Pi­sa, ri­par­te la cac­cia al­la Spal

Corriere dello Sport Stadio (Firenze) - - Lega Pro I Romagnoli Avranno Di Molfetta L’aquila - Di Aldo Gag­gi­ni

Quin­di­ci par­ti­te a di­spo­si­zio­ne per pro­va­re a re­cu­pe­ra­re il ter­re­no per­du­to nei con­fron­ti del­la Spal do­po il pas­so fal­so, in par­te im­pre­vi­sto, con­tro il Te­ra­mo. An­che se i pun­ti di di­stac­co so­no sa­li­ti a sei, il Pi­sa non ab­ban- do­na la lot­ta e non ri­nun­cia al­le sue am­bi­zio­ni, an­zi le ri­lan­cia con for­za, an­che se il pros­si­mo av­ver­sa­rio, l'An­co­na, in­cu­te ri­spet­to e qual­che ti­mo­re. Sen­za fa­re pro­cla­mi e lon­ta­no da oc­chi in­di­scre­ti, al Cen­tro spor­ti­vo di San Pie­ro a Gra­do Gat­tu­so ha co­min­cia­to a in­qua­dra­re la tra­sfer­ta di do­me­ni­ca. PRE­SO TA­BA­NEL­LI. In­tan­to, pe­rò, il dg Fa­bri­zio Luc­che­si tie­ne al­ta l'asti­cel­la: «Do­po la scon­fit­ta con il Te­ra­mo, in­sie­me a Gat­tu­so, ab­bia­mo esa­mi­na­to la ro­sa sot­to l'aspet­to tec­ni­co e sti­mo­la­ti an­che dai so­ci di Ter­ra­vi­sion si è de­ci­so di in­ter­ve­ni­re an­co­ra sul mer­ca­to. La no­stra at­ten­zio­ne si è sof­fer­ma­ta su An­drea Ta­ba­nel­li, un ti­po di mezz'ala adat­ta al no­stro ti­po di gio­co. E' un gio­ca­to­re im­por­tan­te che lo scor­so an­no era in A a Ca­glia­ri e ave­va ri­chie­ste da mol­te squa­dre an­che di ca­te­go­ria su­pe­rio­re, Ma ce l'ab­bia­mo fat­ta su­pe­ran­do al­lo sprint an­che il Li­vor­no. Ta­ba­nel­li si è già al­le­na­to con la squa­dra, può già gio­ca­re, ma ov­via­men­te do­vrà de­ci­der­lo il mi­ster. Il suo ar­ri­vo, pe­rò, ci con­sen­te di at­tua­re più so­lu­zio­ni tat­ti­che e di da­re più so­stan­za fi­si­ca al re­par­to cen­tra­le. Ora, con Bin­di, Avo­ga­dri, Ma­kris, Eu­se­pi e Ta­ba­nel­li la no­stra ro­sa è mol­to com­pe­ti­ti­va. C'è vo­lu­to del co­rag­gio a ope­ra­re co­sì in pro­fon­di­tà, ma l'obiet­ti­vo è chia­ro, non ci na­scon­dia­mo af­fat­to: pun­tia­mo ad ag­gan­cia­re il pri­mo po­sto, ma se non ci si do­ves­se riu­sci­re, l'in­ten­to è quel­lo di es­se­re suf­fi­cien­te­men­te for­ti per di­spu­ta­re da pro­ta­go­ni­sti i play off pro­mo­zio­ne che si an­nun­cia­no par­ti­co­lar­men­te dif­fi­ci­li. La spe­ran­za, co­mun­que, è di aver sba­glia­to il me­no pos­si­bi­le. In ogni ca­so si è crea­to un grup­po che ha un fu­tu­ro sia in Le­ga Pro che se do­ves­si­mo cen­tra­re la pro­mo­zio­ne».

DO­ME­NI­CA AD AN­CO­NA. « Ci aspet­ta un'al­tra ga­ra dif­fi­ci­le - co­sì Ver­na in un'in­ter­vi­sta a 50 Ca­na­le - Ad An­co­na ci sa­rà da sof­fri­re e da lot­ta­re dal pri­mo all'ul­ti­mo mi­nu­to. Noi do­vre­mo es­se­re bra­vi a sfrut­ta­re le oc­ca­sio­ni che ci ca­pi­te­ran­no per vol­ge­re la ga­ra a no­stro fa­vo­re, ma sen­za far­ci pren­de­re dal­la fre­ne­sia di fa­re tut­to su­bi­to, per­ché un at­teg­gia­men­to del ge­ne­re po­treb­be ri­ve­lar­si no­ci­vo».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.