IM­PA­RA A VA­LU­TA­RE I TUOI PUNTI DI FOR­ZA

Cosmopolitan (Italy) - - Youniverse - ANNAMARIA POLETTI Re­crui­ting ed em­ployer bran­ding ma­na­ger, Fa­st­web

«Bi­so­gna sem­pre la­vo­ra­re sul­le pro­prie aree di mi­glio­ra­men­to. È uno de­gli in­se­gna­men­ti più pre­zio­si di cui io stes­sa ho fat­to te­so­ro. In pra­ti­ca, de­vi col­ti­va­re un at­teg­gia­men­to proat­ti­vo in mo­do da ot­te­ne­re pun­tual­men­te dei feed­back. Il che si­gni­fi­ca an­che in­di­vi­dua­re al­cu­ne per­so­ne di fi­du­cia (il tuo ca­po, op­pu­re un col­le­ga o, an­co­ra, i clien­ti ecc.) a cui chie­de­re, sem­pli­ce­men­te: “Co­me mi ve­di in que­sta at­ti­vi­tà? Puoi dar­mi il tuo pun­to di vi­sta?”. I lo­ro giu­di­zi so­no par­ti­co­lar­men­te uti­li per­ché ti per­met­to­no di ag­giu­sta­re il ti­ro, in mo­do da ot­ti­miz­za­re le per­for­man­ce. Il se­con­do step è ri­ta­gliar­ti un po’ di tem­po per una sin­ce­ra au­to­va­lu­ta­zio­ne dei tuoi punti di for­za. Con l’espe­rien­za, in­fat­ti, ho sco­per­to che per mi­glio­rar­si con­vie­ne in­ve­sti­re in que­sti ul­ti­mi, piut­to­sto che col­ma­re un gap. Met­ti a fuo­co co­sa fun­zio­na e co­sa no e sce­gli gli am­bi­ti do­ve puoi real­men­te mi­glio­ra­re».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.