Ma­nua­le di con­ver­sa­zio­ne

Si può di­re che Ber­to è il Ro­th ita­lia­no? Cer­to, ma an­che che Ro­th è il Ber­to ame­ri­ca­no

Corriere della Sera - Sette - - Si Può Dire Che Berto È Il Roth Italiano? Certo, M - A. D’O.

IL LET­TO­RE MAR­CO MONTAGNA

si era la­men­ta­to non tro­van­do Il ma­le oscu­ro di Giu­sep­pe Ber­to in li­bre­ria. La cosa ha fat­to ar­rab­bia­re An­to­nio Lo­do­la: «Che il si­gnor Montagna si ba­si so­lo sull’opi­nio­ne di un li­bra­io po­co in­for­ma­to, pas­si... ma che lei ci cre­da al pun­to da pub­bli­ca­re la la­gnan­za di un let­to­re sen­za man­co ve­ri­fi­ca­re su In­ter­net, beh... questo non è da lei! P.S. tro­vo Il ma­le oscu­ro mol­to oscu­ro, scrit­to com’è con un pun­to fer­mo ogni pa­gi­na». An­che l’edi­to­re Ne­ri Poz­za ri­cor­da di ave­re ap­pe­na ri­pub­bli­ca­to il ca­po­la­vo­ro di Ber­to e che ne ri­sul­ta­no gia­cen­ti an­co­ra 500 co­pie: «Il no­stro in­ten­to è esat­ta­men­te quel­lo che mo­ti­va­va un suo ar­ti­co­lo: mo­stra­re che Ber­to è uno dei più im­por­tan­ti scrit­to­ri del no­stro No­ve­cen­to». Si­gnor Lo­do­la, mi cre­da, non ho bi­so­gno di an­da­re su In­ter­net per sa­pe­re qua­li li­bri so­no in li­bre­ria, a non sa­per­lo è il li­bra­io del si­gnor Montagna. Per questo ave­vo pub­bli­ca­to la pro­te­sta del let­to­re. A ta­glia­re la te­sta al to­ro ci pen­sa Di­na Poz­zi: «Un suo let­to­re non ha tro­va­to in li­bre­ria Il ma­le

oscu­ro. So­no qua­si cer­ta di aver­ne una co­pia. Se il si­gnor Montagna la au­to­riz­za a dar­mi il suo in­di­riz­zo glie­la spe­di­rò più che vo­len­tie­ri (al mio rien­tro a ca­sa a me­tà settembre)». Sa­rà fat­to, gen­ti­le si­gno­ra.

COMPLIMENTI DI CUORE

a Ro­ber­to Gio­ia che scri­ve: «Ho let­to Il ma­le oscu­ro e le so­no gra­to di aver­me­lo fat­to ri­sco­pri­re (ri­cor­do di aver­lo let­to una ven­ti­na di anni fa ma non mi pa­re mi aves­se con­qui­sta­to co­sì co­me ora, che stia ma­tu­ran­do?). Leg­gen­do­lo ho pen­sa­to a La­men­to di Port­noy per la fi­gu­ra pa­ter­na e l’umo­ri­smo di cui en­tram­bi i ro­man­zi so­no per­mea­ti. Pro­ba­bil­men­te sco­pro l’ac­qua cal­da e magari lei ave­va già scrit­to qual­co­sa a pro­po­si­to dell’ac­co­sta­men­to tra i due ro­man­zi, co­mun­que più in ge­ne­ra­le vede dei pun­ti di con­tat­to tra Ber­to e Ro­th? Sa­reb­be in­te­res­san­te sa­pe­re se Ro­th ab­bia mai let­to qual­co­sa di Ber­to...». Ber­to è il Ro­th ita­lia­no, lo di­co da anni. Ri­cor­do che Il ma­le

oscu­ro uscì nel 1964 e La­men­to di Port­noy nel 1969. For­se si può an­che di­re che Ro­th è il Ber­to ame­ri­ca­no.

Ali­ce Fee­ney Ogni pic­co­la bugia (Nord)

Lo scrit­to­re Phi­lip Ro­th, au­to­re di La­men­to di Port­noy

Lo scrit­to­re Giu­sep­pe Ber­to, au­to­re di Il ma­le oscu­ro

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.