Pi­sa, via Cuo­ghi In po­le po­si­tion c’è Sem­pli­ci

Corriere dello Sport (Lombardia) - - Calcio - di Al­do Gag­gi­ni

PI­SA - Gli è sta­ta fa­ta­le l'ul­ti­ma scon­fit­ta, la più pe­san­te nel­la bre­vis­si­ma sto­ria dell'Ac Pi­sa 1909 (0-3 ad An­dria): Ste­fa­no Cuo­ghi è sta­to eso­ne­ra­to e, in at­te­sa del­la no­mi­na del suo suc­ces­so­re (Leo­nar­do Sem­pli­ci in po­le po­si­tion: è l’au­to­re del mi­ra­co­lo-Fi­gli­ne), la squa­dra è af­fi­da­ta per il mo­men­to all'al­le­na­to­re in se­con­da Alessandro Ber­to­ni e al pre­pa­ra­to­re atle­ti­co Ser­gio Gio­va­ni. Giun­ge co­sì all'epi­lo­go la cri­si del Pi­sa che in Pu­glia ha toc­ca­to il suo api­ce de­ter­mi­nan­do una svol­ta tec­ni­ca non più pro­cra­sti­na­bi­le. Al­la fi­ne an­che il pre­si­den­te Bat­ti­ni che ha pro­va­to a di­fen­de­re il suo al­le­na­to­re fi­no all'ul­ti­mo, si è do­vu­to ar­ren­de­re all'evi­den­za, chiu­den­do a ma­lin­cuo­re il ca­pi­to­lo. Che l'eso­ne­ro fos­se or­mai ine­vi­ta­bi­le si era ca­pi­to dal­le ul­ti­me di­chia­ra­zio­ni del mas­si­mo espo­nen­te ne­raz­zur­ro: «Par­le­re­mo con tut­ti per tro­va­re una so­lu­zio­ne al pro­ble­ma. L'ho già fat­to la scor­sa set­ti­ma­na, ma non è ser­vi­to a nien­te, ora, pe­rò, il qua­dro po­treb­be es­se­re di­ver­so. In­sie­me a Ca­mil­li non ab­bia­mo mai pen­sa­to a cam­bia­re l'al­le­na­to­re e co­sì non c'è nes­sun so­sti­tu­to a por­ta­ta di ma­no per­ché non lo ab­bia­mo mai cer­ca­to. Me­ri­tia­mo una clas­si­fi­ca mi­glio­re e la squa­dra ha le sue re­spon­sa­bi­li­tà per i ri­sul­ta­ti che non ar­ri­va­no co­me ave­va­mo spe­ra­to». NO­VE PA­REG­GI - Il 3 no­vem­bre dell'an­no scor­so Ste­fa­no Cuo­ghi as­su­me­va la gui­da del Pi­sa in Se­rie D su­ben­tran­do a Pao­lo In­dia­ni eso­ne­ra­to do­po la scon­fit­ta di Car­pi (1-0) al- l'un­di­ce­si­ma gior­na­ta. A di­stan­za di 12 me­si la sua av­ven­tu­ra in ne­raz­zur­ro si è con­clu­sa: il pe­san­te 0-3 di An­dria e so­prat­tut­to la man­ca­ta rea­zio­ne del­la squa­dra, a lun­go in ba­lia de­gli av­ver­sa­ri, han­no spin­to con de­ci­sio­ne ver­so que­sta di­re­zio­ne. Quin­di­ci pun­ti in al­tret­tan­te par­ti­te e pe­nul­ti­mo po­sto in clas­si­fi­ca, ec­co i nu­me­ri di una squa­dra che se­gna col con­ta­goc­ce - ap­pe­na 13 i gol all'at­ti­vo - e in com­pen­so ne su­bi­sce al­me­no uno a par­ti­ta con le uni­che ec­ce­zio­ni del­le ga­re con il Co­sen­za e la Ca­ve­se; re­cord di pa­reg­gi di tut­ta la Pri­ma Di­vi­sio­ne - ben no­ve - e so­prat­tut­to la vit­to­ria che man­ca dall'ot­ta­va gior­na­ta (1-0 al­la Ca­ve­se). Il bi­lan­cio com­ples­si­vo è de­fi­ci­ta­rio e pur aven­do un con­trat­to bien­na­le e la sti­ma in­con­di­zio­na­ta di Bat­ti­ni e Ca­mil­li, il tec­ni­co mo­de­ne­se ha vi­sto scen­de­re le sue quo­ta­zio­ni set­ti­ma­na do­po set­ti­ma­na fi­no al pun­to del non ri­tor­no. SUC­CES­SO­RE - Ora si apre il non sem­pli­ce ca­pi­to­lo del­la ri­cer­ca del so­sti­tu­to. In­sie­me a Nel­lo Di Co­stan­zo che in un'in­ter­vi­sta ha da­to la sua di­spo­ni­bi­li­tà per la pan­chi­na ne­raz­zur­ra, si fan­no i no­mi di Leo­nar­do Sem­pli­ci, Giu­sep­pe Gal­de­ri­si, An­to­nel­lo Cuc­cu­red­du e Mo­re­no Tor­ri­cel­li. Una scel­ta non sem­pli­ce che coin­vol­ge an­che tut­to lo staff tec­ni­co le­ga­to all'al­le­na­to­re ap­pe­na eso­ne­ra­to. Og­gi, in­fat­ti, al­la ri­pre­sa del­la pre­pa­ra­zio­ne, la squa­dra tro­ve­rà a gui­dar­la il se­con­do di Cuo­ghi e il suo pre­pa­ra­to­re atle­ti­co, una for­mu­la in­con­sue­ta pro­ba­bil­men­te de­sti­na­ta a du­ra­re lo spa­zio di po­chi gior­ni.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.