NUO­VE AR­MI CON­TRO LE FAKE NEWS

Donna Moderna - - DALLA TUA PARTE - di Gio­van­ni Zic­car­di @gzic­car­di do­cen­te di In­for­ma­ti­ca giu­ri­di­ca Co­sa ne pen­si? Scri­vi a dal­la­tua­par­te@mon­da­do­ri.it

Fa­ce­book ha an­nun­cia­to che le pa­gi­ne azien­da­li e i pro­fi­li che dif­fon­de­ran­no e con­di­vi­de­ran­no ri­pe­tu­ta­men­te ar­ti­co­li e con­te­nu­ti con­tras­se­gna­ti co­me “fal­si”, do­po un ap­po­si­to fact chec­king (con­trol­lo dei fatti e del­le fon­ti), non po­tran­no più ac­ce­de­re agli stru­men­ti pub­bli­ci­ta­ri mes­si a di­spo­si­zio­ne dal social network. Il fact chec­king è un ar­go­men­to di gran­de at­tua­li­tà, ma Fa­ce­book, tra­mi­te i suoi al­go­rit­mi, ave­va già ini­zia­to da tem­po a pe­na­liz­za­re le no­ti­zie che ven­go­no let­te ma non con­di­vi­se e quel­le che ven­go­no con­di­vi­se ma non aper­te. So­no que­sti i due indizi che ri­ve­la­no la po­ca at­ten­di­bi­li­tà dei con­te­nu­ti "fake", con­te­nu­ti che at­ti­ra­no clic e con­di­vi­sio­ni con ti­to­li fuor­vian­ti. Ora la nuo­va mi­su­ra, col­le­ga­ta alla pub­bli­ci­tà, spe­ra di eli­mi­na­re l’in­cen­ti­vo alla pub­bli­ca­zio­ne di no­ti­zie fal­se, vi­sto che non è pre­vi­sto il pro­fit­to de­ri­van­te da­gli an­nun­ci.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.