Zoff in cli­ni­ca, sta be­ne «Pa­ra­ta an­che que­sta»

Col­pa di un vi­rus, ma va me­glio. Tan­ti mes­sag­gi

Corriere dello Sport Stadio (Emilia) - - Da Prima Pagina - di Fa­bri­zio Pa­ta­nia RO­MA

Di­no Zoff, mi­to del cal­cio ita­lia­no, ha pa­ra­to an­che que­sta. Una for­ma vi­ra­le che lo ha co­stret­to ad un ri­co­ve­ro di qua­ran­ta gior­ni. Tor­ne­rà a ca­sa pre­sto, for­se già tra po­che ore. Gio­van­ni Ma­la­gò, pre­si­den­te del Co­ni e suo ami­co per­so­na­le, ha ras­si­cu­ra­to il mon­do del­lo sport pri­ma che lo stes­so Zoff fa­ces­se chia­rez­za sul­le pro­prie con­di­zio­ni e fer­mas­se le vo­ci.

Di­no Zoff, mi­to del cal­cio ita­lia­no, ha pa­ra­to an­che que­sta. Una for­ma vi­ra­le che lo ha co­stret­to ad un ri­co­ve­ro di qua­ran­ta gior­ni in una cli­ni­ca ro­ma­na. Tor­ne­rà a ca­sa pre­sto, for­se già tra po­che ore. Gio­van­ni Ma­la­gò, pre­si­den­te del Co­ni e suo ami­co per­so­na­le, ha ras­si­cu­ra­to il mon­do del­lo sport ie­ri po­me­rig­gio pri­ma che lo stes­so Zoff, at­tra­ver­so il si­to di Repubblica, fa­ces­se chia­rez­za sul­le pro­prie con­di­zio­ni in fon­do a una gior­na­ta in cui si era tra­pe­la­ta l’in­di­scre­zio­ne del ri­co­ve­ro e si era­no dif­fu­se vo­ci in­con­trol­la­te. Non è mai sta­to in pe­ri­co­lo di vi­ta e non ha ma­lat­tie neu­ro­ve­ge­ta­ti­ve che lo met­ta­no in pe­ri­co­lo. «Co­me sto? Io di­rei ab­ba­stan­za be­ne. Ho avu­to del­le com­pli­can­ze di ori­gi­ne vi­ra­le, che mi han­no un po’ scom­bus­so­la­to, pe­rò di­rei che ades­so so­no sul­la buo­na stra­da» ha spie­ga­to l’ex por­tie­re del­la na­zio­na­le cam­pio­ne del mon­do del 1982, al­le­na­to­re e pre­si­den­te del­la La­zio do­po una lun­ghis­si­ma car­rie­ra tra i pa­li e poi in pan­chi­na con la Ju­ven­tus. Di­no ha rin­gra­zia­to le mi­glia­ia di ti­fo­si la cui so­li­da­rie­tà ha inon­da­to i so­cial. C’è an­che chi lo ave­va im­plo­ra­to di pa­ra­re il vi­rus. Zoff ha scher­za­to. «Per ades­so l’ho pa­ra­ta... Rin­gra­zio tut­ti di que­ste gen­ti- lez­ze, han­no scrit­to in tan­tis­si­mi». In se­ra­ta è sta­to rag­giun­to per­si­no da una te­le­fo­na­ta di Mat­teo Ren­zi. Il Pre­mier, co­me han­no fat­to sa­pe­re fon­ti di Pa­laz­zo Chi­gi, ha par­la­to e ha vo­lu­to sen­ti­re di per­so­na per te­le­fo­no Zoff.

MALAGO’. In que­sto me­se e mez­zo il ca­po del­lo sport gli è sta­to vi­ci­no in con­ti­nuo con- tat­to con la mo­glie An­na. Ma­la­gò è sta­to tra i pri­mi a sa­pe­re del­la di­sav­ven­tu­ra di Zoff, so­cio del cir­co­lo Anie­ne. «Vi­sta la mia ami­ci­zia e l’af­fet­to con Di­no Zoff e la mo­glie An­na, co­no­sco la si­tua­zio­ne sin dal pri­mo gior­no e l’ho se­gui­ta co­stan­te­men­te. La pri­ma co­sa che mi sen­to di di­re è che vo­glio tran­quil­liz­za­re tut­ti: sia­mo as­so­lu­ta­men­te in via di mi­glio­ra­men­to» ha fat­to sa­pe­re at­tra­ver­so l’Ansa. «Ora pe­rò che fi­nal­men­te pos­so par­la­re di­co quel­lo già det­to e ri­pe­tu­to a lui: ca­ro Di­no, lo sport ita­lia­no è al tuo fian­co e ti aspet­ta per riab­brac­ciar­ti».

Da Ma­la­gò a Tot­ti dal­la Ju­ve a Pio­li mes­sag­gi e au­gu­ri I so­cial si mo­bi­li­ta­no E Ren­zi gli te­le­fo­na

JU­VE. La so­cie­tà bian­co­ne­ra ie­ri mat­ti­na ave­va su­bi­to fat­to per­ve­ni­re i suoi au­gu­ri. «Zoff è un uo­mo for­te e una leg­gen­da. Ti­fia­mo tut­ti per lui. #For­zaDi­no» è ap­par­so sul si­to bian­co­ne­ro. « Ab­bia­mo ap­pre­so in que­ste ore che Di­no Zoff, ca­pi­ta­no e leg­gen­da dei co­lo­ri bian­co­ne­ri e del­la Na­zio­na­le, sta at­tra­ver­san­do un dif­fi­ci­le mo­men­to di sa­lu­te, già in via di gua­ri­gio­ne.... Di­no è uno abi­tua­to a non ar­ren­der­si mai. Zoff è un uo­mo for­te e una leg­gen­da. Ti­fia­mo tut­ti per lui».

PIO­LI. A Formello lo ha sa­lu­ta­to con po­che ma sen­ti­te pa­ro­le il tec­ni­co del­la La­zio, gio­va­ne di­fen­so­re del­la Ju­ve quan­do Di­no era il pre­pa­ra­to­re dei por­tie­ri bian­co­ne­ri. « E’ una per­so­na che ho co­no­sciu­to ai tem­pi del­la Ju­ve e che ho ap­prez­za­to mol­to, ce­na­vo spes­so con la sua fa­mi­glia e la fa­mi­glia di Sci­rea, mi ave­va­no pre­so sot­to la lo­ro ala pro­tet- trice per­ché ero il più gio­va­ne. E’ una per­so­na che sti­mo, che ri­spet­to, ha gran­di va­lo­ri. L’ho vi­sto ul­ti­ma­men­te, vi­via­mo nel­la stes­sa zo­na di Ro­ma (col­li­na Fle­ming, ndr). So­no mol­to vi­ci­no a lui e al­la mo­glie An­na, gli fac­cio un gran­de in boc­ca al lu­po». La La­zio su Twit­ter ha vei­co­la­to il pro­prio mes­sag­gio. «#For­zaDi­no. Non mol­la­re mai. Sia­mo tut­ti con te».

PA­BLI­TO. L’in­co­rag­gia­men­to è ar­ri­va­to da Pao­lo Ros­si. «Uno che ha vin­to il mondiale a 40 an­ni de­ve ri­pren­de­si per for­za e sta­re be­ne. Con Di­no Zoff sia­mo più che fra­tel­li. Con lui ab­bia­mo vis­su­to mo­men­ti straor­di­na­ri e ora gli so­no par­ti­co­lar­men­te vi­ci­no. Di­no è una roc­cia, uno inos­si­da­bi­le, quin­di for­za ca­pi­ta­no». E in se­ra­ta si è ag­giun­to Fran­ce­sco Tot­ti, che ha vis­su­to il suo pe­rio­do più bel­lo in na­zio­na­le con Zoff ct. «For­za Di­no! Sei una roc­cia, ti aspet­to pri­ma. I mi­ti e le leg­gen­de co­me te so­no du­ri co­me il gra­ni­to. Sei uno dei più gran­di di tut­ti, so­no con te».

Di­no Zoff, 73 an­ni

Di­no Zoff, 73 an­ni, ha vin­to in ma­glia az­zur­ra l’Eu­ro­peo 1968 e il Mondiale 1982

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.