Si­ri: le lo­ro re­si­sten­ze? Un equi­vo­co Aiu­tia­mo gen­te schiac­cia­ta dal­la cri­si

Corriere della Sera - - Primo Piano I Conti Pubblici - Ales­san­dro Tro­ci­no

Il pre­mier Con­te a Bo­lo­gna in­sie­me al fi­glio

RO­MA «Le re­si­sten­ze dei 5 Stel­le? Sia­mo di fron­te a un equi­vo­co, non stia­mo fa­cen­do un fa­vo­re agli eva­so­ri, stia­mo dan­do una ma­no a chi non ce la fa a pa­ga­re in que­sta vi­ta e non ce la fa­rà nel­la pros­si­ma». Ar­man­do Si­ri, sot­to­se­gre­ta­rio le­ghi­sta al­le In­fra­strut­tu­re, spie­ga lo sta­to del­la dif­fi­ci­le trat­ta­ti­va con il Mo­vi­men­to sul condono, chia­ma­to più ami­che­vol­men­te «pa­ce fi­sca­le».

Sot­to­se­gre­ta­rio, scio­glia­mo gli equi­vo­ci: di co­sa par­lia­mo quan­do par­lia­mo di pa­ce fi­sca­le?

«La pa­ce fi­sca­le è un prov­ve­di­men­to a fa­vo­re di quei con­tri­buen­ti,

in re­go­la con la di­chia­ra­zio­ne dei red­di­ti, che quin­di non so­no eva­so­ri, e che ver­sa­no in dif­fi­col­tà eco­no­mi­che con­cla­ma­te. A lo­ro dia­mo la pos­si­bi­li­tà di chiu­de­re la lo­ro po­si­zio­ne a sal­do e stral­cio».

Un re­ga­lo a chi non può pa­ga­re?

«Non è una co­sa mar­zia­na, av­vie­ne in tut­te le di­na­mi­che de­bi­to-cre­di­to. Qua­lun­que cre­di­to­re, se ca­pi­sce che il de­bi­to­re non può pa­ga­re, gli vie­ne in­con­tro. Al mo­men­to que­sti cre­di­ti val­go­no ze­ro».

Ma co­sì non si ri­schia di da­re il cat­ti­vo esem­pio?

«Ci sia­mo di­men­ti­ca­ti che dal 2008 a og­gi c’è sta­ta la più gran­de re­ces­sio­ne eco­no­mi­ca del do­po­guer­ra? Non sia­mo di fron­te a fur­bi che han­no por­ta­to i sol­di all’este­ro, ma a per­so­ne schiac­cia­te da que­sta cri­si. Gen­te che non può la­vo­ra­re in chia­ro sen­nò vie­ne pi­gno­ra­ta, che non può ave­re il con­to cor­ren­te, per­so­ne co­stret­te a vi­ve­re co­me to­pi e che chie­do­no so­lo di tor­na­re in re­go­la».

Lei ha ci­ta­to tre ali­quo­te, 6, 10 e 25%, da pa­ga­re a se­con­do del­le con­di­zio­ni eco­no­mi­che.

«Sì, non me le so­no in­ven­ta­te sta­mat­ti­na. So­no nel­la no­stra pro­po­sta ini­zia­le del­la flat tax. Pe­rò con­si­de­ran­do una pos­si­bi­le so­vrap­po­si­zio­ne con la rot­ta­ma­zio­ne, un’ipo­te­si di com­pro­mes­so po­treb­be es­se­re un’ali­quo­ta

Il pre­mier Con­te, con il fi­glio Nic­co­lò, ie­ri era con i vo­lon­ta­ri del­la Pro­te­zio­ne ci­vi­le: «Va dif­fu­sa la cul­tu­ra del­le buo­ne pra­ti­che del­la Pro­te­zio­ne ci­vi­le». unica al 25%».

I 5 Stel­le sa­ran­no d’ac­cor­do?

«Pen­so pro­prio di sì».

E il tet­to? Sie­te par­ti­ti da un mi­lio­ne e si è ar­ri­va­ti a par­la­re di un com­pro­mes­so da 200 mi­la euro. A che pun­to sia­mo?

«Per quel­lo che mi ri­guar­da io cre­do che deb­ba es­se­re di un mi­lio­ne in die­ci an­ni di cu­mu­lo».

Una ci­fra enor­me.

«No, ba­sta pren­de­re una mi­cro azien­di­na che ha pre­fe­ri­to pa­ga­re gli sti­pen­di piut­to­sto che le im­po­ste».

Per qual­cu­no dei 5 Stel­le sa­reb­be me­glio se ne oc­cu­pas­se il Par­la­men­to.

«Il Par­la­men­to è so­vra­no, se pe­rò riu­scia­mo a in­se­rir­la già nel de­cre­to è me­glio».

I tec­ni­ci par­la­no di bu­co nel bi­lan­cio.

«Non c’è nes­sun bu­co. E nes­su­na so­vrap­po­si­zio­ne con la rot­ta­ma­zio­ne: so­no pro­fi­li di con­tri­buen­ti di­ver­si. Nel ca­so del­la pa­ce fi­sca­le de­vi es­se­re nel­la con­cla­ma­ta im­pos­si­bi­li­tà di pa­ga­re, a cau­sa del­le con­di­zio­ni red­di­tua­li e pa­tri­mo­nia­li».

Quan­ti mi­liar­di si pos­so­no re­cu­pe­ra­re con tut­te le mi­su­re fi­sca­li?

«L’am­mon­ta­re di tut­te le car­tel­le è di 850 mi­liar­di di euro. Pen­so da que­ste che si pos­sa ri­ca­var­ne un 7-8 per cen­to».

E per chi in­ve­ce avreb­be i sol­di per pa­ga­re?

Si pen­sa a un pa­ga­men­to in cin­que an­ni, tol­ti in­te­res­si e san­zio­ni».

Il mi­ni­stro Tria si è mol­to ir­ri­ta­to per il bli­tz di Di Ma­io su Ali­ta­lia.

«Non ho ca­pi­to per­ché. Di Ma­io è il mi­ni­stro che sta ge­sten­do Ali­ta­lia e ha tutto il di­rit­to di par­lar­ne».

Si di­ce che sia a ri­schio la sua per­ma­nen­za al go­ver­no.

«Non cre­do pro­prio che sia a ri­schio. Non c’è ra­gio­ne per­ché Tria non deb­ba con­ti­nua­re a fa­re il mi­ni­stro».

Il tet­to «Cre­do che per la pa­ce fi­sca­le il tet­to deb­ba es­se­re di un mi­lio­ne in die­ci an­ni di cu­mu­lo»

Le­ga Ar­man­do Si­ri, 47 an­ni, se­na­to­re, è sot­to­se­gre­ta­rio ai Tra­spor­ti e al­le in­fra­strut­tu­re

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.