Un viag­gio da so­gno a ze­ro bud­get

Le tue ami­che pro­get­ta­no una su­per­va­can­za e tu sei al ver­de? Con que­ste idee riu­sci­rai a par­ti­re

Cosmopolitan (Italy) - - Aprile - Di An­na­li­sa Pier­si­gil­li

Co­sa c’è di più emo­zio­nan­te che an­da­re al­la sco­per­ta di un Pae­se lon­ta­no, ma­ga­ri in­sie­me al­le tue ami­che di sem­pre? Che sia­no gli Usa on the road, un pa­ra­di­so tro­pi­ca­le o l’Egit­to dei fa­rao­ni, è una di quel­le espe­rien­ze che non si di­men­ti­ca­no, ma di cer­to rap­pre­sen­ta an­che una spe­sa im­por­tan­te. Muo­ri dal­la vo­glia di par­ti­re, ma pen­si di non po­ter­te­lo per­met­te­re? Non far­ti fer­ma­re da un sal­va­da­na­io vuo­to. Se sta­te pro­gram­man­do le va­can­ze con il giu­sto an­ti­ci­po di al­me­no 3-4 me­si, po­trai far­ce­la an­che tu, e senza trop­pi sa­cri­fi­ci. La pa­ro­la chia­ve, in­fat­ti, è “pia­ni­fi­ca­zio­ne”. Ec­co i no­stri con­si­gli per crea­re un bud­get suf­fi­cien­te per il tuo viag­gio da so­gno e tro­va­re le oc­ca­sio­ni che ti fa­ran­no ri­spar­mia­re.

1 «CALCOLA QUAN­TO PO­TRE­STI SPENDERE DU­RAN­TE IL VIAG­GIO CER­CAN­DO DI ES­SE­RE REALISTICA», con­si­glia Geor­gia Lee Hus­sey, esper­ta di fi­nan­ze. «Pren­di car­ta e pen­na o crea sul pc una ta­bel­la in Ex­cel e sud­di­vi­di le spe­se in vo­li, per­not­ta­men­ti, ci­bo, mez­zi di tra­spor­to e at­ti­vi­tà ex­tra (mu­sei, in­gres­si ai par­chi, af­fit­to dell’om­brel­lo­ne ecc.). Fai la som­ma to­ta­le, ag­giun­gi al­me­no 200 per gli im­pre­vi­sti e poi sud­di­vi­di il tut­to per i me­si che ti se­pa­ra­no dal­la par­ten­za. Ec­co la ci­fra che do­vrai ac­can­to­na­re ogni 30 gior­ni fi­no all’ora del de­col­lo». Se pen­si di po­ter­ce­la fa­re ri­spar­mian­do su tut­to tran­ne gli esbor­si in­di­spen­sa­bi­li (af­fit­to, bol­let­te), al­lo­ra sei pron­ta per par­ti­re.

2 PRENOTA IL PIÙ POS­SI­BI­LE IN AN­TI­CI­PO DA CA­SA: stai pur cer­ta che spen­de­rai me­no che all’ultimo mo­men­to, sul po­sto. Per

esem­pio, per il no­leg­gio dell’au­to, ma an­che per le vi­si­te ai mu­sei, cer­ca on­li­ne se ci so­no ta­rif­fe di grup­po o scon­ti ear­ly bird (spe­ci­fi­ci per chi com­pra il bi­gliet­to pri­ma). An­dre­te in una lo­ca­li­tà di ma­re fa­mo­sa tra i sur­fi­sti? Se vuoi pren­de­re le­zio­ni, con­tat­ta via mail qual­che scuo­la lo­ca­le, chie­di dei pre­ven­ti­vi e poi met­ti­li a con­fron­to. Quan­do sa­rai in va­can­za, non avrai cer­to vo­glia (e nem­me­no il tem­po) di gi­rar­le tut­te e po­tre­sti in­cap­pa­re pro­prio in quel­la più co­sto­sa.

3 USA LA CAR­TA DI CREDITO DILAZIONANDO LE SPE­SE IN MO­DO IN­TEL­LI­GEN­TE NELL’ARCO DI PIÙ ME­SI. «È un truc­co che ti con­sen­te di di­stri­bui­re me­glio le usci­te pri­ma della par­ten­za. In­fat­ti non pa­gan­do tut­to in un’uni­ca tran­che, evi­ti di an­da­re in ros­so sul con­to», av­ver­te l’esper­ta. Ma oc­chio: questo stra­ta­gem­ma fun­zio­na so­lo se hai ab­ba­stan­za tem­po a di­spo­si­zio­ne, cioè il viag­gio è sta­to pro­gram­ma­to con lar­go an­ti­ci­po (al­me­no 6-7 me­si pri­ma).

4 RI­DU­CI I COSTI DEL VIAG­GIO DI AN­DA­TA E RITORNO VER­SO L’AEROPORTO. Mi­ca tut­te hanno la for­tu­na di aver­ne uno in­ter­na­zio­na­le a po­che de­ci­ne di km da ca­sa, ma­ga­ri col­le­ga­to con un tre­no di­ret­to. Chi abi­ta lon­ta­no ed è co­stret­ta a usa­re l’au­to, de­ve con­si­de­ra­re an­che il par­cheg­gio. In al­ter­na­ti­va, tu e le tue ami­che po­te­te op­ta­re per il car sha­ring (con BlaB­laCar per esem­pio) o per gli au­to­bus low-co­st (Fli­xBus). In ogni ca­so, quan­do pre­no­ti l’ae­reo per la me­ta pre­scel­ta, ti con­vie­ne cer­ca­re il vo­lo di par­ten­za tra più ae­ro­por­ti, e non so­lo il più co­mo­do e vi­ci­no ca­sa. Se sei fles­si­bi­le, hai di si­cu­ro più chan­ce di tro­va­re l’of­fer­ta mi­glio­re, an­che con­si­de­ran­do i costi per gli spo­sta­men­ti.

5 PUN­TA SUI VO­LI STOPOVER: POS­SO­NO FA­RE LA DIF­FE­REN­ZA SUL CO­STO FINALE. Pre­ve­do­no uno sca­lo con tem­pi di at­te­sa lun­ghi, an­che più di 12 ore, pri­ma del de­col­lo suc­ces­si­vo. Sem­bre­reb­be una gros­sa scoc­cia­tu­ra, ma ol­tre a ren­de­re il bi­gliet­to più eco­no­mi­co, pre­sen­ta un aspetto da non sot­to­va­lu­ta­re: l’at­te­sa può di­ven­ta­re un’op­por­tu­ni­tà per vi­si­ta­re una cit­tà fuo­ri pro­gram­ma. Al­cu­ne com­pa­gnie aree de­di­ca­no agli stopover ad­di­rit­tu­ra pro­gram­mi con gi­ri tu­ri­sti­ci ad hoc (co­me Qa­tar Air­ways a Do­ha o Emi­ra­tes a Du­bai), spes­so con ho­tel scon­ta­ti, vi­si­te gui­da­te gra­tui­te e tra­spor­ti free. In al­tri ca­si, a or­ga­niz­za­re so­no gli ae­ro­por­ti (co­me quel­lo di Sin­ga­po­re, Tai­pei e Na­ri­ta, non lon­ta­no da To­kyo). 6 SCE­GLIE­RE IL PO­STO GIU­STO DO­VE DORMIRE È UN’AL­TRA OPZIONE CHE TI FA RI­SPAR­MIA­RE. Se la de­sti­na­zio­ne lo per­met­te e sie­te un grup­po nu­me­ro­so, in ca­so di per­ma­nen­za di al­me­no 2-3 gior­ni, la so­lu­zio­ne ideale è pre­no­ta­re un ap­par­ta­men­to, ma­ga­ri con Airbnb. Si spen­de me­no che in ho­tel e poi po­tre­te con­su­ma­re un pa­sto e la pri­ma co­la­zio­ne a ca­sa. Senza con­ta­re che fa­re la spe­sa al­la sco­per­ta di ci­bi lo­ca­li è sem­pre di­ver­ten­te.

7 FAI QUADRARE I CON­TI DEL­LE SPE­SE DI GRUP­PO. Le so­lu­zio­ni so­no due: crea­re una cas­sa co­mu­ne e sta­re sem­pre con il cal­co­la­to­re in ma­no, op­pu­re usa­re app gra­tui­te co­me Pay&Sha­re e Splid, che ti aiu­ta­no a con­di­vi­de­re le spe­se fa­cen­do pu­re i con­ti più com­pli­ca­ti (co­me quel­li al ri­sto­ran­te, do­ve le quo­te so­no dif­fe­ren­ti). Fun­zio­na­no an­che offline e of­fro­no un con­ver­ti­to­re di va­lu­ta.

8 E QUAN­DO SEI IN VA­CAN­ZA, EVI­TA DI AN­DA­RE IN GI­RO CON TROP­PO DENARO CASH. «Calcola quan­to pre­ve­di di spendere nel cor­so della gior­na­ta in ba­se al­le at­ti­vi­tà in pro­gram­ma, e porta con te so­lo lo stret­to ne­ces­sa­rio, la­scian­do il re­sto in ho­tel», sug­ge­ri­sce Hus­sey. E per le emer­gen­ze, pren­di la car­ta di credito. Co­sì evi­te­rai di spendere trop­po se il tuo bud­get è già al mi­ni­mo (e ab­bas­si il ri­schio di fur­ti).

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.