Li­li

Pau­li­ne Rei­n­hart

Cosmopolitan (Italy) - - Cosmo Radar -

svi­lup­pi vor­re­sti per Bet­ty?

LI­LI: Vor­rei che si di­ver­tis­se, una buo­na vol­ta. Sai, ma­ga­ri che non ri­ce­ves­se re­go­la­ri te­le­fo­na­te da un se­rial kil­ler… Vo­glio ve­der­la la­sciar­si an­da­re ed esplorare la sua ses­sua­li­tà. Non ci rie­sce mai, è sem­pre trop­po stres­sa­ta, po­ve­ra ra­gaz­za. Okay, tor­nia­mo a noi: co­me pas­sia­mo la mag­gior par­te del no­stro tem­po in­sie­me fuo­ri dal set?

CAMILA: Par­lan­do del­le no­stre fac­cen­de di cuo­re. E siamo sem­pre mol­to fran­che, di­rei!

LI­LI: Noi due siamo mol­to di­ver­se nel mo­do di vi­ve­re l’amo­re.

CAMILA: Tu hai una vi­sio­ne tra­di­zio­na­le dell’amo­re, al­la Giu­liet­ta e Ro­meo. Io ho un ap­proc­cio più mo­der­no e di­sin­vol­to, e mi fa be­ne con­fron­tar­mi con il tuo pun­to di vi­sta poe­ti­co: mi fa ap­prez­za­re il ro­man­ti­ci­smo, qual­co­sa a cui io non do mol­to spa­zio. Ten­do a pren­de­re le co­se con mag­gio­re leg­ge­rez­za. LI­LI: E non c’è nien­te di sba­glia­to in questo.

CAMILA: Ma tu sei sem­pre sta­ta di­spo­sta a com­bat­te­re per un amo­re. Io no, e questo po­treb­be es­se­re un er­ro­re da par­te mia. LI­LI: Ti sei mai in­na­mo­ra­ta?

CAMILA: Qual­che vol­ta. Al li­ceo ero una se­rial da­ter, poi ho avu­to una sto­ria se­ria, ma è fi­ni­ta di re­cen­te. A vol­te ti ren­di con­to che i tuoi so­gni non si spo­sa­no con quel­li dell’al­tra per­so­na, e de­vi fa­re una scel­ta. Per me se­gui­re i miei so­gni è sem­pre sta­ta la co­sa più im­por­tan­te. E tu?

LI­LI: So­no sta­ta in­na­mo­ra­ta. E nell’ultimo an­no, co­me tu ben sai, so­no sta­ta com­bat­tu­ta a pro­po­si­to di una “fiam­ma” che non sa­pe­vo se ali­men­ta­re o sof­fo­ca­re (da tem­po cir­co­la­no vo­ci in­si­sten­ti e mai con­fer­ma­te su una sua re­la­zio­ne con Co­le Sprou­se, che in­ter­pre­ta Ju­ghead in Ri­ver­da­le, ndr). Ar­ri­va un mo­men­to in cui ti di­ci: “Se non mi but­to…”.

CAMILA: “…avrò il rim­pian­to di non aver­ci nean­che pro­va­to”. Giu­stis­si­mo. Mi hai in­se­gna­to a non ver­go­gnar­mi di di­re: “Ti amo, non im­por­ta se tu mi ami o no”. LI­LI: E tu c’eri per me nei momenti di cri­si.

CAMILA: Ov­via­men­te! Io ora so­no sin­gle. Che ti­po di uo­mo sce­glie­re­sti per me?

LI­LI: Al­to e atle­ti­co, be­gli oc­chi az­zur­ri. Ma­ga­ri eu­ro­peo, con un ac­cen­to par­ti­co­la­re. E non trop­po mon­da­no: tu sei una ta­le far­fal­la so­cia­le, sa­reb­be ca­ri­no che aves­si ac­can­to qual­cu­no ca­pa­ce di ti­ra­re fuo­ri un tuo la­to più in­ti­mo.

CAMILA: Sì, po­treb­be bi­lan­ciar­mi.

Il per­so­nag­gio di Ri­ver­da­le con cui più pro­ba­bil­men­te po­trei ave­re una sto­ria d’amo­re ve­ra nel­la vi­ta rea­le: Jug­gy <3 Per­ché: è te­ne­bro­so in un mo­do se­xy, con un af­fa­sci­nan­te alo­ne di mi­ste­ro. La pri­ma ce­leb per cui ho avu­to una cot­ta: Leo Di Ca­prio. Nien­te è più se­xy di: un uo­mo ben ve­sti­to. Quan­do vo­glio sen­tir­mi una ti­pa to­sta: bal­lo in lin­ge­rie.

LI­LI: Ti ci vuo­le un bel mo­del­lo eu­ro­peo.

CAMILA: Be’, se lo in­con­tri… LI­LI: Te lo man­do, con­ta­ci!

CAMILA: Se­con­do me po­treb­be chia­mar­si Fran­ci­sco, o qual­co­sa del ge­ne­re. LI­LI: Op­pu­re Bleu: “Je m’ap­pel­le Bleu”. Bel­lo!

CAMILA: Una co­sa di te che mi ha sor­pre­sa co­no­scen­do­ti me­glio è che sei con­sa­pe­vo­le dal pun­to di vi­sta ses­sua­le. LI­LI: So­no mol­to aper­ta ses­sual­men­te.

CAMILA: È una co­sa su cui ab­bia­mo le­ga­to. All’ini­zio non pen­sa­vo che fos­si in­cli­ne a par­la­re di ses­so, ma quan­do ab­bia­mo co­min­cia­to mi hai la­scia­ta a boc­ca aper­ta!

LI­LI: Amo par­lar­ne. È in­te­res­san­te, e aiu­ta a scio­glie­re i no­di. Per esem­pio, l’in­si­cu­rez­za che mi pren­de quan­do sto con qual­cu­no che ha avu­to più espe­rien­ze ses­sua­li di me, o an­che sen­ti­men­ta­li, ma più che al­tro ri­guar­da il ses­so. Mi ri­tro­vo a pen­sa­re che fac­cia dei con­fron­ti con le sue ex aman­ti. So che è una co­sa stu­pi­da, non pos­so ave­re al­cun con­trol­lo sul suo pas­sa­to e del re­sto, se sta con me c’è una ra­gio­ne.

CAMILA: Ma in­fat­ti! LI­LI: Se­con­do te qua­li so­no i peg­gio­ri luo­ghi co­mu­ni in ma­te­ria di ses­so?

Giac­ca e shorts, Cyn­thia Ro­w­ley. Reg­gi­se­no Ra­chel Ma­rus. Orec­chi­ni Lu­lu Fro­st. Col­la­na Sha­shi.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.