Per una gui­da pu­li­ta

Dove - - Una Volta Nella Vita -

In uno de­gli Sta­ti più eco­lo­gi­ci del pianeta, con­vie­ne met­ter­si al vo­lan­te di due au­to­mo­bi­li che viag­gia­no nel fu­tu­ro. Alla sco­per­ta di Te­sta Mo­del S e Mer­ce­des Clas­se B Elec­tric Dri­ve: per chi spe­ra che un gior­no la ben­zi­na fi­ni­sca

Con 10 mi­la chi­lo­me­tri di pi­ste ci­cla­bi­li la Da­ni­mar­ca è un pa­ra­di­so per i ci­cli­sti. Gli au­to­mo­bi­li­sti, pe­rò, non se la pas­sa­no ma­le. La re­te stra­da­le è ric­ca di col­le­ga­men­ti e in ot­ti­me con­di­zio­ni. Le au­to­stra­de so­no gra­tui­te. Si pa­ga­no i pon­ti (in­tor­no ai 34 €) sul­lo Sto­re­bælt e sull'Øre­sund. Il pri­mo uni­sce Co­pe­n­ha­gen al nord; il se­con­do col­le­ga Da­ni­mar­ca e Sve­zia. Le au­to elet­tri­che ap­pa­io­no i vei­co­li idea­li per muo­ver­si in que­sto Pae­se mol­to at­ten­to all’in­qui­na­men­to. Sta­tus sym­bol tra le eco­vet­tu­re del 2016 è Te­sla Mo­del S, una ber­li­na che può tra­spor­ta­re an­che sette pas­seg­ge­ri (nel­la ter­za fi­la due ra­gaz­zi­ni non più al­ti di 135 cm). Giun­ta in Eu­ro­pa nel 2015, è sta­ta ri­toc­ca­ta este­ti­ca­men­te po­chi me­si fa. Il ful­cro del nuo­vo de­si­gn è il mu­so: con­fe­ri­sce alla vet­tu­ra un pi­glio ag­gres­si­vo, gra­zie ai fa­ri full Led in­tel­li­gen­ti, che, ol­tre a mi­glio­ra­re lo stile, au­men­ta­no la vi­si­bi­li­tà not­tur­na, pre­zio­sa nel­le cur­ve. Il pro­fi­lo è da spor­ti­va e l’in­sie­me è pro­get­ta­to per dis­si­mu­la­re di­men­sio­ni im­por­tan­ti (è lun­ga 497 cen­ti­me­tri). La Mo­del S, ve­lo­ce co­me una Lam­bor­ghi­ni, lus­suo­sa co­me una Ja­guar, ca­pa­ce di as­si­cu­ra­re 450 chi­lo­me­tri di au­to­no­mia (un re­cord) e di ri­ca­ri­ca­re le bat­te­rie in tre ore, con la tec­no­lo­gia Su­per­char­ger, non si li­mi­ta a far gi­ra­re la te­sta, ma in­vi­ta i cu­rio­si a fa­re do­man­de. Il motore e la tra­zio­ne so­no po­ste­rio­ri, men­tre le ver­sio­ni 4x4 (Dual) han­no un motore elet­tri­co an­che sull’avan­tre­no. A bor­do si respira l’aria dell’esclu­si­vi­tà, fat­ta di ma­te­ria­li di qualità e di un'ele­va­ta at­ten­zio­ne all’er­go­no­mia e alla si­cu­rez­za. Il cli­ma­tiz­za­to­re ha un si­ste­ma di fil­trag­gio dell'aria che

Te­sla Mo­del S, una ber­li­na che tra­spor­ta fi­no a sette persone.

ri­muo­ve al­me­no il 99,97% del par­ti­co­la­to esau­sto e man­tie­ne fuo­ri dall'abi­ta­co­lo pol­li­ne, bat­te­ri, vi­rus e in­qui­na­men­to. La ri­pre­sa, me­no di quat­tro se­con­di da zero a cen­to, è fol­go­ran­te, la si­len­zio­si­tà di mar­cia rot­ta so­lo dal si­bi­lo del motore, il cam­bio as­sen­te. I si­ste­mi di pi­lo­tag­gio au­to­ma­ti­co per­met­to­no a Mo­del S di ri­ma­ne­re nel­la pro­pria cor­sia, di cam­biar­la quan­do si met­te la frec­cia e di re­go­la­re la ve­lo­ci­tà al traf­fi­co. Il con­trol­lo digitale dei mo­to­ri, dei fre­ni e dello ster­zo aiu­ta a evi­ta­re gli urti fron­ta­li e la­te­ra­li, ol­tre a im­pe­di­re all'au­to di an­da­re fuo­ri stra­da. La Mo­del S av­vi­sa quan­do tro­va un par­cheg­gio e si po­steg­gia da so­la, se il gui­da­to­re lo con­sen­te. Le di­ver­se fun­zio­na­li­tà del­la gui­da au­to­ma­ti­ca con­ti­nua­no a mi­glio­rar­si nel tempo tra­mi­te gli ag­gior­na­men­ti soft­ware (ar­ri­va­no in re­mo­to, co­me per i lap­top e i ta­blet) e tut­to si co­man­da da un di­splay al cen­tro del­la plan­cia dalle di­men­sio­ni si­mi­li alle pri­me tv di lus­so: 17 pol­li­ci. Se Mo­del S è na­ta per l’uso elet­tri­co, Mer­ce­des Clas­se B Elec­tric Dri­ve è sta­ta pro­get­ta­ta per es­se­re spin­ta an­che con l’elet­tri­ci­tà. Uo­vo di Co­lom­bo, aver im­pie­ga­to

il con­cet­to di car­roz­ze­ria mo­du­la­re: il pia­na­le ac­co­glie e ce­la la bat­te­ria agli io­ni di li­tio da 28 kWh e in que­sto mo­do il va­no ba­ga­gli conserva inal­te­ra­te le sue di­men­sio­ni. Gui­da­re que­sta mo­no­vo­lu­me, si­len­zio­sa, ben ri­fi­ni­ta, con­for­te­vo­le per chi sta al vo­lan­te e ospi­ta­le per i pas­seg­ge­ri, è fa­ci­le e di­ver­ten­te. È la cop­pia del suo motore elet­tri­co da 180 cv di 340 New­ton­me­tro già al mi­ni­mo a fa­re la dif­fe­ren­za. L’au­to­no­mia pro­mes­sa da Mer­ce­des è di cir­ca 220 chi­lo­me­tri, più che suf­fi­cien­ti nell’uso cit­ta­di­no quo­ti­dia­no a pla­ca­re l’an­sia di re­sta­re a pie­di. Ma per i lun­ghi viag­gi è op­por­tu­no stu­dia­re un iti­ne­ra­rio che as­si­cu­ri ri­for­ni­men­ti di elet­tri­ci­tà veloci, cir­ca tre ore per un pie­no, un pa­io d’ore per l’80 per cen­to. Clas­se B elet­tri­ca è ca­pa­ce di vi­zia­re. Con il Re­mo­te On­li­ne, che per­met­te di col­le­gar­si ovun­que alla pro­pria vet­tu­ra tra­mi­te il por­ta­le “con­nect.mer­ce­des. me” e con­trol­la­re il li­vel­lo del­la bat­te­ria, op­pu­re pre­ri­scal­da­re o rin­fre­sca­re l’abi­ta­co­lo. In­som­ma, con Mo­del S e Clas­se B elet­tri­ca si en­tra in un mondo che man­tie­ne po­chi pun­ti di con­tat­to con le vet­tu­re tra­di­zio­na­li. E che può la­scia­re in­ter­det­to il nor­ma­le au­to­mo­bi­li­sta. Ma la nuo­va mo­bi­li­tà par­ti­rà da qui.

Pao­loAr­te­mi Mer­ce­des Clas­se B

Elec­tric Dri­ve.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.