Ap­pel­lo di Mer­kel: vi pre­go, sta­te a ca­sa

In Ger­ma­nia 7.830 con­ta­gi in 24 ore, re­cord da ini­zio pan­de­mia I ti­mo­ri del­la Can­cel­lie­ra: «Da que­sti gior­ni di­pen­de il Na­ta­le»

Corriere della Sera - - Primo Piano - DAL NO­STRO COR­RI­SPON­DEN­TE Pao­lo Va­len­ti­no

«Ri­ma­ne­te a ca­sa — di­ce An­ge­la Mer­kel ai te­de­schi — ri­nun­cia­te a ogni viag­gio e a ogni fe­sta a me­no che non sia­no as­so­lu­ta­men­te ne­ces­sa­ri». Nel gior­no in cui il nu­me­ro dei nuo­vi con­ta­gi da Covid-19 in Ger­ma­nia sfio­ra quo­ta 8 mi­la, la can­cel­lie­ra lan­cia un ap­pel­lo ac­co­ra­to e dram­ma­ti­co ai suoi con­na­zio­na­li. Dall’ini­zio del­la scor­sa set­ti­ma­na, Mer­kel non na­scon­de la sua pre­oc­cu­pa­zio­ne e in­sod­di­sfa­zio­ne per quel­lo che con­si­de­ra un ap­proc­cio trop­po su­per­fi­cia­le dei Laen­der fe­de­ra­li, cui spet­ta ogni de­ci­so­ne an­che nell’emer­gen­za, di fron­te al­la se­con­da on­da­ta del­la pan­de­mia. «Quel­lo che fac­cia­mo non è ab­ba­stan­za per te­ne­re lon­ta­no il ma­le», ave­va det­to mer­co­le­dì scor­so ai pre­mier re­gio­na­li, nel ver­ti­ce straor­di­na­rio da lei con­vo­ca­to a Ber­li­no. Ma ie­ri Mer­kel ha scel­to di ri­vol­ger­si di­ret­ta­men­te ai cit­ta­di­ni: «Dob­bia­mo fa­re di tut­to per evi­ta­re che il vi­rus si dif­fon­da in mo­do in­con­trol­la­to», ha di­chia­ra­to la can­cel­lie­ra nel suo po­d­ca­st set­ti­ma­na­le. «Ogni gior­no con­ta, per fa­vo­re ri­ma­ne­te a ca­sa o nel vo­stro luo­go di do­mi­ci­lio quan­to più pos­si­bi­le. Ca­pi­sco quan­to que­sto non so­lo suo­ni du­ro, ma in al­cu­ni ca­si sia an­che una pe­san­te ri­nun­cia». Ep­pu­re, spie­ga Mer­kel, «lo dob­bia­mo a noi stes­si». «È ne­ces­sa­rio per la no­stra sa­lu­te e per im­pe­di­re che il no­stro si­ste­ma sa­ni­ta­rio si ri­tro­vi sot­to pres­sio­ne. È ne­ces­sa­rio per­ché le no­stre scuo­le ri­man­ga­no aper­te. È ne­ces­sa­rio per la no­stra eco­no­mia e i no­stri po­sti di la­vo­ro». L’ana­li­si del­la can­cel­lie­ra è che la Ger­ma­nia si tro­vi nuo­va­men­te «in una fa­se mol­to se­ria del­la pan­de­mia», che ad­di­rit­tu­ra si dif­fon­de a un rit­mo più al­to del­la pri­ma on­da­ta: «Co­me sa­rà il no­stro Na­ta­le lo si de­ci­de nei pros­si­mi gior­ni», è il mo­ni­to di An­ge­la Mer­kel. I 7830 ca­si di ie­ri co­sti­tui­sco­no un nuo­vo mas­si­mo gior­na­lie­ro. I mor­ti so­no sta­ti 33, men­tre il tas­so di con­ta­gio (l’R0 che mi­su­ra il nu­me­ro di per­so­ne con­ta­gia­te a lo­ro vol­ta da ogni in­fet­ta­to) è di 1,30, in co­stan­te au­men­to da due gior­ni.

(Afp)

Can­cel­lie­ra An­ge­la Mer­kel l’al­tro ie­ri al­la riu­nio­ne del Con­si­glio Eu­ro­peo

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.