Co­sen­za, Mo­scia­ro fir­ma la pro­mo­zio­ne

Il ca­pi­ta­no se­gna il gol che af­fon­da il Ga­vor­ra­no e va­le la C uni­ca Il pre­si­den­te Gua­ra­scio: «Ora il 1° po­sto. E al la­vo­ro per il fu­tu­ro»

Corriere dello Sport - - Girone B (30ª Giornata) - Di Fran­co Se­gre­to

NO­TE: spettatori 3.000. An­go­li 4-4. Re­cu­pe­ro: pt 0', st 5. CO­SEN­ZA - Co­sen­za in Le­ga Pro uni­ca con quat­tro gior­na­te d'an­ti­ci­po. Stac­ca­to il ta­glian­do da par­te di Cap­pel­lac­ci e dei suoi con­tro un Ga­vor­ra­no vo­len­te­ro­so, ma spun­ta­to in avan­ti. Ros­so­blù at­to­ri pro­ta­go­ni­sti di un cam­pio­na­to con­dot­to qua­si sem­pre in ci­ma al­la clas­si­fi­ca. Vin­cen­te il pro­get­to mes­so su dal pre­si­den­te Gua­ra­scio ad ini­zio sta­gio­ne.

Pri­mo tem­po soft da par­te del Co­sen­za. Di­ver­sa la ri­pre­sa nel cor­so del­la qua­le i pa­dro­ni di ca­sa han­no crea­to un po' di pal­le gol. Po­che emo­zio­ni nei pri­mi 45' se non un col­po di te­sta di Chi­nel­la­to ter­mi­na­to sul­la tra­ver­sa (9') su cross di Ales­san­dro, e la ri­spo­sta de­gli ospi­ti al mi­nu­to 24 con Ro­po­lo lan­cia­to a re­te, mu­ra­to in sci­vo­la­ta da Blon­dett. Al­la mezz'ora ci pro­va Mo­scia­ro con un'azio­ne per­so­na­le con pal­la al­ta.

Nel se­con­do tem­po Cap­pel­lac­ci in­ver­te gli ester­ni bas­si. Blon­dett va a si­ni­stra, con Pa­laz­zi dal­la par­te op­po­sta. Cria­co e Cal­de­ri­ni so­sti­tui­sco­no Giordano e Chi­nel­la­to. Ora la ma­no­vra è più flui­da e di­na­mi­ca. Co­sen­za a tra­zio­ne an­te­rio­re. La pri­ma azio­ne gol è pe­rò del Ga­vor­ra­no che sfrut­ta una ri­par­ten­za di San­ti­ni (3') che avan­za e ti­ra: con­clu­sio­ne da di­men­ti­ca­re. 2' più tar­di si fa vi­vo il Co­sen­za con Mo­scia- ro in ver­sio­ne as­si­st-man. L'at­tac­can­te tro­va il cor­ri­do­io in area per Chi­nel­la­to il cui ti­ro fi­ni­sce a la­to. An­co­ra un su­per Mo­scia­ro ser­ve Ales­san­dro (8'), ma l'ester­no si al­lun­ga trop­po la pal­la. Al 21' il gol par­ti­ta con la fir­ma del "co­sen­ti­no doc" Mo­scia­ro. Som­bre­ro di Cal­de­ri­ni in mez­zo al cam­po sul di­ret­to av­ver­sa­rio, e pal­la ad in­cro­cia­re per Mo­scia­ro. Il ca­pi­ta­no en­tra in area, drib­bla il por­tie­re, e met­te in re­te. Ap­plau­si per lui e gol pe­san­tis­si­mo. SOR­RI­SI ROS­SO­BLU’ - Sod­di­sfa­zio­ne è sta­ta espres­sa del pre­si­den­te Gua­ra­scio e dall'ad Qua­glio a fi­ne ga­ra con i complimenti per tut­ti. «Do­po la pro­mo­zio­ne l'obiet­ti­vo re­sta il pri­mo po­sto. Pro­gram­me­re­mo su­bi­to il fu­tu­ro» . An­che il sin­da­co Ma­rio Oc­chiu­to, co­lui che nel 2011 ha fat­to ri­na­sce­re il cal­cio co­sen­ti­no, non ha vo­lu­to far man­ca­re la sua vo­ce. «Pos­sia­mo fi­nal­men­te go­der­ci una pro­mo­zio­ne che, nell'an­no del Cen­te­na­rio, ac­qui­sta un sa­po­re speciale» . Spriz­za gioa da tut­ti i po­ri Ro­ber­to Cap­pel­lac­ci: «La vit­to­ria sul Ga­vor­ra­no è mo­ti­vo di sod­di­sfa­zio­ne per me, per la so­cie­tà, per il grup­po, e per co­lo­ro i qua­li han­no con­tri­bui­to a que­sta ca­val­ca­ta vin­cen­te. Stac­ca­re il bi­gliet­to del­la Le­ga Pro uni­ca con quat­tro gior­na­te di an­ti­ci­po è mo­ti­vo di gran­de or­go­glio. Ora do­vre­mo pun­ta­re l'at­ten­zio­ne sul pri­mo po­sto». E via in au­to ver­so Tor­to­re­to. A fe­steg­gia­re con la sua famiglia. Complimenti Capp!

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.