Jac­kie

Costozero - - Sommario - a cu­ra di V. Sa­ler­no

Un film bio­gra­fi­co de­di­ca­to al­la vi­ta di Jac­que­li­ne Ken­ne­dy, in­ter­pre­ta­ta da una stre­pi­to­sa Na­ta­liePort

man, que­sto è Jac­kie, di­ret­to dal re­gi­sta Pa­blo-Lar­raín. Il film è un af­fa­sci­nan­te ri­trat­to di una don­na enig­ma­ti­ca e al tem­po stes­so una ri­fles­sio­ne sui te­mi del­la fe­de, del­la sto­ria, del mi­to e del­la per­di­ta. Jac­que­li­ne ave­va so­lo 34 an­ni quan­do suo ma­ri­to, John Fi­tz­ge­rald Ken­ne­dy, ven­ne elet­to Pre­si­den­te de­gli Sta­ti Uni­ti d'Ame­ri­ca. Ele­gan­te, pie­na di sti­le e im­per­scru­ta­bi­le, di­ven­ne im­me­dia­ta­men­te un'ico­na in tut­to il mon­do e si­cu­ra­men­te una del­le don­ne più fa­mo­se del­la sto­ria. Il suo sti­le e il suo gu­sto in di­ver­si cam­pi ne fe­ce­ro per mol­ti un mo­del­lo da imi­ta­re. Ar­ri­vò, pe­rò, il 22 no­vem­bre 1963.A Dal­las, du­ran­te un viag­gio per la cam­pa­gna elet­to­ra­le, Ken­ne­dy ven­ne as­sas­si­na­to e l'abi­to ro­sa di Jac­kie si mac­chiò di san­gue. Quan­do Jac­kie sa­lì sull'Air For­ce One per tor­na­re a Wa­shing­ton, il suo mon­do e la sua fe­de era­no an­da­ti in pez­zi. Sot­to choc e scon­vol­ta dal do­lo­re, nel cor­so del­la set­ti­ma­na suc­ces­si­va af­fron­tò mo­men­ti che non avreb­be im­ma­gi­na­to di do­ver vi­ve­re: con­so­la­re i suoi due bam­bi­ni, la­scia­re la ca­sa che ave­va re­stau­ra­to con gran­de im­pe­gnoe or­ga­niz­za­re le ese­quie di suo ma­ri­to. Jac­kie ca­pì su­bi­to pe­rò che quei set­te gior­ni sa­reb­be­ro sta­ti de­ci­si­vi nel de­fi­ni­re non so­lo l'im­ma­gi­ne e l'ere­di­tà sto­ri­ca di Ken­ne­dy, ma an­che co­me lei stes­sa sa­reb­be sta­ta ri­cor­da­ta. La fir­st la­dy do­vet­te al­lo­ra ti­rar fuo­ri tut­to il suo co­rag­gio per cer­ca­re di su­pe­ra­re il dram­ma­ti­co ac­ca­di­men­to, so­ste­ne­re la fa­mi­glia e con­tri­bui­re a for­gia­re per sem­pre l'ere­di­tà sto­ri­ca del ma­ri­to.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.