La re­te 5G

Corriere Fiorentino - - Primo Piano -

«Con la mia giun­ta la spe­ri­men­ta­zio­ne 5G an­drà avan­ti, que­sto è si­cu­ro. Ma a me in­te­res­sa an­che un’al­tra co­sa: che tut­ta la To­sca­na, an­che i borghi più lon­ta­ni dai gran­di cen­tri ur­ba­ni, ab­bia l’ac­ces­so a In­ter­net». Gia­ni sce­glie di scan­to­na­re ri­spet­to al­le po­le­mi­che sul­la nuo­va tec­no­lo­gia che con­sen­te con­nes­sio­ni e do­wn­load più ve­lo­ci e la pos­si­bi­li­tà di col­le­ga­re con­tem­po­ra­nea­men­te al­la Re­te più di­spo­si­ti­vi. Da una par­te c’è l’or­go­glio to­sca­no per Pra­to, una del­le cin­que cit­tà ita­lia­ne scel­te dal go­ver­no per la spe­ri­men­ta­zio­ne del 5G, che pe­ral­tro è uno dei ca­pi­to­li del Re­co­ve­ry fund. Dall’al­tra, le pau­re di chi te­me le con­se­guen­ze nuo­vi ri­pe­ti­to­ri sul­la sa­lu­te e la riot­to­si­tà di al­cu­ni sin­da­ci, an­che del par­ti­to di Gia­ni, il Pd, a far­li in­stal­la­re sul ter­ri­to­rio (an­che se non pos­so­no più vie­tar­li). Gia­ni è fa­vo­re­vo­le al­lo svi­lup­po del­la nuo­va re­te, ma non vuo­le che nell’at­te­sa si per­da di vi­sta la ri­du­zio­ne del di­gi­tal di­vi­de tra le aree di mon­ta­gna o co­mun­que più pe­ri­fe­ri­che e le cit­tà. Un ob­biet­ti­vo a cui ha la­vo­ra­to pan­cia a ter­ra per an­ni l’as­ses­so­re uscen­te Vit­to­rio Bu­gli, che è riu­sci­to a por­ta­re la co­per­tu­ra del­la ban­da lar­ga al 99,9% men­tre quel­la del­la ban­da ul­tra­lar­ga è più in­die­tro. «Il di­rit­to al­la con­nes­sio­ne è un di­rit­to co­sti­tu­zio­na­le. Se ne­ces­sa­rio, fa­re­mo una leg­ge che stan­zi ri­sor­se ad hoc per por­ta­re In­ter­net nel­le ca­se di tut­ti i to­sca­ni», ri­lan­cia Gia­ni.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.