LA PAR­TI­TA AI RAG­GI X

Corriere dello Sport Stadio (Emilia) - - Milan-sampdoria 4-1 -

MILAN CHIA­VE TAT­TI­CA

L’esor­dio del 4-4-2 è coin­ci­so con l’av­ver­sa­rio più debole af­fron­ta­to fin qui dal Milan. L’uo­mo in più a cen­tro­cam­po è ser­vi­to a Mihajlovic per au­men­ta­re an­che la spin­ta of­fen­si­va. Niang più ac­cen­tra­to fun­zio­na me­glio co­me del re­sto Cer­ci quan­do può par­ti­re dal­la li­nea me­dia­na.

SAMP­DO­RIA CHIA­VE TAT­TI­CA

Fra­gi­le, non so­lo tat­ti­ca­men­te, la Samp si è af­fi­da­ta al 4-3-1-2 che po­co o nul­la ha po­tu­to in fa­se of­fen­si­va. So­ria­no «fion­da» al­le spal­le di Eder e Mu­riel è ap­par­so abu­li­co, po­co in­ci­si­vo. Ma­le Bar­re­to e Fer­nan­do in mez­zo al cam­po. Due ko su due par­ti­te per Mon­tel­la.

L’ER­RO­RE

Ha fat­to ma­le Mon­tel­la a con­ce­de­re un uo­mo in più al cen­tro­cam­po del Milan. La dif­fe­ren­za è sta­ta so­stan­zia­le già nel pri­mo tem­po. Al­la Samp ser­ve una do­se mas­sic­cia di au­to­sti­ma. L’er­ro­rac­cio di Viviano sul 3-0 all’ini­zio del se­con­do tem­po ha mes­so una pie­tra tom­ba­le sul mat­ch.

LA SVOL­TA

Il «mu­ro» di Ro­ma­gno­li sul ti­ro di Mu­riel (al­la fi­ne del pri­mo tem­po col Milan sul 2-0) ha evi­ta­to che la Samp si pre­sen­tas­se ne­gli spo­glia­toi con la spe­ran­za di uscir­ne con la con­vin­zio­ne di po­ter rad­driz­za­re il ri­sul­ta­to nel­la ri­pre­sa. Il 3-0 di Niang ha chiu­so i con­ti con lar­go an­ti­ci­po.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.