Mi­lan, bom­ber spun­ta­ti: so­lo Bac­ca dà ga­ran­zie

Ba­lo­tel­li, Luiz Adria­no e Niang: il pro­ble­ma in zo­na gol di Mi­ha­j­lo­vic

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Milan - Di Pie­tro Gua­da­gno p.gua. p.gua.

C’è so­lo Bac­ca. No­no­stan­te un re­par­to of­fen­si­vo co­sì af­fol­la­to, in par­ti­co­la­re per quan­to ri­guar­da le pun­te cen­tra­li, la ve­ri­tà in­fat­ti è che Mi­ha­j­lo­vic può con­ta­re ad oc­chi chiu­si sol­tan­to sul co­lom­bia­no. E’ lui l’uni­ca cer­tez­za, men­tre i va­ri Ba­lo­tel­li, Luiz Adria­no, Niang e pu­re Me­nez, il cui ruo­lo pre­fe­ri­to con­ti­nua ad es­se­re il fin­to cen­tra­van­ti, so­no al mo­men­to sem­pli­ci pun­ti di do­man­da o ad­di­rit­tu­ra que­si­ti ir­ri­sol­ti. Un’ul­te­rio­re con­fer­ma in que­sto sen­so è ar­ri­va­ta dal mat­ch di Cop­pa Ita­lia con­tro l’Ales­san­dria. Il tec­ni­co ser­bo ave­va scel­to di pun­ta­re su Ba­lo e Luiz Adria­no è quel­lo che si è vi­sto è sta­to scon­for­tan­te. Il pri­mo, in­fat­ti, pri­ma di tra­sfor­ma­re il cal­cio di ri­go­re, ave­va spre­ca­to tut­te le op­por­tu­ni­tà che gli era­no ca­pi­ta­te sui pie­di. Ma, ol­tre al­la con­di­zio­ne pre­ca­ria, è l’at­teg­gia­men­to di Ma­rio in cam­po (lo stes­so no­ta­to an­che nel fi­na­le di Em­po­li) che la­scia per­ples­si: do­vreb­be man­giar­si l’er­ba, an­che per col­ti­va­re il so­gno Eu­ro­pei, e in­ve­ce è sem­pre trat­te­nu­to, qua­si svo­glia­to o di­sin­te­res­sa­to. Qual­cu­no so­stie­ne che a fre­nar­lo sia il ti­mo­re di ve­der ri­com­pa­ri­re al pu­bal­gia, che ad un cer­to pun­to, al mo­men­to ci cal­cia­re, tor­ni la so­li­ta fit­ta. Ep­pu­re, dal pun­to di vi­sta cli­ni­co, tut­to è sta­to ri­sol­to. In­tan­to, Mi­ha­j­lo­vic se l’è ca­va­ta co­sì: «Ba­lo­tel­li non è mai sta­to in cor­sa per un po­sto nel der­by, de­ve pri­ma re­cu­pe­ra­re la for­ma». Cer­to è che se do­ves­se con­ti­nua­re co­sì an­che nei pros­si­mi me­si, è dif­fi­ci­le im­ma­gi­na­re che Ma­rio a fi­ne sta­gio­ne pos­sa es­se­re ri­scat­ta­to dal Li­ver­pool.

FRA­STOR­NA­TO. Luiz Adria­no, in­ve­ce, tra il man­ca­to tra­sfe­ri­men­to in Ci­na e l’ine­vi­ta­bi­le sen­sa­zio­ne di es­se­re sta­to sca­ri­ca­to, con­se­guen­za an­che del­le nu­me­ro­se pan­chi­ne scal­da­te ne­gli ul­ti­mi me­si, ap­pa­re fra­stor­na­to e scom­bus­so­la­to da­gli even­ti e sen­za la for­za, al­me­no per il mo­men­to, di rea­gi­re. Con­tro l’Ales­san­dria la sua è sta­ta una sce­na mu­ta, che non può es­se­re mo­ti­va­ta sol­tan­to dal­la set­ti­ma­na di al­le­na­men­ti sal­ta­ti a ca­val­lo del suo viag­gio in Ci­na. L’ul­te­rio­re stra­nez­za del­la sua si­tua­zio­ne è che, nei pro­get­ti esti­vi, il suo tan­dem con Bac­ca do­ve­va es­se­re uno dei pun­ti di for­za del nuo­vo Mi­lan. E, per la ve­ri­tà, i pri­mi ri­scon­tri del cam­po ave­va­no da­to so­lo con­fer­me in que­sto sen­so, con la chia­ra sen­sa­zio­ne che il bra­si­lia­no, al mas­si­mo del­la con­di­zio­ne fi­si­ca e men­ta­le, sia il part­ner che si in­te­gra me­glio con il co­lom­bia­no. Gli even­ti, in­ve­ce, tra cam­bi di mo­du­lo, in­for­tu­ni e scel­te tat­ti­che, han­no cam­bia­to lo scenario.

TROP­PI SVO­LAZ­ZI. Evi­den­te­men­te, Mi­ha­j­lo­vic ha cam­bia­to idea ri­spet­to a 6 me­si fa. Da set­ti­ma­ne or­mai (uni­ca ec­ce­zio­ne il mat­ch con la Ro­ma), ha de­ci­so di pun­ta­re su Niang. E, a me­no di sor­pre­se sa­rà co­sì an­che nel der­by di do­me­ni­ca. Tut­ta­via, pren­de sem­pre più con­si­sten­za il dub­bio che, una vol­ta rag­giun­ta la con­sa­pe­vo­lez­za di es­se­re ti­to­la­re, il fran­ce­se si sia co­me se­du­to. Già la con­cre­tez­za non era il suo mi­glio­ri pre­gio, ma ul­ti­ma­men­te i suoi svo­laz­zi so­no ad­di­rit­tu­ra au­men­ta­ti. In cam­pio­na­to, pe­ral­tro, il suo bot­ti­no di re­ti è fer­mo al­la dop­piet­ta con la Samp­do­ria, del­lo scor­so 28 no­vem­bre, or­mai due me­si fa. Chis­sà, ma­ga­ri qual­co­sa po­trà cam­bia­re con il ri­tor­no di Me­nez, ie­ri per tut­ta la se­du­ta in grup­po, che pe­rò Mi­ha­j­lo­vic ve­de più che al­tro co­me tre­quar­ti­sta, piut­to­sto che co­me pun­ta pu­ra. Ad og­gi, inol­tre, nem­me­no Boa­teng, che Berlusconi ve­dreb­be co­me at­tac­can­te cen­tra­le, of­fre par­ti­co­la­ri ga­ran­zie. E’ ve­ro che ha se­gna­to un gol al­la Fio­ren­ti­na, do­po che, con­tro la Ro­ma, ave­va avu­to un ec­cel­len­te im­pat­to. La real­tà, pe­rò, è che la rug­gi­ne ac­cu­mu­la­ta per la lun­ga inat­ti­vi­tà è mol­to com­pli­ca­ta da spaz­za­re via.

FI­DU­CIA PER JACK E ALEX. In­tan­to, in vi­sta del der­by, il tec­ni­co ser­bo con­ta di ave­re a di­spo­si­zio­ne Bo­na­ven­tu­ra: ie­ri si è al­le­na­to an­co­ra a par­te, ma sta or­mai smal­ten­do la lom­bal­gia che l’ha bloc­ca­to ne­gli ul­ti­mi gior­ni. E cau­to ot­ti­mi­smo tra­pe­la an­che sul con­to di Alex, al­le pre­se con un fa­sti­dio al gi­noc­chio: ad ogni mo­do, una de­ci­sio­ne sul suo im­pie­go ver­rà pre­sa so­lo all’ul­ti­mo mo­men­to. Buo­ne no­ti­zie, in­fi­ne, dal bot­te­ghi­no, vi­sto che per il der­by con l’In­ter si va ver­so il tut­to esau­ri­to.

ORE 12

Al­le­na­men­to a Milanello. In vi­sta del der­by, sia al­za­no le quo­ta­zio­ni di Kuc­ka, in bal­lot­tag­gio con uno tra Mon­to­li­vo o Ber­to­lac­ci.

ORE 17

Ber­to­lac­ci a Mi­lan Chan­nel: «All’an­da­ta ero in­for­tu­na­to, quin­di il pros­si­mo sa­rà il mio pri­mo der­by e io so­gno di fa­re un gol».

ORE 20.15

A mar­gi­ne del­la pre­sen­ta­zio­ne del li­bro “Gian­ni Ri­ve­ra ie­ri e og­gi, au­to­bio­gra­fia di un cam­pio­ne”, l’as­so­cia­zio­ne dei pic­co­li azio­ni­sti del Mi­lan ha pro­po­sto il ri­ti­ro del­la ma­glia nu­me­ro 10 ros­so­ne­ra. Lu­sin­ga­to l’ex-cam­pio­ne, an­che se non par­ti­co­lar­men­te con­vin­to dell’usan­za: «Se il Bra­si­le non ha ri­ti­ra­to la 10 di Pe­lè...». MI­LA­NO - Se­con­do “Il So­le 24ore”, in que­sti gior­ni, Bee Tea­chau­bol prov­ve­de­rà a far re­ca­pi­ta­re al­la Fi­nin­ve­st una nuo­va boz­za di ac­cor­do per l’ac­qui­sto del 48% del Mi­lan. Con que­sta pro­mes­sa, in­fat­ti, si sa­reb­be­ro la­scia­te le par­ti do­po il dop­pio in­con­tro, pri­ma in Ci­na, con il viag­gio dei due ma­na­ger Fi­nin­ve­st, Fran­zo­si e Bri­vio, e poi a Mi­la­no, con il bli­tz del bro­ker ci­no-thai­lan­de­se. Nel do­cu­men­to, che do­vreb­be ri­cal­ca­re quel­lo già pre­sen­ta­to lo scor­so ago­sto, sa­reb­be­ro con­te­nu­ti i nuo­vi in­ve­sti­to­ri in­te­res­sa­ti all’ope­ra­zio­ne, ma an­che le ga­ran­zie ban­ca­rie ri­chie­ste dal­la Fi­nin­ve­st e lo scenario pre­vi­sto per la go­ver­nan­ce del club, com­pre­so quin­di l’as­set­to del Con­si­glio d’Am­mi­ni­stra­zio­ne. Da via Pa­leo­ca­pa, nel frat­tem­po, con­ti­nua a tra­pe­la­re so­lo gran­de cau­te­la.

LAPRESSE

Car­los Bac­ca, con 12 gol è il mi­glior mar­ca­to­re tra cam­pio­na­to e cop­pa Ita­lia

LAPRESSE

Luiz Adria­no, 5 gol

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.