Il bi­gliet­to ci­fra­to che col­le­ga la bom­ba e Or­di­ne Nuo­vo

Corriere di Bologna - - Cronaca - © RIPRODUZIONE RISERVATA

«ID del TSM pos­sia­mo far­li ave­re agli ami­ci di GC a par­zia­le pic­co­lo in­den­niz­zo di quel­lo che han­no per­so». Un bi­gliet­ti­no ci­fra­to ma fon­da­men­ta­le per il nuo­vo pro­ces­so sul­la stra­ge del 2 ago­sto che si apri­rà il pros­si­mo 21 mar­zo in Cor­te d’As­si­se a Bo­lo­gna. Per­ché quel­le po­che ri­ghe, an­che per il gup Al­ber­to Zi­rol­di che ha rin­via­to a giu­di­zio l’ex Nar Gil­ber­to Ca­val­li­ni, so­no la di­mo­stra­zio­ne dei rap­por­ti tra i fa­sci­sti che mi­se­ro la bom­ba a Bo­lo­gna e gli espo­nen­ti di Or­di­ne Nuo­vo con­dan­na­ti per la stra­ge di piaz­za del­la Log­gia a Bre­scia. Car­lo Ma­ria Mag­gi, sul­la cui car­ta in­te­sta­ta è sta­to scrit­to il mes­sag­gio, è sta­to con­dan­na­to all’er­ga­sto­lo per la stra­ge di Bre­scia ed è sta­to uno dei fon­da­to­ri di Or­di­ne Nuo­vo, for­ma­zio­ne neo­fa­sci­sta ve­ne­ta. Quel pez­zo di car­ta fu se­que­stra­to il 18 set­tem­bre del 1982 a Clau­dio Bres­san, al­tro espo­nen­te di estre­ma de­stra, e fu scrit­to dal­lo stes­so Mag­gi e in­di­riz­za­to a Car­lo Di­gi­lio, re­spon­sa­bi­le del ti­ro a se­gno di Ve­ne­zia, che quin­di ave­va gran­de di­spo­ni­bi­li­tà di pol­ve­re esplo­si­va del ti­po T4, co­me quel­la uti­liz­za­ta a Bo­lo­gna e a cui si ri­fe­ri­reb­be quel­la «T» nel bi­gliet­ti­no. Men­te GC al­tri non sa­reb­be che Gil­ber­to Ca­val­li­ni: una in­ter­pre­ta­zio­ne già da­ta per ac­qui­si­ta sia nel pro­ces­so per la stra­ge di Bre­scia che in quel­lo per il ri­tro­va­men­to di ar­mi di Or­di­ne Nuo­vo nel po­li­go­no di Ve­ne­zia. Il bi­gliet­ti­no è tra gli ele­men­ti di pro­va che i le­ga­li dell’as­so­cia­zio­ne dei fa­mi­lia­ri del­le vit­ti­me del 2 ago­sto han­no por­ta­to al­la Pro­cu­ra di Bo­lo­gna per chie­de­re il rin­vio a giu­di­zio di Ca­val­li­ni. Il gup Al­ber­to Zi­rol­di ha rin­via­to a giu­di­zio l’ex Nar, con udien­za da­van­ti al­la Cor­te di as­si­se il 21 mar­zo 2018 . All’er­ga­sto­lo per al­tri fat­ti, la Pro­cu­ra gli con­te­sta di aver da­to sup­por­to a Giu­sep­pe Va­le­rio Fio­ra­van­ti, Fran­ce­sca Mam­bro e Lui­gi Cia­var­di­ni, con­dan­na­ti in via de­fi­ni­ti­va per l’esplo­sio­ne con 85 mor­ti e 200 fe­ri­ti del 2 ago­sto 1980. Nel rin­via­re a giu­di­zio l’ex Nar Gil­ber­to Ca­val­li­ni per con­cor­so nel­la stra­ge del 2 ago­sto al­la sta­zio­ne di Bo­lo­gna, il gup ha ri­co­no­sciu­to i le­ga­mi tra la fa­lan­ge ve­ne­ta di Or­di­ne Nuo­vo e quel­la ro­ma­na dei Nar, so­ste­nu­ta dal­le par­ti ci­vi­li, pi­sta che ades­so sa­rà bat­tu­ta an­che dal­le nuo­ve in­da­gi­ni del­la Pro­cu­ra ge­ne­ra­le che nei gior­ni scor­si ha ria­per­to l’in­chie­sta sui man­dan­ti del­la stra­ge al­la sta­zio­ne.

L’ap­pun­to Il bi­gliet­to è scrit­to sul­la car­ta in­te­sta­ta di Car­lo Ma­ria Mag­gi, con­dan­na­to all’er­ga­sto­lo per la stra­ge di Bre­scia

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.