E ora Pe­pi­to si rial­za e pren­de per ma­no la Vio­la

Ros­si ha ri­spo­sto be­ne nel­le ga­re con­tro Ro­ma e Ve­ro­na, man­ca sol­tan­to il pri­mo gol di que­st’an­no in A...

Corriere dello Sport Stadio (Toscana) - - Fiorentina -

- Giu­sep­pe Ros­si si è ri­pre­so la Fio­ren­ti­na. Que­sto han­no "det­to" le par­ti­te con­tro Ro­ma e Ve­ro­na, an­che se il per­cor­so del re­cu­pe­ro de­fi­ni­ti­vo non è an­co­ra con­clu­so: di­fat­ti, non pas­sa settimana che a do­man­da Pau­lo Sou­sa non ri­spon­da ov­via­men­te sem­pre la stes­sa co­sa e cioè che lo staff dei pre­pa­ra­to­ri con­ti­nua a la­vo­ra­re per con­sen­ti­re a Pe­pi­to di es­se­re una ri­sor­sa si­cu­ra per la Fio­ren­ti­na sen­za li­mi­ti di tem­po e di spa­zio. In­tan­to, pe­rò, Ros­si si è ri­pre­so la Fio­ren­ti­na ed è una pri­ma, gra­ti­fi­can­te sod­di­sfa­zio­ne per chi come lui ha sof­fer­to, ha lot­ta­to, non si è ar­re­so ad un de­sti­no av­ver­so.

PRO­TA­GO­NI­STA. Ma che l'at­tac­can­te ita­lo-ame­ri­ca­no na­to nel New Jer­sey sia già tor­na­to pro­ta­go­ni­sta den­tro il grup­po vio­la non ci so­no più dub­bi: la Fio­ren­ti­na do­ve­va ri­mon­ta­re con­tro la Ro­ma in una par­ti­ta di per sé com­bat­tu­ta e ago­ni­sti­ca­men­te ti­ra­ta, ep­pu­re il tec­ni­co por­to­ghe­se non ha avu­to dub­bi a in­se­rir­lo; la Fio­ren­ti­na tre gior­ni do­po era chia­ma­ta a ri­scat­ta­re la scon­fit­ta con­tro la Ro­ma e le due pre­ce­den­ti con Le­ch e Na­po­li, ep­pu­re Pau­lo Sou­sa di nuo­vo non ha avu­to dub­bi a schie­ra­re Ros­si ti­to­la­re a Ve­ro­na, in un'al­tra par­ti­ta scor­bu­ti­ca e com­pli­ca­ta dal­la piog­gia. Se­gna­li evi­den­ti di Pe­pi­to­sty­le, suf­fra­ga­ti poi da quel­lo che l'ex Vil­lar­real sa fa­re me­glio: im­pre­zio­si­re il gio­co.

GOL CER­CA­SI. C’è dell’al­tro ol­tre al­la qua­li­tà na­tu­ra­le che co­mun­que non è mai fi­ne a se stes­sa: ci so­no i ri­sul­ta­ti pra­ti­ci. Dall’ini­zio del­la sta­gio­ne, Ros­si ha mes­so in­sie­me due pre­sen­ze su tre in Eu­ro­pa Lea­gue e cinque su die­ci in cam­pio­na­to, ti­ran­do il fia­to nel­le tre set­ti­ma­ne tra il Bo­lo­gna e il Na­po­li quan­do Pau­lo Sou­sa ha pre­fe­ri­to te­ner­lo a in pan­chi­na. Pun­to del pro­gram­ma di re­cu­pe­ro pu­re quel­lo. Ed è sta­to lì, nel mo­men­to in cui for­se i dub­bi po­te­va­no pren­de­re il so­prav­ven­to che Ros­si ha cam­bia­to mar­cia e si è mes­so a la­vo­ra­re a te­sta bas­sa, di­mo­stran­do una vol­ta di più un ca­rat­te­re di fer­ro. Ah, nel­le due ga­re di Eu­ro­pa Lea­gue ha se­gna­to al­tret­tan­ti gol (con­tro Be­le­nen­ses e Le­ch), ades­so gli man­ca so­lo di ritrovare il gol an­che in Se­rie A (l’ul­ti­mo è da­ta­to 18 mag­gio 2014 in Fio­ren­ti­na-To­ri­no). Ar­ri­ve­rà, ma­ga­ri do­ma­ni. Di si­cu­ro pre­sto.

fr.gen.

AN­SA

Giu­sep­pe Ros­si, 28 an­ni, in azio­ne con­tro il Ve­ro­na

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.