L’iN­CAN­To deL­LA Pe­NoM­BrA

Dove - - Dossier Giappone -

An­co­ra og­gi, leg­gen­do le pa­gi­ne in cui lo scrit­to­re ci spie­ga co­me la car­ta giap­po­ne­se as­sor­ba len­ta­men­te la lu­ce (al con­tra­rio di quel­la oc­ci­den­ta­le, che la re­spin­ge); co­me la tra­spa­ren­za del cri­stal­lo di Ko­shu sia of­fu­sca­ta da fan­ta­smi di nu­vo­la­glie; co­me la pe­nom­bra esal­ti le lac­che e il le­gno, ca­pia­mo il per­ché di una fa­sci­na­zio­ne mai so­pi­ta. e co­me non con­ve­ni­re an­co­ra con Ta­ni­za­ki, pen­san­do or­mai a una di­la­gan­te su­shi­ma­nia, quan­do ci ri­cor­da che la cu­ci­na nip­po­ni­ca in real­tà non de­li­zia il pa­la­to, ma lu­sin­ga con le se­du­zio­ni pro­prie al­le ar­ti de­co­ra­ti­ve? Qua­si che il Giap­po­ne, pri­ma di af­fron­tar­lo fi­si­ca­men­te, lo vi­si­tas­si­mo con gli oc­chi. Co­sì fe­ce, del re­sto, Frank Lloyd Wright, an­che lui col­le­zio­ni­sta di stam­pe ukiyo-e, che am­mi­rò la vil­la im­pe­ria­le di Ka­tsu­ra nel 1893, ri­co­strui­ta all’espo­si­zio­ne Uni­ver­sa­le di Chi­ca­go, e poi dal vi­vo nel 1905, an­no del­la sua pri­ma vi­si­ta. da quel­la sem­pli­ci­tà na­tu­ra­le, da quei pa­vi­men­ti su cui si può dor­mi­re, man­gia­re, ama­re e me­di­ta­re, da quel gio­co di lu­ci e om­bre, l’ar­chi­tet­to ame­ri­ca­no tras­se “un esem­pio per­fet­to per la stan­dar­diz­za­zio­ne mo­der­na”. era qua­si un se­co­lo fa, ma an­co­ra og­gi, se dob­bia­mo pen­sa­re a un mo­do per ri­spon­de­re al­le cre­scen­ti esi­gen­ze abi­ta­ti­ve del­le aree ur­ba­ne, se dob­bia­mo pen­sa­re al fu­tu­ro, in­som­ma, è a quel mo­del­lo giap­po­ne­se che pen­sia­mo. vit­to­rio vol­pi, nel li­bro pre­ce­den­te­men­te ci­ta­to, so­stie­ne che il Giap­po­ne è il Pae­se che og­gi può in­se­gna­re a tut­ti co­me è pos­si­bi­le at­tua­re una de­cre­sci­ta fe­li­ce. Me­no me­ra­vi­glie, cer­to, ma più qua­li­tà (il Num­beo Qua­li­ty of Li­fe In­dex 2016 met­te il Giap­po­ne in se­di­ce­si­ma po­si­zio­ne da­van­ti a Fran­cia, Israe­le, Ita­lia, num­beo.com/qua­li­ty-of-li­fe) o, per dir­la con Ta­ni­za­ki, me­no lu­ci ab­ba­glian­ti e più om­bra. Che è in que­sta pe­nom­bra che si tro­va l’in­can­to.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.