Brai­to, il coa­ch che ri­sve­glia le co­scien­ze

Corriere dell'Alto Adige - - PRIMO PIANO - Mar­co An­ge­luc­ci

In tem­po di ele­zio­ni i can­di­da­ti so­no par­ti­co­lar­men­te at­ten­ti agli elet­to­ri. Se li coc­co­la­no, sus­sur­ra­no pa­ro­li­ne dol­ci. In­som­ma cer­ca­no in tut­ti i mo­di di ac­cat­ti­var­si le lo­ro sim­pa­tie per tra­sfor­mar­le in con­sen­so elet­to­ra­le. Ste­fan Brai­to, can­di­da­to del Team Köl­len­sper­ger, è di quel­li che par­la­no di­ret­ta­men­te al cuo­re. Nel­la vi­ta fa il life coa­ch e or­ga­niz­za se­mi­na­ri di ogni ge­ne­re. Dal­la co­stru­zio­ne di tam­bu­ri ai cor­si di so­prav­vi­ven­za nel­la sua scuo­la dei leo­ni di mon­ta­gna: er­go sa co­me sve­glia­re le co­scien­ze. «Ognu­no di noi è un ar­ti­sta, un po­ten­zia­le crea­to­re: la mia po­li­ti­ca vi aiu­te­rà a svi­lup­pa­re i vo­stri ta­len­ti» pro­met­te Brai­to in un vi­deo in cui si pro­po­ne co­me rap­pre­sen­tan­te del­le per­so­ne con una co­scien­za nuo­va. Il suo obiet­ti­vo è di­ven­ta­re il pros­si­mo as­ses­so­re al­la cul­tu­ra. Po­co im­por­ta se do­vrà far slog­gia­re un big del ca­li­bro di Phi­lipp Acham­mer, Ob­mann Svp. Co­me fa­rà lo spie­ga lui stes­so in un po­st un fi­li­no enig­ma­ti­co. «Mi im­pe­gno a fa­vo­re di un nuo­vo co­me in mo­do che col mi­ni­mo sfor­zo si rag­giun­ga la mas­si­ma ef­fi­cien­za».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.