Mil­le ge­ne­ri e tre di­vi ispi­ra(ro)no il ro­di­to­re su­per­star

Corriere della Sera - La Lettura - - Il Dibattito Delle Idee - Di MAU­RI­ZIO POR­RO

To­po­li­no è su­bi­to, quan­do ap­pa­re nel 1928 in L’ae­reo im­paz­zi­to, To­po­li­no gau­cho e Steam­boat Wil­lie (il pri­mo di­se­gno ani­ma­to so­no­ro), l’eroe po­si­ti­vo Di­sney, l’ame­ri­ca­no me­dio che vin­ce con co­stan­za, un po’ sur­rea­le nel di­se­gno geo­me­tri­co di an­go­li e sfe­re (e le orec­chie a di­sco), ca­pa­ce di im­ma­gi­na­zio­ne co­me quan­do in Mic­key’s Ga­la Pre­mier nel ’33 so­gna un ba­cio di Gre­ta Gar­bo. Non im­por­ta se lo ab­bia in­ven­ta­to Ub Iwerks o sia stato con­ce­pi­to sul ra­pi­do New York-Los An­ge­les, To­po­li­no è co­lui che vin­ce e per­ciò scon­ta for­tu­na e in­tui­to con una leg­ge­ra an­ti­pa­tia che lo ha mes­so spes­so nei son­dag­gi die­tro al pa­stic­cio­ne e im­bra­na­to Pa­pe­ri­no, più si­mi­le a tut­ti noi.

Nei car­to­ni c’è l’om­bra del ci­ne­ma a fian­co e qual­cu­no di­ce che in To­po­li­no coa­bi­ta­no tre di­vi: Dou­glas Fair­banks, Ro­dol­fo Va­len­ti­no e Ha­rold Lloyd (o Kea­ton), cioè l’av­ven­tu­ro­so sbruf­fo­ne, il se­dut­to­re e il co­mi­co. Nel 1929 esco­no 12 cor­ti con Mic­key Mou­se, sul tre­no, con­tro i gat­ti, tra le fo­che, nel­la giun­gla, fra gli spet­tri. No­ve so­no le pro­dez­ze del ’30, fra cui To­po­li­no che di­ri­ge un’or­che­stra e fa il vio­li­ni­sta (la mu­si­ca gli fa da spal­la), pom­pie­re e bal­le­ri­no, sen­za ne­gar­si l’epi­so­dio coi pel­le­ros­sa. E due vol­te fa l’avia­to­re, ag­giu­stan­do tut­to se­con­do i bi­so­gni, ge­nio pop con Min­nie che pre­ci­pi­ta ap­pe­sa al­le mu­tan­di­ne pa­ra­ca­du­te. In real­tà ci so­no den­tro, ben vi­si­bi­li, tut­ti i ge­ne­ri di Hol­ly­wood, per­fi­no i pri­mi Lu­miè­re, già pas­sa­ti all’om­bra del­la pa­ro­dia, nel­la car­rie­ra del To­po­li­no che ne­gli an­ni Tren­ta-Qua­ran­ta (dal ’31 ap­pa­re Plu­to, nel ’34 de­but­ta­no Pip­po e Pa­pe­ri­no) è pro­ta­go­ni­sta di de­ci­ne di av­ven­tu­re do­ve si spa­zia dal we­stern, al mu­si­cal, poi va­can­ze, com­me­dia, scien­zia­ti paz­zi, il po­li­zie­sco, per­fi­no la se­ra­ta de­gli Oscar e il Can­to di Na­ta­le di Dic­kens (ma sia­mo nell’83, e nel ’90 ap­pa­re in Il prin­ci­pe e il po­ve­ro da Mark Twain). La sua fa­ma è le­ga­ta a Fan­ta­sia del ’40 (inu­ti­le il re­ma­ke del 2000) con l’epi­so­dio dell’Ap­pren­di­sta stre­go­ne, mu­si­ca di Paul Du­kas.

Mic­key Mou­se o le pro­dez­ze dei prin­ci­pi e del­la mo­ra­le: è fe­de­le a Min­nie e com­bat­te Gam­ba­di­le­gno, con la sua eu­fo­ria fa an­da­re avan­ti il Pae­se.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.