Ibra: In­ter sei da scu­det­to ma stai at­ten­ta al­la Ju­ve

«Man­ca­no an­co­ra mol­te par­ti­te al­la fi­ne del cam­pio­na­to Il Man­cio è bra­vo, grup­po for­te, si ve­de la sua im­pron­ta»

Corriere dello Sport Stadio (Emilia) - - Inter - di An­drea Ra­maz­zot­ti IN­VIA­TO A DO­HA ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L’In­ter può vin­ce­re lo scu­det­to, ma do­vrà sta­re at­ten­ta al­la Ju­ven­tus che non mol­la mai e al Na­po­li di Hi­guain. La fo­to­gra­fia-pro­no­sti­co sul cal­cio ita­lia­no che ar­ri­va da Zla­tan Ibra­hi­mo­vic tra­di­sce una gran­de co­no­scen­za da par­te del­lo sve­de­se del no­stro cam­pio­na­to an­che ades­so che ha tra­slo­ca­to al di là del­le Al­pi. In esta­te do­vrà de­ci­de­re il suo fu­tu­ro per­ché il con­trat­to con il Psg è in sca­den­za e non è an­co­ra sta­to rin­no­va­to, ma per par­la­re del do­ma­ni c’è tem­po. Ie­ri se­ra, do­po l’ami­che­vo­le con­tro la sua ex squa­dra, il fuoriclasse che ha gio­ca­to in tut­te le gran­di del no­stro cal­cio ave­va so­lo vo­glia di ab­brac­cia­re gli ami­ci e di... trat­te­ne­re La­vez­zi che l’In­ter cor­teg­gia e che lui spe­ra re­sti sot­to la Torre Eif­fel al­me­no fi­no al ter­mi­ne del 2015-16.

Ibra­hi­mo­vic, segue an­co­ra il cam­pio­na­to ita­lia­no?

«Quan­do pos­so lo guar­do in tv con gran­de pia­ce­re. La Se­rie A mi è ri­ma­sta nel cuo­re: lì ho vis­su­to mo­men­ti bel­li con di­ver­se for­ma­zio­ni e cer­ti ri­cor­di non si di­men­ti­ca­no nep­pu­re con il pas­sa­re del tem­po».

La nuo­va In­ter di Man­ci­ni può vin­ce­re lo scu­det­to?

«Dif­fi­ci­le dir­lo ades­so per­ché non è an­co­ra fi­ni­to il gi­ro­ne di an­da­ta, ma ha gran­di pos­si­bi­li­tà di riu­scir­ci per­ché il Man­cio è bra­vo e ha co­strui­to una squa­dra for­te».

I ne­raz­zur­ri do­vran­no ve­der­se­la dal ri­tor­no prepotente del­la Ju­ven­tus che ha con­qui­sta­to 7 suc­ces­si di fi­la. Se lo aspet­ta­va do­po quell’ini­zio ter­ri­bi­le da par­te di Buf­fon e com­pa­gni?

«Ero si­cu­ro che si sa­reb­be­ro ri­pre­si. La Ju­ve è abi­tua­ta a non mol­la­re mai, è que­sta la sua for­za. Lot­te­rà fi­no al­la fi­ne per vin­ce­re il ti­to­lo. La Ju­ven­tus è sem­pre la Ju­ven­tus».

Al­tre pos­si­bi­li can­di­da­te per il tri­co­lo­re?

«Mi pia­ce il Na­po­li per­ché gio­ca mol­to be­ne».

E tra gli az­zur­ri c’è Hi­guain che se­gna quan­to Ibra­hi­mo­vic...

(Ri­de) «Bel­lo, bel­lo... Hi­guain è for­te dav­ve­ro».

Chi in­ve­ce non se la pas­sa be­ne è il suo ami­co Ba­lo­tel­li. Ma­rio tor­ne­rà a sor­ri­de­re sul cam­po?

«Non so co­me sta fi­si­ca­men­te. Ho sen­ti­to che ha avu­to dei pro­ble­mi fi­si­ci e gli au­gu­ro di ri­sol­ver­li, di tor­na­re in cam­po e di to­glier­si le sod­di­sfa­zio­ni che me­ri­ta».

Sod­di­sfat­to del­la sta­gio­ne del Psg?

«Fi­no­ra ab­bia­mo fat­to be­ne, ma vo­glia­mo vin­ce­re il cam­pio­na­to co­me ne­gli ul­ti­mi an­ni. Il van­tag­gio sul­le in­se­gui­tri­ci è im­por­tan­te (+19, ndr), ma non pos­sia­mo per­met­ter­ci di mol­la­re per­ché nel­la se­con­da par­te del­la sta­gio­ne ci so­no tan­ti in­con­tri chia­ve, so­prat­tut­to in Cham­pions».

A giu­gno poi lei do­vrà de­ci­de­re il suo fu­tu­ro. Ha già un’idea di do­ve gio­che­rà?

«Ve­dia­mo, c’è an­co­ra tem­po».

Sa che a Mi­la­no la ri­pren­de­reb­be­ro vo­len­tie­ri?

(Ri­de di nuo­vo) «A Mi­la­no mi vo­glio­no be­ne? Sì, ma qua­le par­te di Mi­la­no?».

Pro­ba­bil­men­te en­tram­be le squa­dre. E poi lei non ha an­co­ra rin­no­va­to con il Psg e sa­rà li­be­ro...

«Io sto be­ne al Psg, una so­cie­tà con la qua­le ho un gran­de rap­por­to. Sul ta­vo­lo non c’è nien­te (in­ten­de non ha of­fer­te, ndi) e dav­ve­ro non so co­sa suc­ce­de­rà. E’ pre­sto per pen­sar­ci».

Ha par­la­to con La­vez­zi del pos­si­bi­le tra­sfe­ri­men­to all’In­ter del Po­cho?

«No, di que­ste co­se non par­lia­mo. E poi lui de­ve re­sta­re a Pa­ri­gi per­ché mi ser­ve».

Per gli Eu­ro­pei si sen­te pron­to?

«An­che quel­li so­no lon­ta­ni qual­che me­se e ci pen­se­rò do­po la fi­ne dell’an­na­ta con il Psg. Per la Sve­zia è sta­to già un gran­de suc­ces­so riu­sci­re ad ar­ri­va­re al­la fa­se fi­na­le in Fran­cia e ora ve­dre­mo quel­lo che ac­ca­drà».

Sfi­de­re­te an­che l’Ita­lia al­la qua­li lei ha già fat­to gol di tacco a Eu­ro 2004.

«Con­tro gli az­zur­ri mi aspet­to un mat­ch dif­fi­ci­le, ma ades­so è an­co­ra lon­ta­no e mi con­cen­tro sul Psg».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.