Co­smi, il Pe­sca­ra è un rom­pi­ca­po

Cam­mi­no a in­ter­mit­ten­za e no­di tat­ti­ci ir­ri­sol­ti: la squa­dra in ca­sa re­sta ine­spres­sa

Corriere dello Sport - - Estero - Di Gian­car­lo Feb­bo g.f./GieffePress

PE­SCA­RA - In ca­sa Pe­sca­ra co­min­cia­no a ser­peg­gia­re sin­to­mi di ner­vo­si­smo dif­fu­so. Ec­co qual­che esem­pio: Aniel­lo Cu­to­lo, fi­schia­to dai ti­fo­si, li man­da a quel pae­se con un ge­sto ine­qui­vo­ca­bi­le; il tec­ni­co Ser­se Co­smi che si de­ve mor­de­re la lin­gua per evi­ta­re com­men­ti po­co edi­fi­can­ti ver­so i suoi gio­ca­to­ri, ma rie­sce a trat­te­ner­si so­lo fi­no a un cer­to punto. GLI AP­PUN­TI DI CO­SMI - «Nei pri­mi 15 mi­nu­ti non sia­mo nep­pu­re en­tra­ti in cam­po, era­va­mo im­mo­bi­li. Ra­gu­sa? Non par­lo più di lui, giudicate voi» , e an­co­ra ag­giun­ge il tec­ni­co pe­ru­gi­no... «Se gli ul­tra­tren­ten­ni Ma­sca­ra e Di Mi­che­le so­no i mi­glio­ri in cam­po e quel­li che cor­ro­no di più, si­gni­fi­ca che poi non ci so­no tut­ti que­sti gio­va­ni fe­no­me­ni». Scor­po­ra­te dal­la fra­se i ri­fe­ri­men­ti re­la­ti­vi Di Mi­che­le e i suoi com­pa­gni reggini e sa­rà fa­ci­le in­tui­re che im­bri­glia­ti nel­la re­te re­sta­no mol­ti bian­caz­zur­ri. PA­RI AMA­RO - In­som­ma, il pa­reg­gio in­ter­no con­tro la Reg­gi­na ha sco­per­chia­to il pen­to­lo­ne. Per­ché ci so­no si­tua­zio­ni di gio­co che non pos­so­no es­se­re ac­cet­ta­te, a mag­gior ra­gio­ne se rei­te­ra­te nel tem­po. Con­tro i ca­la­bre­si, sa­ba­to scor­so, gli epi­so­di in­cri­mi­na­ti so­no sta­ti i due tra­ver­so­ni dal­la tre­quar­ti, quel­li fron­ta­li sui qua­li chi si di­fen­de do­vreb­be an­da­re a noz­ze, in­ve­ce sem­bra­va­no mis­si­li da cui tut­ti si al­lon­ta­na­va­no. Va be­ne che il Pe­sca­ra con il re­par­to ar­re­tra- to sto­ri­ca­men­te non è mai sta­to for­tu­na­to e og­gi pa­ga pu­re as­sen­ze mol­to pe­san­ti (Ca­pua­no e Schiavi in pri­mis), pe­rò... . Pren­den­do il ca­so spe­ci­fi­co del se­con­do gol del­la Reg­gi­na, gli av­ver­sa­ri bat­te­va­no una pu­ni­zio­ne qua­si dal­la li­nea del fal­lo la­te­ra­le e in area c'era tut­ta la squa­dra, non so­lo i di­fen­so­ri. C'era fi­si­ca­men­te, ma non men­tal­men­te, al­tri­men­ti Fi­sch­nal­ler non avreb­be po­tu­to col­pi­re in­di­stur­ba­to di te­sta sen­za che gli ve­nis­se op­po­sta al­cu­na re­si­sten­za. RAB­BIA E FI­SCHI - Da qui la rab­bia cie­ca che si è im­pa­dro­ni­ta dell'am­bien­te. In ve­ri­tà, il pro­ble­ma è a mon­te. Il fat­to che il Pe­sca­ra stia ten­tan­do una dif­fi­ci­le ri­mon­ta pre­sup­po­ne che in pre­ce­den­za ci sia sta­ta una fre­na­ta esa­ge­ra­ta. Le po­ten­zia­li­tà per riag­gan­cia­re il grup­po ci so­no, ma ad ogni con­trat­tem­po il ter­re­no fra­na sot­to i pie­di. Non a ca­so, i play off di­sta­va­no ap­pe­na 1 punto, ora so­no 3. Co­smi in tra­sfer­ta ha fat­to mi­ra­co­li, due vit­to­rie e un pa­reg­gio su cam­pi dif­fi­ci­li, pe­rò in ca­sa fa­ti­ca. Chiu­der­si e ri­par­ti­re è un con­to, co­strui­re gio­co e apri­re le di­fe­se av­ver­sa­rie, a lo­ro vol­ta ar­roc­ca­te, un al­tro. Se poi, quan­do rie­sce, si di­la­pi­da tut­to in un pa­io di gi­ri di lan­cet­te, al­lo­ra di­ven­ta du­ra. La set­ti­ma­na che pre­ce­de la tra­sfer­ta di Bre­scia sa­rà for­se la più dif­fi­ci­le del­la ge­stio­ne-Co­smi. Un cam­mi­no trop­po ad in­ter­mit­ten­za. Ades­so ri­co­min­cia­re dac­ca­po è du­ra. La ga­ra di Bre­scia sa­rà l'en­ne­si­mo spar­tiac­que.

L’at­tac­can­te Cri­stian Ga­la­no, è na­to a Fog­gia il 1º apri­le del 1991. Punto di for­za del Ba­ri

SER­SE AT­TO­NI­TO

Il tec­ni­co del Pe­sca­ra, Ser­se Co­smi 54 an­ni non rie­sce a tro­va­re il giu­sto equi­li­brio nel­le ga­re in ca­sa del­la sua squa­dra (Mo­sca)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.