MO­SE, IL NUO­VO «MO­STRO DEL­LA LA­GU­NA»

Corriere della Sera - - DA PRIMA PAGINA - Di Al­do Gras­so

Il mo­stro del­la la­gu­na si chia­ma Mo­se. Con­ti­nua a fa­re vit­ti­me. Do­po una lun­ga se­rie di pat­teg­gia­men­ti già av­ve­nu­ti nel 2014, cioè nel­lo stes­so an­no dell’esplo­sio­ne del ca­so con 35 ar­re­sti a va­rio ti­to­lo per cor­ru­zio­ne, ap­pro­pria­zio­ne in­de­bi­ta e di­stra­zio­ne di fon­di pub­bli­ci, ar­ri­va ora la con­dan­na dell’ex mi­ni­stro all’Am­bien­te Al­te­ro Mat­teo­li (An) e di al­tri im­pu­ta­ti. As­sol­to in­ve­ce l’ex sin­da­co Gior­gio Orsoni. Gran­di ope­re, gran­di tan­gen­ti. Il Mo­se è quel si­ste­ma di pa­ra­tie mo­bi­li Le spe­se Do­ve­va co­sta­re un mi­liar­do e 660 mi­lio­ni. Già spe­si più di 5 a scom­par­sa per di­fen­de­re la la­gu­na e Ve­ne­zia dall’ac­qua al­ta. In real­tà, si è ri­ve­la­to es­se­re la più gran­de fon­te di tan­gen­ti del­la sto­ria d’Ita­lia. Quan­do è sta­to pro­get­ta­to, nel 1989, il Mo­se sa­reb­be do­vu­to co­sta­re un mi­liar­do e 660 mi­lio­ni di eu­ro (in li­re d’al­lo­ra, cir­ca 3.200 mi­liar­di). Ad og­gi so­no sta­ti spe­si 5 mi­liar­di e 493 mi­lio­ni di eu­ro, l’ope­ra non è an­co­ra fi­ni­ta e nel pro­ces­so si è sta­bi­li­to che mol­ti di quei sol­di so­no sta­ti «di­strat­ti» in ge­ne­ro­se do­na­zio­ni. «Il mo­stro del­la la­gu­na ne­ra» è un ce­le­bre film di Jack Ar­nold del 1954: la la­gu­na è un pa­ra­di­so ma nes­su­no è mai tor­na­to in­die­tro per de­scri­ver­la. Il Mo­se è un pa­ra­di­so tan­gen­ti­zio, il nuo­vo mo­stro del­la la­gu­na ne­ra che in­ghiot­te uo­mi­ni e de­na­ri. A dif­fe­ren­za dell’ori­gi­na­le, pe­rò, fun­zio­na ma­le, tan­to che le cer­nie­re del­le fa­mo­se pa­ra­tie mo­bi­li stan­no crean­do pro­ble­mi e co­sti al­tis­si­mi di ma­nu­ten­zio­ne.

Il son­no del ra­gio­nie­re ge­ne­ra mo­stri.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.