Suc­ces­so pre­zio­so per la Na­zio­na­le (3-2) che rie­sce a rea­gi­re do­po un sof­fer­to av­vio Sor­ri­de la gio­va­ne Ita­lia

Con or­go­glio e cuo­re do­ma­ta l'Olan­da: Bar­cel­li­ni pan­chi­na­ra vin­cen­te

Corriere dello Sport Stadio (Bologna) - - Pallavolo - Dall'in­via­to

HA­MA­MA­TSU - Più la man­di giù e più si ti­ra su: il re­frain di un fa­mo­so spot pub­bli­ci­ta­rio sem­bra di­se­gna­to su mi­su­ra per la gio­va­ne Ita­lia del­le don­ne che do­po Por­to­ri­co po­sa la pri­ma bel­la pie­tro­na sul­la stra­da di un Mon­dia­le giap­po­ne­se tut­to da so­gna­re. L'Olan­da del­le gi­gan­ti de­ve ar­ren­der­si al cuo­re, all'or­go­glio ma an­che al­le in­fi­ni­te ri­sor­se di un grup­po ca­pa­ce di sop­pe­ri­re ad as­sen­ze, in­for­tu­ni, addii e an­che ai pro­pri stes­si li­mi­ti. Fi­ni­sce in un tie break trion­fa­le con le ri­va­li di sem­pre, pie­ga­te più da un si­ste­ma, da una fi­lo­so­fia di gio­co che da ogni sin­go­la schiac­cia­ta.

Più la man­di giù e più si ti­ra su: to­glie­te a qual­sia­si squa­dra dell'uni­ver­so Ague­ro (ad­dio), Ba­raz­za (ma­ter­ni­tà), Pic­ci­ni­ni (re­cu­pe­ro in­for­tu­nio); ag­giun­ge­te la brut­ta se­ra­ta di Bo­set­ti, quel­la in chia­ro­scu­ro del­la Or­to­la­ni e in­ve­ce quel­la splen­di­da di una si­gno­ra in aran­cio­ne, ta­le Ma­non Flier pro­ta­go­ni­sta di uno show per­so­na­le con­di­to da 35 pun­ti. E cer­ca­te di ca­pi­re co­me si fa a con­ti­nua­re a vin­ce­re con tut­ti i nu­me­ri che di­co­no Olan­da e non Ita­lia. Lo­ro, le olan­de­si, ca­pa­ci di mu- ra­re, bat­te­re e ri­ce­ve­re me­glio di noi; noi di ave­re un piz­zi­co di in­ci­si­vi­tà in più in at­tac­co per me­ri­to sop­prat­tut­to del­la di­fe­sa. SCOS­SA - Non a ca­so, pro­prio nel mo­men­to in cui si tro­va nel pun­to più vi­ci­no all'In­fer­no, l'Ita­lia rial­za la te­sta e si ri­ti­ra su. Sot­to di un set e 10-13 nel se­con­do, la scos­sa ar­ri­va dal­la pan­chi­na. Fuo­ri Bo­set­ti, den­tro Bar­cel­li­ni e il gio­co è fat­to. Fa­ci­le, a pa­ro­le, ma in cam­po l'uni­ca co­sa che non tre­ma­va era la vo­ce di un Bar­bo­li­ni in­fu­ria­to con gli arbitri. In­ve­ce, poi­chè ci han­no in­se­gna­to da pic­co­li che i gio­va­ni dob­bia­mo far­li ve­ni­re a noi, è pro­prio la Bar­cel­li­ni a far scoc­ca­re la scin­til­la in­sie­me all'al­tra gio­va­ne col­le­ga, la cen­tra­le Ar­ri­ghet­ti, in ram­pa di lan­cio nell'ap­pro­priar­si di ruo­lo e ca­ri­sma del­la Ba­raz­za. In­tor­no a lo­ro, l'ani­ma sag­gia del grup­po sto­ri­co: Lo Bian­co, Gio­li, Car­dul­lo e Del Co­re, pun­tua­li a fa­re il lo­ro do­ve­re. Oscu­ro, quel­lo di Del Co­re e Car­dul­lo in ri­ce­zio­ne e di­fe­sa, e del­la Lo Bian­co ad ispi­ra­re; più ap­pa­ri­scen­te quel­lo di Mam­ma Fa­st, 23 pun­ti e pas­sa la pau­ra. Con la Or­to­la­ni cro­ce e de­li­zia per i suoi er­ro­ri gra­tui­ti e pe­ri­co­lo­sis­si­mi. Vin­cia­mo di ri­mon­ta nel se­con­do set e pu­re nel ter­zo (da 1-6, 8-15, 1922!); per­dia­mo il quar­to spre­can­do un pa­io di mat­ch ball ai van­tag­gi, poi ci pren­dia­mo tut­to al tie break. BEA­TE - Lo­ro, le bel­vet­te gio­va­ni han­no gli oc­chi lu­ci­di e l'emo­zio­ne an­co­ra sul­la pel­le. Par­la­no a fa­ti­ca, in­go­ian­do ma­go­ne e la­cri­me, trop­po fe­li­ci per pian­ge­re. Cri­sti­na Bar­cel­li­ni, 23 an­ni, no­va­re­se doc, de­scri­ve con pre­ci­sio­ne quel­lo che ha vis­su­to: « Cre­do pro­prio sia la par­ti­ta più bel­la mia vi­ta - con­fes­sa - I pri­mi pun­ti li ho ti­ra­ti con i bri­vi­di ad­dos­so, co­me i pri­mi del­la car­rie­ra. E so­no an­da­ti be­nis­si­mo, for­se per l'in­co­scien­za. Con quel­li do­po in­ve­ce, più ra­gio­na­ti, ho fat­to più fa­ti­ca. Co­mun­que un'espe­rien­za bel­lis­si­ma, spe­ro di ave­re al­tre oc­ca­sio­ni per da­re il mio con­tri­bu­to. An­che se so­no sod­di­sfat­ta del­la mia pre­sta­zio­ne, si può sem­pre fa­re di più». Va­len­ti­na Ar­ri­ghet­ti, 25 an­ni: « Mi so­no emo­zio­na­ta, que­sto è sta­to il ve­ro esor­dio mon­dia­le. Col Por­to­ri­co era so­lo ro­dag­gio. Aver vin­to con­tro que­sta for­tis­si­ma Olan­da, fa­rà be­ne al mo­ra­le di tut­ta la squa­dra».

In­tan­to c’è ap­pren­sio­ne per il ti­fo­ne Cha­ba (ven­ti a 210 kmh) che ha già cau­sa­to de­ci­ne di mor­ti, cen­ti­na­ia di fe­ri­ti e la can­cel­la­zio­ne di 800 vo­li: sta per col­pi­re l’iso­la di Hok­kai­do.

LE GIO­VA­NI DAN­NO LA SCOS­SA

Cri­sti­na Bar­cel­li­ni, 23 an­ni, schiac­cia­tri­ce no­va­re­se

Cri­san­ti, 24

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.