L’IN­NO­VA­ZIO­NE CHE VIAGGIA AL­LA VE­LO­CI­TÀ DEL­LA LU­CE

Que­sta nuo­va tec­ni­ca di pro­du­zio­ne – co­me e vi­den­zia Aniel­lo Rus­so, ti­to­la­re di Me­to­da spa - po­trà ri­lan­cia­re il set­to­re del­la pro­du­zio­ne dei mo­du­li fo­to­vol­tai­ci, ad og­gi qua­si scom­par­so a cau­sa del­la com­pe­ti­ti­vi­tà del­le azien­de asia­ti­che

Costozero - - Sezione Imprese - I Posto -

Quan­do ha ca­pi­to che era una buo­na idea la sua? Chi so­no og­gi i de­sti­na­ta­ri, qua­li le ap­pli­ca­zio­ni e qua­li i mer­ca­ti?

Co­strui­re una mac­chi­na PED è sta­ta un'in­tui­zio­ne frut­to del la­vo­ro di squa­dra, quel­la del Con­sor­zio di Ri­cer­ca Hy­pa­tia, in cui noi ab­bia­mo svol­to un ruo­lo im­por­tan­te. La fre­quen­ta­zio­ne e l'in­te­ra­zio­ne dei no­stri tec­ni­ci, pri­mo fra tut­ti l'in­ge­gner Li­ber­ti­ni, con il presidente Lu­ci­bel­lo e il di­ret­to­re Zar­co­ne, so­no sta­te fon­da­men­ta­li. I de­sti­na­ta­ri di que­sta in­no­va­zio­ne non so­no so­lo le im­pre­se già pro­dut­tri­ci di cel­le fo­to­vol­tai­che, ma an­che tut­ti quei pro­dut­to­ri che vo­les­se­ro sfrut­ta­re que­sta tec­no­lo­gia per am­mo­der­na­re la pro­pria of­fer­ta. Per esem­pio un im­por­tan­te pro­dut­to­re di mat­to­nel­le per pa­vi­men­ti sta pen­san­do di ag­giun­ge­re il fo­to­vol­tai­co al suo pro­dot­to, co­me pu­re un co­strut­to­re di ten­de da so­le. Co­me si può in­tui­re le ap­pli­ca­zio­ni e i mer­ca­ti pos­si­bi­li so­no in­nu­me­re­vo­li. Quan­to è du­ra­ta la fa­se di pro­get­ta­zio­ne e preparazione del pia­no di mar­ke­ting? La fa­se di pro­get­ta­zio­ne, rea­liz­za­zio­ne, te­st e col­lau­di è du­ra­ta 3 an­ni. Ades­so sia­mo pron­ti per po­ter lan­cia­re com­mer­cial­men­te il pro­dot­to, per cui sia­mo al­la ri­cer­ca di un part­ner in­ter­na­zio­na­le che ab­bia già una sua strut­tu­ra com­mer­cia­le ra­mi­fi­ca­ta. Ov­via­men­te la tec­no­lo­gia do­vrà es­se­re adat­ta­ta al pro­dot­to da rea­liz­za­re e per que­sto ab­bia­mo una se­rie di con­tat­ti in cor­so. In que­sto mo­men­to il con­tat­to più avan­za­to è con un'azien­da di co­stru­zio­ni edi­li te­de­sca. L’idea vi è sem­bra­ta da su­bi­to spen­di­bi­le sul mer­ca­to? Per­so­nal­men­te mi so­no da su­bi­to en­tu­sia­sma­to. Ve­de­vo gran­di sboc­chi com­mer­cia­li pro­prio sul fo­to­vol­tai­co clas­si­co, ma poi i ral­len­ta­men­ti di mer­ca­to han­no raf­fred­da­to an­che me. Una vol­ta com­ple­ta­to il pro­get­to, pe­rò, sia il gran­de in­te­res­se su­sci­ta­to, sia l'uti­liz­zo dif­fu­so che se ne po­treb­be fa­re, mi han­no ri­da­to nuo­va fi­du­cia. Per­ché un pro­get­to va­da in por­to quan­to con­ta l’idea e quan­to gli in­ve­sti­men­ti? En­tram­bi, e pen­so, in egual mi­su­ra. In ogni ca­so so­no in­scin­di­bi­li.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.