Il pia­no per Sha­qi­ri c’è il via li­be­ra di Tho­hir

Po­dol­ski, Wen­ger fre­na: ma è que­stio­ne di gior­ni

Corriere dello Sport - - INTER - Di An­drea Ra­maz­zot­ti

Nuo­vi con­tat­ti ci sa­ran­no già pri­ma del week end, ma il ve­ro a pro­prio as­sal­to a Xher­dan Sha­qi­ri par­ti­rà do­po Ju­ven­tus-Inter di mar­te­dì. Nel­la spe­ran­za che i ne­raz­zur­ri rie­sca­no a vin­ce­re il dop­pio der­by d’Ita­lia: quel­lo al­lo Ju­ven­tus Sta­dium e quel­lo di mercato. Il ds Au­si­lio ha ca­pi­to che Man­ci­ni con­si­de­ra lo sviz­ze­ro il rin­for­zo idea­le do­po che Ales­sio Cer­ci è pas­sa­to al Mi­lan: il tec­ni­co di Je­si lo ve­de sul­la cor­sia di de­stra o in al­ter­na­ti­va al­le spal­le del cen­tra­van­ti nel 4-2-3-1 che ha in men­te e che pre­ve­de Po­dol­ski sull’out man­ci­no. An­che Tho­hir è con­scio del­le ri­chie­ste del suo al­le­na­to­re e ha da­to man­da­to di fa­re il pos­si­bi­le per ac­con­ten­tar­lo, so­prat­tut­to se la for­mu­la ab­boz­za­ta dai suoi uo­mi­ni di fi­du­cia (pre­sti­to con ob­bli­go di ri­scat­to a giu­gno per una ci­fra in­tor­no ai 15 mi­lio­ni) può es­se­re re­ce­pi­ta (co­me pa­re) dal Bayern. Cer­to si trat­te­reb­be di un al­tro ma­ci­gno per i già dis­se­sta­ti con­ti ne­raz­zur­ri, ma il fat­to che la ci­fra sa­reb­be ca­ri­ca­ta, a ra­te, sul­le pros­si­me sta­gio­ni da­reb­be re­spi­ro. Il Bayern Mo­na­co spe­ra che su Sha­qi­ri si sca­te­ni un’asta e il fat­to che ol­tre all’Inter an­che la Juve e il Li­ver­pool sia­no in­te­res­sa­te, fa pia­ce­re ai te­de­schi che al tem­po stes­so pe­rò so­no con­sa­pe­vo­li del­la vo­lon­tà di Sha­qi­ri di non rin­no­va­re il con­trat­to in sca­den­za nel 2016. L’agen­te del­lo sviz­ze­ro, il fra­tel­lo, lo ha spie­ga­to chia­ra­men­te e que­sto apre i mar­gi­ni per una trat­ta­ti­va. L’Inter ha buo­ni rap­por­ti con il Bayern e vuo­le sfrut­ta­re que­sto van­tag­gio con la Ju­ven­tus che, in pas­sa­to, con i ba­va­re­si ha avu­to più di una ten­sio­ne. WEN­GER PUN­GE. Ie­ri in­tan­to, nel­la con­fe­ren­za stam­pa che ha pre­ce­du­to la ga­ra di do­ma­ni con­tro il Sou­thamp­ton, il tec­ni­co dell’Ar­se­nal ha par­la­to di Po­dol­ski. « L’of­fer­ta dell’Inter per lui è uno scher­zo, qual­co­sa di po­co DIAR­RA AC­CE­LE­RA. Per il cen­tro­cam­po in­ve­ce il no­me più fa­cil­men­te rag­giun­gi­bi­le è quel­lo di Las­sa­na Diar­ra. Lu­cas Lei­va an­che lu­ne­dì è sta­to ti­to­la­re nel Li­ver­pool con­tro lo Swan­sea e, an­che se Man­ci­ni non ha af­fat­to al­za­to ban­die­ra bian­ca, si va avan­ti per il fran­ce­se, con la spe­ran­za che qual­che ces­sio­ne (M’Vi­la) pos­sa por­ta­re a due in­ne­sti in mez­zo al cam­po. Diar­ra aspet­ta sem­pre il ver­det­to del­la Fi­fa che, se­con­do fon­ti a lui vi­ci­ne, po­treb­be ar­ri­va­re en­tro la me­tà di gen­na­io. Al­tri­men­ti il gio­ca­to­re va­lu­te­rà se cer­ca­re un ac­cor­do con la Lo­ko­mo­tiv, even­tua­li­tà co­mun­que non sem­pli­ce per­ché i rus­si han­no già di­mo­stra­to tut­ta la lo­ro in­tran­si­gen­za in pas­sa­to. In vi­sta di giu­gno, in­ve­ce, oc­chio a Su­sic dell’Ha­j­duk Spa­la­to.

Xher­dan Sha­qi­ri con la ma­glia del­la Sviz­ze­ra al Mon­dia­le se­rio» ha det­to in to­no sfer­zan­te e cer­can­do di met­te­re pau­ra ai di­ri­gen­ti ita­lia­ni che in­ve­ce si sen­to­no tran­quil­li per­ché Lu­kas si è pro­mes­so a lo­ro e per­ché an­che i di­ri­gen­ti dei Gun­ners han­no da­to il via li­be­ra all’ope­ra­zio­ne. Ades­so, sic­co­me all’Ar­se­nal per il te­de­sco di ori­gi­ne po­lac­ca so­no ar­ri­va­te an­che al­tre of­fer­te (no­no­stan­te l’ar­ri­vo di Tor­res l’Atle­ti­co Ma­drid è an­da­to al­la ca­ri­ca e il Ga­la­ta­sa­ray non si è mai ri­ti­ra­to), Wen­ger spe­ra di al­za­re il prez­zo del pre­sti­to fi­no a giu­gno e non si ac­con­ten­ta di te­ner­lo (in pan­chi­na) fi­no al­la ga­ra con­tro il Sou­thamp­ton o ma­ga­ri ad­di­rit­tu­ra fi­no a quel­la di FA Cup con l’Hull Ci­ty. «Con l’Inter - ha pro­se­gui­to - ci so­no so­lo di­scor­si. Po­dol­ski è un no­stro gio­ca­to­re e vo­glio che re­sti. Spe­ro che a fi­ne gen­na­io sia an­co­ra con noi». In real­tà Wen­ger ha da­to il via li­be­ra all’ope­ra­zio­ne e le fra­si nel­la con­fe­ren­za stam­pa di ie­ri so­no sta­te il clas­si­co gio­co del­le par­ti. An­che per­ché tra due ga­re Gi­roud rien­tre­rà dal­la squa­li­fi­ca, Özil è pra­ti­ca­men­te re­cu­pe­ra­to e l’in­for­tu­nio di Wel­beck non ba­sta, agli oc­chi di Po­dol­ski, per con­fi­nar­lo in pan­chi­na per il re­sto del­la sta­gio­ne. So­prat­tut­to ades­so che si è pro­mes­so all’Inter e a Man­ci­ni.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.