Biag­gi twit­ta: con Eleo­no­ra è fi­ni­ta

La Pe­dron fu Miss Ita­lia 2002: la lo­ro sto­ria è du­ra­ta 12 an­ni

Corriere dello Sport (Lombardia) - - Formula 1 -

Max Biag­gi do­po aver an­nun­cia­to su twit­ter nei gior­ni scor­si il suo ter­zo ap­pun­ta­men­to con il Mon­dia­le Superbike, a Lo­sail in Qa­tar, do­po le wil­d­card di Mi­sa­no e Se­pang, ha uti­liz­za­to il so­cial per un’in­for­ma­zio­ne mol­to più per­so­na­le e de­ci­sa­men­te me­no en­tu­sia­sman­te. « E' dif­fi­ci­le dir­lo, ma è fi­ni­ta! Con Ele ci so­no sta­ti mo­men­ti dif­fi­ci­li, ab­bia­mo pro­va­to a re­cu­pe­ra­re ma al­la lun­ga non è sta­to pos­si­bi­le».

Il ri­fe­ri­men­to, ov­via­men­te, è al­la sua lun­ga sto­ria d'amo­re con Eleo­no­ra Pe­dron. Co­me cop­pia i due era­no le­ga­ti sen­ti­men­tal­men­te da do­di­ci an­ni. Il sei vol­te iri­da­to e l'ex Miss Ita­lia 2002 han­no due fi­gli, Ines An­ge­li­ca na­ta nel 2009 e Leon Ale­xan­dre, na­to nel 2010. Già nel 2013 i due era­no en­tra­ti in cri­si, un pe­rio­do dif­fi­ci­le che ine­vi­ta­bil­men­te si era ri­ver­be­ra­to sul­la car­rie­ra spor­ti­va del fuo­ri­clas­se ro­ma­no.

« Non è un di­vor­zio per­ché non sia­mo spo­sa­ti e non ab­bia­mo mai par­la­to di ma­tri­mo­nio - ave­va spie­ga­to lui stes­so nel suo li­bro au­to­bio­gra­fi­co “Ol­tre” - ma una pau­sa sì. Ne ab­bia­mo en­tram­bi bi­so­gno, e pren­dia­mo que­sta de­ci­sio­ne con gran­de re­spon­sa­bi­li­tà per­ché ci vo­glia­mo be­ne e ab­bia­mo due fi­gli. E' la co­sa mi­glio­re da fa­re, e so­prat­tut­to è la co­sa mi­glio­re per me, con la sta­gio­ne in cor­so».

Fi­glio di ge­ni­to­ri se­pa­ra­ti e con un rap­por­to com­ples­so con la ma­dre, ri­cu­ci­to do­po 24 an­ni di si­len­zio so­lo al­la na­sci­ta del­la pri­ma fi­glia pro­prio gra­zie a Eleo­no­ra, Max al di là del suo per­so­nag­gio pub­bli­co è un uo­mo mol­to le­ga­to ai va­lo­ri del­la fa­mi­glia. «Quan­do i miei si so­no la­scia­ti il giu­di­ce ci ave­va, a me e mia so­rel­la Va­nes­sa, af­fi­da­to a mia ma­dre, ma io non riu­sci­vo a sen­tir­mi a mio agio. For­se per­ché lei ave­va un nuo­vo com­pa­gno e non mi sem­bra­va nor­ma­le vi­ve­re nel­la stes­sa ca­sa con un uo­mo che non fos­se mio pa­dre. Non lo ac­cet­ta­vo».

Per que­sto do­po aver ri­cu­ci­to il rap­por­to con Eleo­no­ra ave­va com­men­ta­to: « Do­po un­di­ci an­ni di vi­ta in co­mu­ne un mo­men­to dif­fi­ci­le ci può sta­re. L'im­por­tan­te è ri­tro­var­si. An­che nei mo­men­ti di mag­gio­re ten­sio­ne ho sem­pre pen­sa­to a noi co­me una fa­mi­glia so­li­da, ed Ele lo sa an­che se io fac­cio fa­ti­ca a mo­stra­re i miei sen­ti­men­ti». A 44 an­ni ora Biag­gi è cam­bia­to, è un uo­mo ma­tu­ro e pro­ba­bil­men­te que­st'ultimo pas­so ne è la con­fer­ma. Do­po le cri­si bi­so­gna an­da­re avan­ti, o co­me di­ce lui, ol­tre.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.