio vi­so. Ma so­no scel­te per­so­na­li, non si può ge­ne­ra­liz­za­re

Corriere della Sera - Io Donna - - Diva Della Porta Accanto -

e ab­bia­mo co­min­cia­to a ve­der­ci più spes­so, si è aper­to per noi un nuo­vo ca­pi­to­lo. Che pur­trop­po si è in­ter­rot­to trop­po pre­sto. Lei com’era da ado­le­scen­te? De­ter­mi­na­ta. Mi pia­ce­va fa­re ci­ne­ma e vo­le­vo ren­de­re tut­ti fe­li­ci. Ero una stu­den­tes­sa di­li­gen­te e ama­vo an­da­re all’uni­ver­si­tà. Nes­sun at­to ri­bel­le con­tro la fa­mi­glia? Nes­su­no, se per ri­bel­lio­ne in­ten­de l’uso di dro­ghe e un com­por­ta­men­to ag­gres­si­vo; la mia ri­bel­lio­ne con­si­ste­va nel tro­va­re uno spa­zio mio. So­no cre­sciu­ta

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.