Con i pie­di for­te­men­te pog­gia­ti sul­le nu­vo­le

Costozero - - Numero 6 / Novembre Dicembre 2015 - Di A. Tol­ve

Or­ga­niz­za­to da Pa­ral­le­lo 42 Con­tem­po­rar y Ar t, in col­la­bo­ra­zio­ne con il Mu­seo Mi­chet­ti di Fran­ca­vil­la al Ma­re (11 no­vem­bre 2015 – 20 feb­bra­io 2016). Pro­ta­go­ni­sti con le lo­ro ope­re cin­que “so­gna­to­ri inar­re­sta­bi­li” pro­ve­nien­ti da Ita­lia, Ci­na e Tur­chia

Pen­sie­ro vi­si­vo che sor­vo­la il luo­go co­mu­ne, che by­pas­sa i sen­tie­ri pa­lu­do­si di una so­cie­tà dell'ugua­le, l'ar­te è luo­go di ri­sve­glio, sen­tie­ro la cui po­ten­za evo­ca chia­rez­za, pro­fon­di­tà, sen­so di ap­par­te­nen­za ad un'idea com­por­ta­men­ta­le al­ta­men­te espo­sta al so­gno del­le po­ten­zia­li­tà uma­ne, do­ve la pe­ren­ni­tà di va­lo­ri ac­qui­si­ti nel pas­sa­to si pro­iet­ta­no nel fu­tu­ro con un po­ten­zia­le che di­ce più di quan­to espri­me. Ad un ugua­le pri­vo di fan­ta­sia l'ar­te ri­spon­de, da sem­pre, con l'im­pe­gno di ri­ge­ne­ra­re un per­cor­so al­ter­na­ti­vo, di mor­ti­fi­ca­re le ri­pe­ti­zio­ni ari­de del quo­ti­dia­no e di pun­ge­re lo sguar­do del­lo spet­ta­to­re con lo spil­lo del­la crea­ti­vi­tà, di una at­mo­sfe­ra che con­dan­na la ste­ri­le ma­li­zia, che spin­ge ol­tre i bor­di del­la se­du­zio­ne vuo­ta e fri­vo­la, ol­tre ogni con­ci­lia­zio­ne o le­git­ti­ma­zio­ne con lo sta­to del­le co­se. L'ar­te ri­spon­de in­fat­ti a una esi­gen­za che spaz­za via il di­se­gno di una uma­ni­tà to­tal­men­te con­di­zio­na­ta e pia­ni­fi­ca­ta (Ador­no) dal­le osce­ni­tà del­la com­mer­cia­liz­za­zio­ne e as­se­con­da il so­gno di un ri­sve­glio co­strut­ti­vo, por­tan­do l'uo­mo ver­so il re­cu­pe­ro del­la pro­pria co­scien­za e del­la pro­pria in­di­vi­dua­li­tà. Se­guen­do que­sto qua­dro cri­ti­co, “Con i pie­di for­te­men­te pog­gia­ti sul­le nu­vo­le /Wi­th his feet re­sting hea­vi­ly on Clouds”, even­to or­ga­niz­za­to da Pa­ral­le­lo 42 Con­tem­po­ra­ry Art, in col­la­bo­ra­zio­ne con il Mu­seo Mi­chet­ti di Fran­ca­vil­la al Ma­re (e che si in­se­ri­sce nell'am­bi­to del pro­get­to Ar­te&Gu­sto), pro­po­ne l'at­teg­gia­men­to di una squa­dra di ar­ti­sti – Bu­rçak Bin­göl, Fa­bri­zio Co­to­gni­ni, H.H. Lim, En­ri­co Pul­so­ni e Aslı Sin­man Ku­tluay – il cui mo­do di pro­ce­de­re è ba­sa­to sul­la me­ra­vi­glia, sul de­si­de­rio di lot­ta­re con­tro la man­can­za di en­tu­sia­smo, di ap­pas­sio­na­re lo spet­ta­to­re per por­tar­lo in un luo­go ospi­ta­le, la cui ospi­ta­li­tà of­fre e ga­ran­ti­sce an­ti­cor­pi uti­li a leg­ge­re il mon­do in cui so­no co­stret­ti a vi­ve­re. Do­po un pri­mo ap­pun­ta­men­to de­no­mi­na­to DO UTDES (du­ran­te il qua­le cin­que ar­ti­sti so­no sta­ti in­vi­ta­ti in una re­si­den­za set­ti­ma­na­le a ri­flet­te­re sull'Abruz­zo, sui suoi luo­ghi e sul­la sua sto­ria), que­sto nuo­vo in­con­tro che si ter­rà ne­gli spazi del Mu­seo Mi­chet­ti di Fran­ca­vil­la al Ma­re (in pro­vin­cia di Pe­sca­ra dall'11 no­vem­bre 2015 al 20 feb­bra­io 2016), mi­ra a crea­re un se­con­do per­cor­so este­ti­co che uni­sce Ita­lia, Ci­na e Tur­chia me­dian­te una se­rie di so­gna­to­ri inar­re­sta­bi­li – e «so­gna­to­re è un uo­mo con i pie­di for­te­men­te ap­pog­gia­ti sul­le nu­vo­le» ha sug­ge­ri­to En­nio Fla­ia­no nel suo Diario de­gli er­ro­ri (1976) – che si svin­co­la­no dal­la se­du­zio­ne del ma­le e met­to­no in cam­po una po­ten­te ope­ra­zio­ne ar­cheo­lo­gi­ca, al­la ri­cer­ca di quan­to è se­pol­to e di­men­ti­ca­to dal­la so­cie­tà dei con­su­mi, per il­lu­mi­na­re e fo­rag­gia­re il sen­so del­la ve­ri­tà to­ta­le in un pre­sen­te che of­fre pro­ble­mi tutt'al­tro che ri­sol­ti.

Un'ope­ra di H.H. Lim

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.