PA­GLIU­CA: BO­LO­GNA SEI IN BUO­NE MA­NI

«Da Sa­pu­to a Mi­ran­te a Do­na­do­ni: il club cre­sce­rà»

Corriere dello Sport Stadio (Bologna) - - BOLOGNA -

Gian­lu­ca Pa­gliu­ca, co­me sta il Bo­lo­gna? «Sta be­ne, la clas­si­fi­ca è buo­na, i gio­ca­to­ri so­no in sa­lu­te, la squa­dra sta cre­scen­do» Giaccherini ha al­za­to l’asti­cel­la: pun­tia­mo al 10° po­sto. «Cal­ma, cal­ma. Pie­di per ter­ra, ra­gio­nia­mo su una sal­vez­za tran­quil­la. Cer­to, le ba­si per pun­ta­re al 10° po­sto ci so­no, ma non que­st’an­no» E la Samp­do­ria co­me sta? « E’ un mo­men­to dif­fi­ci­le. E ri­schio­so» Mon­tel­la non ha com­bi­na­to gran­ché. «E’ un gran­dis­si­mo al­le­na­to­re, ma è ca­pi­ta­to nel mo­men­to sba­glia­to. Non ha gio­ca­to­ri adat­ti a fa­re il gio­co che vuo­le lui, un gio­co tec­ni­co, fat­to di una fit­ta ra­gna­te­la di pas­sag­gi. Pe­rò il Bo­lo­gna de­ve sta­re at­ten­to: da cen­tro­cam­po in su la Samp è pe­ri­co­lo­sa. A pat­to che poi il mer­ca­to non la pri­vi di gio­ca­to­ri co­me Eder e So­ria­no» Ma se i blu­cer­chia­ti per­do­no a Bo­lo­gna, ri­schia­no dav­ve­ro la B? « Il ri­schio di tro­var­si in­ca­si­na­ti c’è. An­che per­ché il Car­pi è una squa­dra che Ca­sto­ri ha ri­co­strui­to a sua im­ma­gi­ne e so­mi­glian­za. Li ho vi­sti do­me­ni­ca con l’In­ter: cor­ro­no fi­no al 90°, non mol­la­no mai. Se sa­ba­to il Car­pi bat­te il Pa­ler­mo e la Samp per­de a Bo- lo­gna, i pun­ti che se­pa­ra­no le due squa­dre di­ven­ta­no due» Par­lia­mo di portieri: Mi­ran­te. «Sta fa­cen­do una buo­nis­si­ma sta­gio­ne. Ma an­che ne­gli an­ni di Par­ma ave­va fat­to be­ne. Le vit­to­rie di Ge­no­va col Genoa e di San Si­ro col Mi­lan por­ta­no la sua fir­ma. Che pa­ra­te, ha fat­to. E’ sta­to pro­prio bra­vo» Può rien­tra­re nel gi­ro az­zur­ro? «Cer­to, an­che se la con­cor­ren­za non man­ca. Ol­tre a Gi­gi Buf­fon, ci so­no Pe­rin e Spor­tiel­lo in cre­sci­ta. Pe­rin mi pia­ce tan­tis­si­mo, ha avu­to que­sto pro­ble­ma al­la spal­la, la lus­sa­zio­ne, e al­lo­ra bi­so­gna ave­re pa­zien­za, ma è for­tis­si­mo. Ec­co, con Pa­del­li che è in ca­lo, qual­che pos­si­bi­li­tà c’è. Que­st’an­no sta fa­cen­do be­ne an­che Sor­ren­ti­no, che ha 37 an­ni» Qua­le è il se­gre­to per du­ra­re a lun­go? «Al­le­nar­si, sa­cri­fi­car­si, co­strui­re gli an­ni che ver­ran­no du­ran­te il la­vo­ro quo­ti­dia­no. Un por­tie­re se vuo­le e non ha su­bi­to gros­si in­for­tu­ni può ar­ri­va­re fi­no a qua­rant’an­ni, è ma­te­ma­ti­co. Ma bi­so­gna la­vo­ra­re so­do. E’ il con­si­glio che do ai portieri del set­to­re gio­va­ni­le del Bo­lo­gna, i ra­gaz­zi che al­le­no: im­pe­gna­te­vi sem­pre, ogni gior­no, sen­za ri­spar­miar­vi mai» Par­lia­mo di Vi­via­no. «Ap­pun­to, lui è uno di quel­li che de­ve ca­pi­re pro­prio que­sto. E cioè quan­to con­ta l’al­le­na­men­to. De­ve met­ter­se­lo in te­sta, se vuo­le du­ra­re a lun­go. Que­st’an­no sta fa­cen­do un buon cam­pio­na­to, lo ve­do an­che più agi­le, nel­le ul­ti­me sta­gio­ni si era un po’ ap­pe­san­ti­to. Ti fac­cio un esem­pio...» Pre­go. «Zen­ga e Tac­co­ni, due gran­dis­si­mi portieri de­gli an­ni 80 e 90, su­pe­ra­ti i trent’an­ni non han­no più avu­to vo­glia di al­le­nar­si co­me pri­ma. Lo ve­di dal­le pic­co­le co­se: il pal­lo­ne che ti sfug­ge, le gam­be che non spin­go­no più co­me pri­ma. Avreb­be­ro po­tu­to du­ra­re a lun­go, in­ve­ce gli è man­ca­to l’al­le­na­men­to» Lei in­ve­ce è du­ra­to fi­no a qua­rant’an­ni. « Mi so­no sem­pre al­le­na­to be­ne. L’ul­ti­ma sta­gio­ne ve­ra l’ho fat­ta a Bo­lo­gna, a 38 an­ni, con Maz­zo­ne, poi in B ad Asco­li ho ca­pi­to che non ci ar­ri­va­vo più e al­lo­ra po­co do­po ho de­ci­so di smet­te­re» Chi la sta stu­pen­do nel Bo­lo­gna? «Giaccherini, è tor­na­to quel­lo vi­sto a Ce­se­na e al­la Juve. Ec­co, lui se con­ti­nua co­sì an­drà agli Eu­ro­pei» E De­stro? «De­ve se­gna­re tan­ti gol» Ma­si­na «Sa­reb­be un re­ga­lo bel­lis­si­mo, an­che per i tec­ni­ci del Bo­lo­gna, da Co­raz­za a Co­luc­ci, che han­no cre­du­to in lui» Cos’ha por­ta­to Joey Sa­pu­to a Bo­lo­gna? «Sui sol­di sia­mo d’ac­cor­do tut­ti. Ma io di­co an­che pro­gram­ma­zio­ne, è quel­la che fa la dif­fe­ren­za. Il Bo­lo­gna ha il fu­tu­ro dal­la sua. Tut­ti son ca­pa­ci di spen­de­re, ma si de­ve spen­de­re con giu­di­zio e in­tel­li­gen­za» Co­me si po­ne di fron­te al­la que­stio­ne Dall’Ara.

Gian­lu­ca Pa­gliu­ca, 50 an­ni com­piu­ti il 18 di­cem­bre

Il der­by del n.1: «Vin­ce il Bo­lo­gna, e la Samp si salva. Giack da na­zio­na­le, Mon­tel­la non ha i gio­ca­to­ri adat­ti» Vi­ta da por­tie­re: «Ai miei ra­gaz­zi di­co: al­le­na­te­vi be­ne, so­lo co­sì du­re­re­te. Io l’ho ca­pi­to da gio­va­ne»

Pron­to al rin­vio con la Samp­do­ria

SCHIC­CHI

AR­CHI­VIO

AR­CHI­VIO

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.