E dai ti­fo­si del­la Ju­ve nuo­vi pe­san­ti in­sul­ti ri­vol­ti ai na­po­le­ta­ni

Fuo­ri del­lo sta­dio se­que­stra­ti bot­ti e il pull­man bian­co­ne­ro col­pi­to da uo­va Ma­rot­ta du­ris­si­mo

Corriere dello Sport - - Calcio Serie A: 31ª Giornata Napoli-juventus 2-0 - Di Ri­no Ce­sa­ra­no RIPRODUZIONE RISERVATA

NA­PO­LI - Una not­te ma­gi­ca, del re­sto non sa­reb­be po­tu­to es­se­re al­tri­men­ti. Il Na­po­li c'è e lo di­mo­stra fin dal­le pri­me bat­tu­te di gio­co. At­tac­ca, si di­fen­de, in­si­dia a ri­pe­ti­zio­ne Buf­fon. Vuo­le di­mo­stra­re che i 20 pun­ti di di­stac­co in clas­si­fi­ca non so­no poi co­sì ve­ri­tie­ri. E si ca­ta­pul­ta sul­la ca­po­li­sta con te­na­cia, in­tel­li­gen­za e quel­la fur­bi­zia con­den­sa­ta tut­ta al mi­nu­to 37 con il trac­cian­te di­se­gna­to dal­lo scugnizzo In­si­gne per la de­via­zio­ne dell'«hom­bre de Mo­tril», Jo­sè Ma­ria Cal­le­jon. Esplo­de il San Pao­lo e vi­bra­no le mu­ra dei pa­laz­zi adia­cen­ti. Una not­te ma­gi­ca per cor­ni­ce di pub­bli­co e per lo spet­ta­co­lo re­ga­la­to in cam­po dai pro­ta­go­ni­sti: lo spot po­si­ti­vo per il cal­cio ita­lia­no che tut­ti au­spi­ca­va­no. La sfi­da è vi­sta in mez­zo mon­do: Au­stra­lia, Ca­na­da, Giap­po­ne, Ara­bia Sau­di­ta e per­si­no in Viet­nam. Con la Ju­ve al San Pao­lo suc­ce­de sem­pre co­sì. Da an­ni, or­mai. Par­ti­ta bel­la, vi­bran­te, spet­ta­co­la­re. Lo ri­cor­da­no al­cu­ni ex az­zur­ri che han­no gli sguar­di te­si co­me se do­ves­se­ro scen­de­re an­co­ra in cam­po: Ca­nè, Ba­gni e Caf­fa­rel­li. «Vin­ce­re que­sta par­ti­ta re­ga­la sem­pre sensazioni uni­che, il Na­po­li ha i nu­me­ri per ten­ta­re il col­po», di­co­no. IL PRO­LO­GO - Lo sta­dio si riem­pie con due ore di an­ti­ci­po. Ed all'in­ter­no l'at­mo­sfe­ra è friz­zan­te co­me non mai. En­tra­no i cir­ca mil­le ti­fo­si al se­gui­to del­la Ju­ve e la­scia­no par­ti­re il pri­mo co­ro pro­vo­ca­to­rio quan­to of­fen­si­vo: «Ve­su­vio, la­va­li con il fuo­co» . La cur­va bian­co­ne­ra del­lo Ju­ven­tus Sta­dium è già sot­to len­te d’in­gran­di­men­to del­la Pro­cu­ra Fe­de­ra­le per i co­ri an­ti­se­mi­ti con­tro la Fio­ren­ti­na. Dai 50.000 par­te la ri­spo­sta con fi­schi ed ur­la «chi non salta è bian­co­ne­ro». Ma la Po­li­zia ave­va avu­to il suo da fa­re l'ope­ra di pre­fil­trag­gio e con­trol­li. Se­que­stra­ti di­ver­si rau­ti (bot­ti) na­sco­sti per­si­no nei pa­ni­ni. De­nun­cia­ti 28 ti­fo­si (15 na­po­le­ta­ni e 13 ju­ven­ti­ni) in pos­ses­so di fu­mo­geb­ni e bi­gliet­ti non va­li­di. Tro­va­ta pol­ve­re per fu­mo­ge­ni per­si­no nel­le scar­pe. Rin­ve­nu­to un man­ga­nel­lo. Evi­ta­ti un pa­io di ten­ta­ti­vi di con­tat­to tra le due fa­zio­ni. Ep­pu­re du­ran­te la ga­ra al­cu­ni pe­tar­di so­no esplo­si nel set­to­re ospi­ti. In­tan­to il pull­man del­la Ju­ve, su­per­scor­ta­to, rag­giun­ge piaz­za­le D'An­nun­zio pro­ve­nien­te dall'al­ber­go in Cor­so Vit­to­rio Ema­nue­le. Vie­ne fat­to og­get­to da lan­cio di uo­va. Ed il dg bian­co­ne­ro Ma­rot­ta, com­men­te­rà co­sì ai mi­cro­fo­ni di Sky: «Per noi sa­rà un esa­me mol­to dif­fi­ci­le per­ché il Na­po­li ha gran­di mo­ti­va­zio­ni e gran­de qua­li­tà. Il tra­git­to dall'al­ber­go al San Pao­lo è sta­to mi­glio­re del­lo scor­so an­no, ma non è sta­to pia­ce­vo­le es­se­re scor­ta­ti dal­la Po­li­zia. E’ una esa­ge­ra­zio­ne che fa ma­le al mon­do del cal­cio, ma or­mai ri­ce­ve­re in­sul­ti e lan­cio di og­get­ti per noi è nel­la nor­ma. Per for­tu­na il pull­man non ha ri­por­ta­to ve­tri rot­ti». Il di­ri­gen­te bian­co­ne­ro re­pli­ca poi ad al­cu­ne di­chia­ra­zio­ni dell'al­le­na­to­re del Na­po­li. Il cli­ma si fa sem­pre più elet­tri­co man ma­no che scor­re la par­ti­ta. C'è an­che la de­le­ga­zio­ne del Tren­ti­no che sta­mat­ti­na pre­sen­zie­rà all'an­nun­cio del­le da­te del pros­si­mo ri­ti­ro esti­vo. La gui­da­no il pre­si­den­te dell'Apt Ros­si­ni ed il sin­da­co di Dimaro, Men­ghi­ni: «Or­mai il Na­po­li ci ha abi­tua­to a not­ti ma­gi­che co­me que­ste» .

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.