«Die­tro Ros­si c’è una na­zio­ne»

Bri­vio, l’at­tua­le team ma­na­ger: «L’at­te­sa è enor­me, for­se la­vo­re­re­mo an­co­ra in­sie­me»

Corriere dello Sport Stadio (Bologna) - - Moto - Dall'in­via­to

ESTO­RIL - Ave­te pre­sen­te una di quel­le gior­na­te in­ver­na­li pas­sa­te a guar­da­re la stra­da ba­gna­ta at­tra­ver­so un ve­tro im­per­la­to di piog­gia? Ec­co, il sa­ba­to del Gran Pre­mio dell'Esto­ril per noi è sta­to que­sto: uno sguar­do dal­la For­tez­za Ba­stia­ni in at­te­sa di una ses­sio­ne di qua­li­fi­che che non è mai ar­ri­va­ta.

Nel frat­tem­po ab­bia­mo vi­sto qual­che pi­lo­ta nel cor­so del­le li­be­re av­ven­tu­rar­si nel fred­do e nel­la neb­bia, mi­li­ta­ri man­da­ti in avan­sco­per­ta, ri­ma­ne­re an­che vit­ti­me di ag­gua­ti, sot­to for­ma di ca­du­te, co­me è ca­pi­ta­to a Lo­ren­zo, Sto­ner e Hay­den. So­no sta­ti, que­sti, gli uni­ci mo­men­ti adre­na­li­ni­ci di una gior­na­ta spenta, sci­vo­la­ta ine­so­ra­bil­men­te ver­so l'ine­vi­ta­bi­le con­clu­sio­ne: qua­li­fi­che an­nul­la­te, schie­ra­men­ti di par­ten­za determinati dal­la com­bi­na­ta di li­be­re co­mun­que non esal­tan­ti. LI­BE­RO - Se ciò og­gi por­te­rà ad una ga­ra del tut­to im­pre­ve­di­bi­le - spe­cie se co­me sem­bra il warm up si di­spu­te­rà con il ba­gna­to e si cor­re­rà sull'asciut­to - lo schie­ra­men­to di par­ten­za non ne è sta­to stra­vol­to: in po­le, la 16ª in Mo­toGP, la 42ª in car­rie­ra, la 7ª que­st'an­no, c'è in­fat­ti Jor­ge Lo­ren­zo che avrà al suo fian­co Hay­den e Va­len­ti­no Ros­si. In se­con­da ci sa­ran­no in­ve­ce Sto­ner, Spies e Me­lan­dri, con Do­vi­zio­so set­ti­mo. In fon­do tut­to re- go­la­re. E ma­ga­ri ver­rà fuo­ri an­che una bel­la ga­ra per­ché lo spa­gno­lo, li­be­ro dal­le pre­oc­cu­pa­zio­ni del ti­to­lo, ti­ra a vin­ce­re qui per il ter­zo an­no con­se­cu­ti­vo, men­tre Ros­si è sta­to chia­ro: «So­no pron­to a tut- to: ho un buon pas­so, gui­do be­ne e pos­so es­se­re com­pe­ti­ti­vo. Que­sta vol­ta sia­mo par­ti­ti da un buon as­set­to ed an­che con due so­li tur­ni al­le spal­le sia­mo pron­ti. Dif­fe­ren­te la si­tua­zio­ne in ca­so di asciut­to. Spe­ro di non do­ver im­prov­vi­sa­re per­chè in quel­lo non sia­mo trop­po bra­vi, al­me­no di qual­che gi­ro con l'asfal­to asciut­to avrem­mo bi­so­gno» .

Sa­rà, quel­la di og­gi, la pe­nul­ti­ma sfi­da di Va­len­ti­no Ros­si con la Ya­ma­ha, che la­sce­rà de­fi­ni­ti­va­men­te do­me­ni­ca pros­si­ma a Va­len­cia. AV­VEN­TU­RA - «Fi­ni­sce un'epo­ca - am­met­te il suo team ma­na­ger, Da­vi­de Bri­vio, an­ch'egli sul pie­de di par­ten­za, ma non con de­sti­na­zio­ne Du­ca­ti - so­no cu­rio­so, co­me tut­ti, di ve­der­lo sul­la De­smo­se­di­ci. Sa­rà un de­but­to che se­gui­rò dall'ester­no, co­me ti­fo­so. Mi ci­men­te­rò nell'at­ti­vi­tà di ma­na­ger, met­ten­do­mi in pro­prio. C'è la pos­si­bi­li­tà che ri­man­ga le­ga­to a Va­len­ti­no, ma di ciò avre­mo tem­po io e Ros­si di par­la­re que­sto in­ver­no, du­ran­te la sua con­va­le­scen­za» .

La sfi­da di Va­len­ti­no, dun­que, po­treb­be di­ven­ta­re an­che la sfi­da di Bri­vio. «Ri­spet­to al 2004 que­sta è di­ver­sa: al­lo­ra non c'era l’at­te­sa enor­me de­ter­mi­na­ta dai du­ca­ti­sti, og­gi c'è qua­si una na­zio­ne die­tro. D'al­tro can­to la Du­ca­ti è una mo­to com­pe­ti­ti­va, pe­rò è ve­ro an­che che ora gli av­ver­sa­ri so­no più for­ti» .

Man­ca­no no­ve gior­ni al de­but­to in Ros­so.

IN OF­FER­TA

Jor­ge Lo­ren­zo, 23 an­ni, sot­to­li­nea co­sì la set­ti­ma po­le sta­gio­na­le. Ar­ri­va­ta per la ve­ri­tà sen­za ec­ces­si­va fa­ti­ca: con le qua­li­fi­che an­nul­la­te a cau­sa del­la piog­gia, l’or­di­ne di par­ten­za è sta­to sti­la­to in ba­se ai tem­pi del­le pro­ve li­be­re di ve­ner­dì (La­Pres­se)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.