Pd, vin­ce Di Fe­de Ran­di chie­de un com­mis­sa­rio

Con­gres­so, il vo­to fi­ni­sce 24 a 12. Co­sta: «Ora de­ci­da il na­zio­na­le»

Corriere dell'Alto Adige - - DA PRIMA PAGINA - Mar­co An­ge­luc­ci

La votazione è fi­ni­ta 24 a 12: il da­to uf­fi­cia­le sa­rà dif­fu­so so­lo lu­ne­dì. Il da­to po­li­ti­co, pe­rò, è chia­ro: la mo­zio­ne del­la se­gre­ta­ria Li­lia­na Di Fe­de è ri­sul­ta­ta mag­gio­ri­ta­ria ma non ab­ba­stan­za per­ché il vo­to sia va­li­do.

BOL­ZA­NO La votazione è fi­ni­ta 24 a 12 ma il da­to è uf­fi­cio­so. Quel­lo uf­fi­cia­le sa­rà dif­fu­so so­lo lu­ne­dì. Ma il da­to po­li­ti­co è chia­ro. La mo­zio­ne del­la se­gre­ta­ria Li­lia­na Di Fe­de è ri­sul­ta­ta mag­gio­ri­ta­ria ma non ab­ba­stan­za per­ché il vo­to sia va­li­do. Tan­to che il pre­si­den­te dell’as­sem­blea Mau­ro Ran­di pro­spet­ta ad­di­rit­tu­ra il com­mis­sa­ria­men­to del par­ti­to. «Non scher­zia­mo» ri­bat­te Di Fe­de li­qui­dan­do l’usci­ta di Ran­di co­me una bou­ta­de.

Nel Pd il li­vel­lo del­lo scon­tro non scen­de, an­zi. Il no­do del con­ten­de­re è la no­mi­na de­gli 11 com­po­nen­ti del­la Com­mis­sio­ne per il con­gres­so che sa­ran­no mem­bri di di­rit­to del­la pros­si­ma di­re­zio­ne pro­vin­cia­le. Un­di­ci po­sti che po­treb­be­ro ri­sul­ta­re de­ter­mi­nan­ti per gli equi­li­bri del­la fu­tu­ra as­sem­blea.

Le due pro­po­ste sul ta­vo­lo era­no mol­to di­ver­se. Quel­la del­la se­gre­ta­ria Li­lia­na Di Fe­de era ba­sa­ta sui da­ti del­le pri­ma­rie na­zio­na­li, quel­la del­le mi­no­ran­ze in­ve­ce sui ri­sul­ta­ti del­le pri­ma­rie pro­vin­cia­li del 2014.

Nel pri­mo ca­so si as­se­gna­va­no tre po­sti a cia­scu­na cor­ren­te (Ren­zi, Or­lan­do ed Emi­lia­no) più due fi­gu­re di ga­ran­zia co­me la se­gre­ta­ria Li­lia­na Di Fe­de e la vi­ce Na­dia Maz­zar­dis. «Co­sì si con­di­zio­na­no a prio­ri gli equi­li­bri: la mag­gio­ran­za si pren­de 8 po­sti su 11, co­mun­que va­da­no le pri­ma­rie, la pros­si­ma as­sem­blea sa­rà con­di­zio­na­ta» di­ce Ran­di.

La pro­po­sta di Uwe Staf­fler in­ve­ce pro­po­ne­va di da­re 5 po­sti all’area di Ro­ber­to Biz­zo, 1 a quel­la di Lui­sa Gnec­chi e cin­que in­di­ca­ti dal­la se­gre­ta­ria uscen­te. Ov­ve­ro 6 po­sti al­le mi­no­ran­ze e 5 all’at­tua­le mag­gio­ran­za. «Una pro­po­sta ir­ri­ce­vi­bi­le» met­te in chia­ro il ca­po­fi­la dei ren­zia­ni Car­lo Co­sta.

Al­la con­sul­ta­zio­ne in­ter­na al­la di­re­zio­ne han­no par­te­ci­pa­to in 36 su 43 aven­ti di­rit­to. In 24 han­no scel­to la mo­zio­ne Di Fe­de, in 12 quel­la di Staf­fler. La mag­gio­ran­za pe­rò non è suf­fi­cien­te, per si­mi­li de­ci­sio­ni oc­cor­ro­no i due ter­zi. Lo scon­tro dun­que, è de­sti­na­to a per­du­ra­re.

«Se non c’è un ac­cor­do su una que­stio­ne co­sì de­li­ca­ta co­me la com­mis­sio­ne di ga­ran­zia al­lo­ra si po­treb­be an­che chie­de­re che Ro­ma no­mi­ni un com­mis­sa­rio» av­ver­te Ran­di. La se­gre­ta­ria Di Fe­de con­fer­ma che sen­za i due ter­zi non si può pro­ce­de­re ma si ri­ser­va il di­rit­to di va­lu­ta­re le pros­si­me mos­se. E l’ipo­te­si com­mis­sa­ria­men­to vie­ne li­qui­da­ta co­me bat­tu­ta. «Non scher­zia­mo, ci so­no tut­ta una se­rie di pro­ce­du­re da ri­spet­ta­re. Il no­stro par­ti­to è ab­ba­stan­za strut­tu­ra­to».

Co­sta dal can­to suo la­scia in­ten­de­re già quel­la che sa­rà la li­nea del­la mag­gio­ran­za. «A que­sto pun­to non re­sta che far de­ci­de­re il na­zio­na­le. La pro­po­sta del­la se­gre­ta­ria mi sem­bra­va una pro­po­sta ac­cet­ta­bi­le da tut­ti ma co­sì non è sta­to».

Se la que­stio­ne fi­ni­rà sul ta­vo­lo del­la di­re­zio­ne na­zio­na­le è dif­fi­ci­le pre­ve­de­re la de­ci­sio­ne. Ogni vol­ta che ci so­no le pri­ma­rie in Al­to Adi­ge, a Ro­ma ar­ri­va­no ri­cor­si co­me se pio­ves­se. La di­re­zio­ne na­zio­na­le è già sta­ta in­te­res­sa­ta sul­le mo­di­fi­che al­lo Sta­tu­to e la pro­po­sta ap­pro­va­ta a Bol­za­no è sta­ta re­spin­ta a Ro­ma. Ora non re­sta che at­ten­de­re il re­spon­so sul­la no­mi­na del­la Com­mis­sio­ne na­zio­na­le per il con­gres­so.

La se­gre­ta­ria «Se nes­su­no ot­tie­ne una mag­gio­ran­za qua­li­fi­ca­ta il vo­to non ver­rà con­va­li­da­to»

Mau­ro Ran­di

Li­lia­na Di Fe­de

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.