Pa­pi­ni: Il Lec­ce ora ha la giu­sta men­ta­li­tà

Corriere dello Sport (Campania) - - Serie B - Di Elio Don­no

Da ie­ri mat­ti­na i gio­ca­to­ri del Lec­ce han­no ri­pre­so la pre­pa­ra­zio­ne do­po la pau­sa na­ta­li­zia. Bra­glia li ha su­bi­to im­pe­gna­ti in una dop­pia se­du­ta: in mat­ti­na­ta la­vo­ro in pa­le­stra e sul ter­re­no di gio­co per un ri­chia­mo del­la pre­pa­ra­zio­ne e nel po­me­rig­gio la­vo­ro atle­ti­co e par­ti­tel­la a cam­po ri­dot­to. An­che og­gi so­no in pro­gram­ma due fa­si di la­vo­ro per­ché Bra­glia ha fret­ta di ri­tro­va­re la squa­dra con lo smal­to con cui ave­va di­spu­ta­to l'ul­ti­ma ga­ra del 2015. Men­tre il ds Trin­che­ra co­min­cia a muo­ver­si per le ine­vi­ta­bi­lio­pe­ra­zio­ni­di­mer­ca­to che ci sa­ran­no, pe­rò la con­se­gna per tut­ti è di con­cen­trar­si sul la­vo­ro da svol­ge­re nel Lec­ce per­ché la fa­se del­la sta­gio­ne che la squa­dra sta vi­ven­do non con­sen­te di­stra­zio­ni di sor­ta.

BAT­TE­RIE CA­RI­CHE. Di ta­le sta­to ani­mo si è re­so in­ter­pre­te il ca­pi­ta­no Ro­meo Pa­pi­ni che, do­po ave­re de­fi­ni­to uti­le que­sta fa­se di ri­spo­so («è ser­vi­ta per ri­ca­ri­ca­re le bat­te­rie») ha ri­ba­di­to la ne­ces­si­tà di ini­zia­re il 2016 a spron battuto: «Sia­mo una squa­dra con­sa­pe­vo­le di ave­re ot­te­nu­to ri­sul­ta­ti im­por­tan­ti, ma an­che di do­ver mi­glio­ra­re sot­to l'aspet­to del­la con­ti­nui­tà, per­ché ab­bia­mo le po­ten­zia­li­tà per im­por­ci a qua­lun­que av­ver­sa­rio».

Per il ro­ma­no, di­ve­nu­to l'ani­ma del­la squa­dra, è sta­to un an­no ca­rat­te­riz­za­to da ri­cor­di ama­ri e da al­tri sti­mo­lan­ti: tra i da­ti ne­ga­ti­vi an­no­ve­ra la de­lu­sio­ne per il man­ca­to ac­ces­so ai play off, tra quel­li po­si­ti­vi la fa­scia di ca­pi­ta­no che gli è sta­ta con­se­gna­ta e la bel­la rincorsa che la squa­dra sta ef­fet­tuan­do: «Es­se­re ca­pi­ta­no di que­sta squa­dra mi inor­go­gli­sce e vo­glio fa­re di tut­to per con­cor­re­re al rag­giun­gi­men­to dell'ob­biet­ti­vo che ci sia­mo po­sto per­ché lo me­ri­ta­no la cit­tà, la so­cie­tà ed i ti­fo­si che nei mo­men­ti di difficoltà ci han­no sem­pre so­ste­nu­ti».

Da co­no­sci­to­re del­la Le­ga, Pro il ca­pi­ta­no sa che «mi­ster Bra­glia sta in­cul­can­do in cia­scu­no di noi la men­ta­li­tà giu­sta per que­sto tor­neo, che è ba­sa­ta sul­la con­cre­tez­za. Spe­cie in tra­sfer­ta, una ga­ra si può de­ci­de­re con un epi­so­dio, per­ché qui non ba­sta gio­ca­re be­ne».

PAURAPERDIOP. Se l’è vi­sta brut­ta Abou Diop, ie­ri po­me­rig­gio, men­tre si re­ca­va sul cam­po di al­le­na­men­to di Mar­ti­gna­no. Per cau­se in via di ac­cer­ta­men­to, la Smart su cui viag­gia­va pri­ma ha sban­da­to, poi si è ri­bal­ta­ta ed ha con­clu­so la sua cor­sa sul ci­glio del­la stra­da. Nel­lo spet­ta­co­la­re in­ci­den­te, il gio­ca­to­re è ri­ma­sto for­tu­na­ta­men­te il­le­so e si è al­le­na­to poi con i com­pa­gni di squa­dra.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.