Scognamiglio: En­tu­sia­smo e “fa­me” que­ste le ar­mi del­la Ju­ve Sta­bia

Corriere dello Sport - - Calcio Serie Bwin - Di Mas­si­mo Boc­cuc­ci (m.b./in­fo­press)

C‘è l‘ot­ti­mi­smo del­la vo­lon­tà at­tor­no al­la Ju­ve Sta­bia che ha com­ple­ta­to la pri­ma par­te del­la pre­pa­ra­zio­ne nel ri­ti­ro di Gub­bio pren­den­do fia­to do­po ot­to gior­ni di du­ro la­vo­ro con il pri­mo break, da ve­ner­dì do­po l‘ami­che­vo­le col Todi (41) fi­no a do­ma­ni a mez­zo­gior­no. Nes­su­no può ne­ga­re che Pie­ro Bra­glia si aspet­ta qual­che in­ne­sto di pe­so, so­prat­tut­to un cen­tra­van­ti at­te­so da un mo­men­to all‘al­tro, in­tan­to l‘am­bien­te ha mos­so con fi­du­cia i pri­mi pas­si nel lan­ciar­si ver­so la nuo­va di­men­sio­ne del­la se­rie B. «Stia­mo an­dan­do avan­ti mol­to be­ne - di­ce Gen­na­ro Scognamiglio - per­chè la fa­ti­ca si fa sen­ti­re e que­sto fa par­te del gio­co. Ci stia­mo im- pe­gnan­do per far­ci tro­va­re pron­ti al mo­men­to giu­sto» . IL RI­TOR­NO - Il ven­ti­quat­tren­ne di­fen­so­re na­po­le­ta­no di Gra­gna­no ha una par­ti­ta aper­tis­si­ma con la B per le due espe­rien­ze pre­ce­den­ti, a Cro­to­ne e Co­sen­za, che si so­no con­clu­se an­zi­tem­po. Al­la Ju­ve Sta­bia è ar­ri­va­to la­scian­do pro­prio la B, ora che se l’è ri­pre­sa sul cam­po sa quel­lo che vuo­le. «Ab­bia­mo la con­sa­pe­vo­lez­za di quan­to il cam­pio­na­to sia lun­go e dif­fi­ci­le - spie­ga -, ci aspet­tia­mo il so­li­to lot­to delle squa­dre am­bi­zio­se e poi una lot­ta a den­ti stret­ti per la sal­vez­za. Non vo­glia­mo brut­ti scher­zi, la di­fe­sa del­la ca­te­go­ria è il no­stro pri­mo obiet­ti­vo: per riu­scir­ci dob­bia­mo la­vo­ra­re più de­gli al­tri e ave­re fa­me più de­gli av­ver­sa­ri» . FAT­TO­RE CAM­PO - Castellammare sen­te l’im­por­tan­za del pal­co­sce­ni­co con l’or­go­glio per aver ri­tro­va­to do­po una vi­ta que­sta ri­bal­ta. «L’en­tu­sia­smo c’è - ri­pren­de il di­fen­so­re - ed è po­si­ti­va­men­te con­ta­gio­so. La piaz­za ci può da­re mol­to, sap­pia­mo di po­ter con­ta­re sul fat­to­re cam­po per il pub­bli­co che ci ha già spin­to fin qui. Do­vre­mo pe­rò es­se­re bra­vi a fare delle buo­ne co­se anche in tra­sfer­ta» . Al­la Ju­ve Sta­bia ci si guar­da at­tor­no per sco­pri­re qua­li sia­no ve­ra­men­te le prospettive. Scognamiglio va drit­to al­la so­stan­za: «La ba­se è si­cu­ra­men­te so­li­da. Ci so­no mol­ti gio­va­ni, co­me del re­sto l’an­no scor­so, di­ver­si so­no ri­ma­sti e han­no fat­to espe­rien­za. Que­sto è un van­tag­gio» .

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.